Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Zero Zero Zero La Serie TV

  • Scritto da Sissi Carvisiglia

93940 ppl"Guarda la cocaina, vedrai polvere. Guarda attraverso la cocaina, vedrai il mondo". Il traffico di cocaina riguarda tutti, inutile nascondere la testa sotto la sabbia. Il potere del narcotraffico è ovunque e chiunque lo crede lontano da sé: Zero Zero Zero la serie televisiva diretta da Stefano Sollima andrà in onda dal 14 febbraio 2020 su Sky Atlantic Italia.

L'opera è basata sull'omonimo romanzo di Roberto Saviano ed è stata presentata in anteprima il 5 settembre al Festival del Cinema di Venezia del 2019. Prodotta dallo stesso team di successo di Gomorra, la serie girata in lingua inglese, ha unito le menti creative di Leonardo Fasoli, Stefano Bises, Roberto Saviano e Stefano Sollima. La sceneggiatura è nelle mani di Leonardo Fasoli e Mauricio Katz. Il nuovo drama di respiro internazionale, attraverso otto episodi, ci svelerà i passaggi con cui l'economia illegale diventa parte dell'economia legale, e come entrambe siano collegate ad una spietata logica di potere e di controllo che influenza le vite e le relazioni delle persone. Protagonista assoluto è l'impero mondiale della cocaina, lo status symbol dell'epoca moderna. Un'epoca nella quale, per assurdo, sempre più persone ne fanno uso. C'è chi vuol dimenticare la fatica e lo stress del quotidiano, chi le delusioni e il dolore della vita, chi desidera soltanto sentirsi forte e sicuro, perché la cocaina è la benzina del corpo, è la vita elevata al cubo, è la seconda vita che sembra farti un regalo prima di consumarti e distruggerti. Così, per soddisfare i nostri desideri, regalando illusioni, la chimica si è alleata con la logistica, l'economia con la politica e la criminalità è divenuta la più spietata e implacabile che il mondo abbia mai conosciuto. Gli sceneggiatori ancora una volta scelgono di raccontare il potere criminale, scelgono di fissare in volto i suoi segreti, di stare con lo sguardo fisso sulla strada e sulla finanza, perché non puoi fermarti e immortalare, ma andare avanti e scavare. Più si scende nei gironi imbiancati della coca e più la gente non sa. C'è un fiume che scorre sotto le grandi città, un fiume che nasce in Sudamerica, passa dall'Africa e si dirama ovunque. Una danza macabra che attraverso le pagine di Roberto Saviano ci conduce dai cartelli alle bande mafiose, dal produttore senza scrupoli agli spacciatori, mentre grandi carichi di cocaina viaggiano dal Messico verso l'Europa passando per gli insospettabili uomini d'affari e le potenti Istituzioni. Per quanto possano esserci polizie e sequestri, la richiesta di coca sarà sempre enorme: più il mondo diventa veloce, più c'è coca; più non c'è tempo per rapporti stabili, per scambi reali, più c'è coca. Il mondo è una pasta tonda che lievita. Lievita attraverso il petrolio. Lievita attraverso il coltan. Lievita attraverso i gas. Lievita attraverso il web. Tolti questi ingredienti, rischia di decrescere. Ma c'è un ingrediente più veloce di tutti e che tutti vogliono. Ed è la coca! Un ingrediente senza il quale non potrebbe esistere nessuna pasta. Proprio come la farina. E non una farina qualsiasi. Una farina di qualità. La migliore qualità di farina: 000.