Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Che tristezza la pallanuoto napoletana

  • Scritto da Libera Niglio

yeytyUltima partita in casa per le napoletane, Posillipo e Acquachiara si sono affrontate sabato in una piscina Scandone semi vuota. Brutta pagina per la pallanuoto napoletana, il Posillipo una volta era considerato l'università della pallanuoto e ora festeggia la salvezza senza passare per i playout.

Una partita tristissima e pensare che qualche anno fa le due squadre si contendevano la coppa Len in una piscina stracolma, ma siamo in tempo di crisi anche nello sport e entrambe le compagini hanno fatto scelte difficili con un budget ridimensionato, con la consapevolezza che tutto sarebbe potuto succede anche andare in A2, come purtroppo è accaduto all'Acquachiara, la salvezza con un turno d'anticipo per i rossoverdi quindi, nulla da dire sulla partita che è finita con la vittoria dei posillipini per 14 a 3.
Il futuro del Posillipo passerà dunque per i giovani del vivaio, senza stranieri e senza costi eccessivi scelta condivisibilissima visto che da ormai 13 anni un signore chiamato Gabriele Volpi, patron della Pro Recco, ha distrutto la pallanuoto nazionale a suon di milioni, vincendo ogni anno lo scudetto in un campionato senza storia e senza entusiasmo. La mia unica perplessità è data dal fatto che visto il sistema del vil denaro del club ligure, i campioni che il Posillipo o le altre squadre che adottano la politica della crescita dei giovani, potranno vedersi strappati i loro campioni con offerte faraoniche? vanificando i sacrifici fatti fino a quel momento. Mi chiedo quindi se non sarebbe il caso di regolamentare un po' di cose, come gli stranieri o obbligare ad esempio ad avere un buon numero di atleti giovani, inoltre io personalmente tornerei alla vecchia formula dei playoff con andata e ritorno, per rendere il tutto più spettacolare e riportare persone in piscina.
Anche la Canottieri Napoli ha vinto contro il Catania seppur di misura 9 a 8, per il quarto anno consecutivo i giallorossi disputeranno la Final Six. Con il successo alla Scandone i pallanuotisti allenati da Paolo Zizza raggiungono a quota 44 l'Ortigia, prossimo avversario sabato 19 maggio in Sicilia. Lo scontro diretto determinerà gli accoppiamenti in vista dei quarti di finale playoff.
Appuntamento quindi sabato prossimo per l'ultima di campionato.

Foto: Rosario Caramiello