Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Benevento: assoluzioni e condanne per il clan Sparandeo

  • Scritto da Redazione

arresti ccCondanne ed assoluzioni per il "clan Sparandeo". Il verdetto di assoluzione ha riguardato la maggior parte degli imputati che aveva fatto ricorso al rito abbreviato. È così accaduto che è caduta per tutti l'accusa di associazione a delinquere, dopo che erano state tra l'altro ritenute inutilizzabili le intercettazioni.

 

Otto i condannati: Corrado Sparandeo (1986) 5 anni, Giancarlo Baiano 2 anni e 6 mesi, Mirco Botticelli 2 anni e 4 mesi, Mario Milo 6 mesi, Francesco Norice 4 anni, Luigi Romano 6 anni, Mario Russo 6 anni Salvatore Sirico un anno e 10 mesi. Assolti Salvatore Baccicalupi, Luigi Baiano, Alessio Boscia, Giancarlo Valerio D'Abramo, Italo Di Pietro, Daniele Dimonti, Nunzio Gioia, Gaetano Girgenti, Salvatore Iovine, Luigi Imperatice, Anna Limatola, Giuseppe Marino, Vincenzo Marino, Santo Murolo, Luigi Pagliuca, Biagio Reca, Anna Maria Russo, Carmine Russo, Mario Sanges, Antonio Scala, Luigi Sestile, Arturo Sparandeo senior (1953) Arturo Sparandeo junior (1983), Corrado Sparandeo senior (1957), Luigi Sparandeo, Saverio Sparandeo,(1962), Silvio Sparandeo, Stanislao Sparandeo, Angelo Viola, Marzio Veneruso (1962).

Il blitz risale a marzo dello scorso anno quando ci furono ventisei ordinanze di custodia cautelare, di cui dieci notificate in carcere per il clan Sparandeo e altri indagati. Provvedimenti emessi dalla Dda di Napoli. Gli inquirenti la definirono operazione «Tabula rasa», con chiaro riferimento all'azzeramento di una situazione criminale. Imputazioni differenziate per gli imputati, che andavano dall'associazione a delinquere di stampo camorristico, estorsione, usura traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, rapina danneggiamento seguito da incendio. Gli episodi che vengono contestati agli imputati si riferiscono a un periodo che va dal 2010 al 2012. Episodi su cui hanno indagato i carabinieri del reparto operativo.