Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

REGGIA VANVITELLIANA: CONTROLLI CONTRO L’ ABUSIVISMO COMMERCIALE

  • Scritto da Redazione

reggia casertaDuro colpo inferto al complesso fenomeno dell'abusivismo commerciale nell'area antistante la Reggia.


Nella mattinata di ieri è stato predisposto un servizio straordinario di controllo del territorio, finalizzato al contrasto della presenza dei venditori ambulanti all'esterno ed all'interno del monumento Vanvitelliano.
Dopo l'esame del fenomeno in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, tenutosi, nei giorni scorsi presso l'U.T.G. Prefettura di Caserta, è stato istituito presso la Questura di Caserta un Tavolo Tecnico, che ha analizzato la problematica sotto l'aspetto tecnico-operativo definendo i dettagli organizzativi dell'attività.
L'operazione ha visto impegnati agenti della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato che, oltre a garantire i quotidiani servizi di prevenzione e repressione dei reati, hanno svolto la mirata attività, per scongiurare l'assidua presenza di ambulanti.
L'operazione ha interessato Piazza Carlo III e l'interno della Reggia di Caserta, dove gli operatori hanno proceduto a controllare ed identificare 24 persone nella zona antistante il sito di interesse mondiale.
Al termine del servizio sono stati sequestrati 646 articoli tra cui souvenir, bracciali, anelli, ciondoli, catenine, puntatori laser ed altro. Nei confronti di tre cittadini italiani ed un extracomunitario sono state irrogate sanzioni amministrative per un totale di euro 20.000,00 ( ventimila euro ) poiché sorpresi ad esercitare abusivamente l'attività di commercio al dettaglio su area pubblica di interesse storico artistico ed ambientale in violazione della l. Reg. nr. 1/2014.
Inoltre, nei confronti di uno degli ambulanti è stato avviato il procedimento di divieto di ritorno nel Comune di Caserta, mentre per altri sei è scattata la segnalazione alla Divisione Anticrimine per l'irrogazione di misure di prevenzione personali.
Al fine di eradicare completamente il fenomeno servizi saranno reiterati nei prossimi giorni, alla luce dei risultati del continuo monitoraggio.