Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Il pareggio giusto che scontenta tutti

  • Scritto da Libera Niglio

dsfasSabato scorso è andato in scena all'Alba Oriens di Casoria, davanti a 600 spettatori, il secondo derby stagionale, si sono affrontate a viso aperto la Canottieri Napoli e il Posillipo, ben 24 gol e una miriade di espulsioni. L'allenatore della Canottieri a fine gara si è dichiarato scontento dell'arbitraggio, una valanga di espulsioni dall'una e dall'altra parte, diciamo pure che molte decisioni arbitrali sono sembrate veramente incomprensibili.

Questi i parziali 3-4 4-4 2-0 3-4, apre le marcature in superiorità numerica Mattiello la Canottieri risponde e la partita va avanti colpo su colpo con un grande botta e risposta, il Posillipo arriva a +3 ma non riesce a prendere il largo, il terzo tempo è quello più duro, quello che definisco il tempo della verità, il Posillipo perde Di Martire e Saccoia pedine importantissime per i rossoverdi. La partita sembra molto equilibrata anche i gol in superiorità numerica sono uguali 6/15 + 1 rigore per entrambe le compagini, negli ultimi 60 secondi si decide il risultato, con il Posillipo in vantaggio a 42 secondi dalla fine e la Canottieri a pareggiare praticamente nel finale di gara, quasi a fil di sirena.
"Risultato giusto, partita molto agonistica come ci aspettavamo", il commento a caldo dell'allenatore rossoverde Roberto Brancaccio, "purtroppo avevamo un più tre che non abbiamo saputo gestire, loro sono stati bravi a rientrare in gara, noi a gestire la partita e subire un solo gol. È stata comunque una bella partita, così come ci aspettavamo che fosse".
Solo un punto quindi in questo agguerritissimo derby, che non consente ai giallorossi di uscire dalla zona playout e li relega ad una lunghezza dal tandem Trieste-Roma Nuoto obbligandoli a vincere almeno uno dei prossimi scontri diretti fuori casa, obiettivo salvezza quindi ancora in bilico. I rossoverdi sono sempre quarti, con cinque lunghezze di vantaggio sulla Lazio e sei sulla Rari Nantes Florentia, quest'ultima attesa sabato a Casoria proprio dai ragazzi di Mergellina, partita assolutamente alla portata di Saccoia e compagni.
Giornata di derby per la pallanuoto napoletana, anche in serie A2 l'Acquachiara del presidente Franco Porzio affronta l'Arechi dell'ex Bencivenga, il drago di Curti è stato premiato con una targa ricordo dal dirigente acquachiarino, vittoria fondamentale per i biancazzurri che si portano a sette lunghezze di vantaggio sulla zona play out, rendendo più distensiva la prossima trasferta contro la Vis Nova Roma. Bravi i giovani di belle speranze guidati da Mauro Occhiello, la Carpisa Yamamay Acquachiara batte l'Arechi con il punteggio di 9 a 7 questi i parziali 4-3 3-3 1-0 1-1.

Foto: ROSARIO CARAMIELLO