Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Posillipo sempre più in basso!

  • Scritto da Libera Niglio

sdfaPrima di ritorno partita importante, fondamentale in chiave salvezza per i rossoverdi, si gioca Posillipo Ortigia.

Sfida tra i due portieri l'ex Caruso e Tommy Negri, osservato un minuto di silenzio in memoria Brunello Spinelli, medaglia d'oro nel Settebello del 1960. Purtroppo la Scandone è inagibile come ogni anno, anche stavolta pare ci sia ruggine nell'impianto di depurazione, difatti giovedì sera la piscina era già stata svuotata. La partita è stata disputata nell'impianto di Santa Maria Capua Vetere davanti a circa 100 spettatori, il Posillipo ha 12 giocatori a referto, privi anche di Roberto Brancaccio squalificato e sostituto da Enzo Parisio. Partita senza esclusione di colpi, primo tempo a vantaggio dei siracusani 1 a 3 i padroni di casa perdono Simone Rossi e il capitano Paride Saccoia per proteste poi Luca Marziali per somma di falli, la squadra ha lottato ma alla fine la superiorità degli avversari si è vista tutta, nel terzo tempo i rossoverdi hanno tentato il tutto per tutto, massimo vantaggio 6 a 4 ma il tempo si è chiuso con un pareggio 7 a 7. A meno di 2 minuti dalla fine eravamo sul 9-10 i rossoverdi per la grinta avrebbero meritato un pareggio ma sul finale gli ospiti hanno allungato, portandosi sul 9-11 punteggio con cui è terminata la gara. Questo il commento dell'allenatore rossoverde Roberto Brancaccio: "Incredibile prestazione del Posillipo. Il resto lo lasciamo commentare e dedurre a chi ha visto o vedrà la partita".
Ora la pausa prima di ritornare in vasca per la seconda di campionato del girone di ritorno, in programma il prossimo 24 febbraio in casa del Circolo Canottieri di Napoli per il derby tutto napoletano, sperando che la Scandone torni agibile.
Trasferte per l'Acquachiara e per la Canottieri Napoli
La Canottieri Napoli vince a Firenze e si mantiene al 5 posto a due lunghezze dall'Ortigia, partita altalenante tant'è che sul 7-4 a metà del secondo periodo i padroni di casa si portano a +2 poi si spengono e lasciano spazio alla veemente rimonta dei giallorossi che, con un 6-0 di break firmato dalle doppiette di Giorgetti e Lapenna e da Confuorto e Campopiano, si portano sul 10-7. I toscani cercano la rimonta con Astarita e Bini ma grazie ad Esposito si arriva al definitivo 11-9. Ora testa alla stracittadina contro il Posillipo.

Ancora a secco l'Acquachiara che perde contro il Trieste restando sempre a 0 punti.