Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Carlo Silipo e Circolo Nautico Posillipo è divorzio

  • Scritto da Libera Niglio

pallanuotoEra già nell'aria, ma ieri è uscita una nota ufficiale del circolo Posillipo che divorzia, pare in maniera consensuale, dal direttore tecnico il capitano di sempre del sodalizio rossoverde Carlo Silipo.


A Silipo era affidata la direzione tecnica del settore pallanuoto, alla base dalla cessazione del rapporto le ristrettezze economiche in cui versa ormai da anni il circolo Posillipo, questo è lo specchio della politica dei soci rossoverdi che considerano ormai un peso la pallanuoto, senza rendersi conto che il loro blasone era determinato proprio dalle gesta compiute dagli anni ottanta in poi dai giocatori posillipini. Il fatto che il Posillipo non sia riuscito a trovare uno sponsor alla prima squadra ha determinato ancora di più un peggioramento della situazione, l'accordo con Azimut è saltato a causa del contenzioso tra il circolo e il socio Cecere per il credito che egli vanta nei confronti del circolo avendogli prestato i soldi per l'acquisto della sede sociale.
Il Posillipo si priva quindi della sua bandiera, ad ottobre il presidente Semeraro rassicurava i tifosi rossoverdi circa le sorti della squadra, dichiarando che la pallanuoto non era in pericolo ma a distanza di pochi mesi il Posillipo è in zona retrocessione e quest' ultima notizia non fa ben sperare. Durante le ultime elezioni al circolo era sceso in campo l'altro campionissimo rossoverde, Franco Porzio che si era esposto per salvare la pallanuoto posillipina provando ad assumerne la presidenza, ma la sua sconfitta alla elezioni aveva già fatto presagire che i soci del circolo non avevano nessuna intenzione di occuparsi della pallanuoto,considerata ormai troppo onerosa.
La situazione attuale è il risultato di un lungo processo di decadenza e la squadra di pallanuoto non è altro che lo specchio di una famiglia sociale disgregata, dopo la presiedenza di Guido Cerciello quando il Posillipo era uno squadrone, i cosiddetti tempi d'oro vi è stato un lento processo di allontamento da parte dei soci buoni, gli sportivi e i soci storici, il nuovo che avanza non è altro che lo specchio fedele del declino del nostro paese.