Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Presentazione del giovane Posillipo

  • Scritto da Libera Niglio

afasMercoledi mattina nei saloni del Circolo Nautico Posillipo si è tenuta la presentazione della nuova squadra di pallanuoto, che disputerà il campionato di massima serie, una squadra molto giovane ma soprattutto senza nessuno straniero, sponsorizzata sempre da B-personal .

Alla presenza del presidente del Circolo Posillipo Vincenzo Semeraro, il vicepresidente sportivo Antonio Ilario, il vicepresidente amministrativo Antonio Parente, il consigliere alla pallanuoto Gennaro Fiorillo, il consigliere alla pallanuoto giovanile Sergio d'Abundo, il responsabile del settore tecnico della pallanuoto Carlo Silipo, l'allenatore della squadra di pallanuoto Roberto Brancaccio, presente inoltre Paolo Trapanese presidente della FIN Campania.
Il Posillipo già reduce da una sconfitta nella prima di campionato contro la Roma e dall'eliminazione dall' Eurocup, fa pensare ad un inizio in salita per questa squadra di giovanissimi. Questo inizio stagione inoltre è stato animato anche dalle polemiche circa le scelte operate per quanto concerne il rinnovo dei contratti e la gestione economica del settore pallanuoto. Qualche settimana fa difatti circolava un sondaggio o un questionario che dir si voglia, circa i costi di gestione della squadra di pallanuoto sintomo della considerazione che alcuni soci hanno del settore pallanuoto, che viene considerato un po' un peso. Il primo i firmatario del sondaggio era Paolo Semeraro, figlio dell'attuale presidente. Questi i quesiti sottoposti ai soci: 1) l'utilizzo di giocatori italiani o stranieri professionisti da ingaggiare e con cui stipulare contratti onerosi; 2) l'utilizzo dei giovani atleti del Circolo o napoletani; 3) l'utilizzo del giovani atleti del Circolo o napoletani con borse di studio; 4) la partecipazione al campionato non con fondi derivanti dalle quote societarie ma da eventuali sponsorizzazioni.
Ciò nonostante il presidente ha esordito dicendo che "Lo sport tutto, è il cuore del Posillipo e il nostro impegno è affinché continui ad esserlo, seppur tra le mille difficoltà che ci troviamo ogni giorno ad affrontare. Ciò che non ci manca è comunque l'entusiasmo di fare nel migliore dei modi".
Il Posillipo è una delle compagini più giovani del campionato che ha una media d'età di circa 20 anni, la scelta di non prendere stranieri perché i loro contratti sarebbero stati troppi onerosi, ciò a mio avviso a scapito della formazione dei giovani, tanti tifosi rossoverdi non condividono questa scelta perché è come se cancellassero la storia del sodalizio rossoverde, qualcuno parla già di sfide salvezza.
Nei giorni scorsi si parlava di un nuovo main sponsor per il sodalizio, purtroppo stamattina durante la conferenza stampa si è capito che ci sono state delle difficoltà e quindi la società di consulenza e gestione AZIMUT era assente. Pare che a far cambiare rotta al nuovo sponsor sia la querelle in atto tra il circolo e un socio Cecere che ha anticipato la somma di 365mila euro come prima rata dell'acquisto del circolo e non avendo avuto nessuna proposta di rimborso di questa somma ha avviato un'ingiunzione di pagamento provvisoriamente esecutiva
Intanto una nota positiva è il ritorno della squadra alla Scandone appuntamento Sabato 19 ottobre alle ore 17.00 la squadra del Posillipo scenderà in campo per la prima partita casalinga, alla Scandone contro la Rari Nantes Florentia. Appuntamento dunque alla Scadone!!!