Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Che pallanuoto!

  • Scritto da Libera Niglio

jhfkyfSettimana straordinaria per la pallanuoto italiana, grande spot e grande pubblico, sold out nella piscina di Palermo. Si sono affrontate il Settebello di Sandro Campagna e il Montenegro, una festa in vasca e sugli spalti.

L'Italia batte il Montenegro per 11-10 questi i parziali 4-2, 0-3, 3-2, 4-3, assicurandosi il primato del girone C dell'Europa Cup, ovvero i quarti di finale della final eight in Croazia in una posizione di privilegio. Decisivo il gol a 91 secondi dalla sirena di Di Fulvio, autore di cinque reti come Ivovic, protagonisti di una partita a strappi, vibrante fino alla fine con gli azzurri avanti sul 4-2 poi sotto 7-4 e di nuovo avanti dal 10-9 a 2'28 dalla fine. Partita trasemssa in diretta dalle telecamere di Rai sport, telecronaca di Dario Di Gennaro e commento tecnico di Francesco Postiglione.
Il commento del cittì Campagna: "E' stata una bellissima partita. Fischiata bene, con molte espulsioni al centro. Il Montenegro ha dimostrato di essere una squadra fortissima. Il primo posto del girone è una bella soddisfazione, ma dobbiamo crescere ancora tanto. I ragazzi sono partiti bene. Poi hanno avuto un passaggio a vuoto. Hanno subito il ritorno del Montenegro, ma poi hanno avuto la capacità di reagire con calma, difesa e gol fantastici. E' stata una partita che ci ha insegnato tanto".

Il commento di Di Fulvio, man of mach dell'incontro: "E' stata una partita magnifica. Abbiamo giocato molto bene, con un'ottima difesa. A metà stagione non è facile essere al top della condizione. Sapevamo che l'incontro poteva essere a strappi e ci siamo fatti trovare pronti. Desidero ringraziare il pubblico di Palermo che ci ha trascinati al successo".

Tornando alla pallanuoto nostrana il Posillipo, dopo la sconfitta casalinga contro il Recco, si appresta ad affrontare una trasferta, alla Bruno Bianchi di Trieste, nella terza giornata di ritorno del campionato della massima serie.
Anche in questa partita è bene cominciare con il piede giusto, con concentrazione e determinazione, si auspica il ritorno di Giuliano Mattiello che non gioca dal 24 novembre per un infortunio. Il fattore campo sarà sicuramente importante e soprattutto la Pallanuoto Trieste ha un buon gioco e buoni giocatori