Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

GLI USA E LA CINA A CASERTA, NELLE ESPERIENZE DI LUCA MARFE’ E MARIO VOLPE

  • Scritto da Davide Guida

Nel rispetto delle norme anti-Covid, Caserta è stata, nella suggestiva cornice dell'Enoteca Generale, terreno d'incontro per un interessante dibattito USA/China. L'evento è stato promosso dall'entourage di Luca Marfè, noto giornalista internazionale, esperto nelle politiche della Casa Bianca, e curato dal promotore culturale Bruno Marfè.
Ospite della serata è stato lo scrittore Mario Volpe autore del libro "China Prosit" (Edizioni Diogene) che si è favorevolmente prestato all'interessante colloquio con Luca Marfè, mettendo in luce pregi e difetti della Cina moderna confrontandola con l'America raccontata nel recente libro di Luca "Yes We Trump" (Paesi Edizioni).
I due autori, moderati dall'intervento di Pasquale Iorio, hanno raccontato con un'intervista reciproca, le proprie esperienze nei rispettivi paesi calcando sui pericoli e le opportunità di quello che sembra essere uno scontro ideologico e commerciale tra le due attuali superpotenze. Gli Stati Uniti e la Cina non sono solo il quadro che i media nazionali dipingono, ossia le litigiose amministrazioni che si rimpallano le responsabilità della recente pandemia e della crisi economica che investe il pianeta, ma sono due immense realtà che rivendicano la vera natura del proprio popolo.
Infatti, Luca ha ben chiarito il concetto che l'America non è solo il rimbombo delle città come New York o Washington, ma è uno Stato dove vivono soprattutto i pescatori del Massachusetts e gli allevatori del Texas che hanno identificato in Donald Trump la persona giusta per risolvere i problemi che minacciano il sogno dell'americano medio. Sogno non dissimile da quello del cinese medio che Mario ha sintetizzato nella formula delle tre chiavi: quella della casa, del negozio e dell'automobile.
Gli autori, infine, hanno risposto alle curiosità del pubblico spaziando tra le recenti teorie sulla diffusione del Covid-19 a quelle degli accordi commerciali della Nuova Via della Seta, alle politiche amministrative ed economiche della Casa Bianca e al possibile futuro di Donald Trump alle prossime elezioni presidenziali.
Il botta e risposta è stato sempre chiaro e pacato offrendo un'analisi lucida e non faziosa delle rispettive posizioni che hanno trovato la comune visione nel commento finale di Luca Marfè, il quale ha ben chiarito che il nostro quotidiano –in un mondo globalizzato- non può prescindere da ciò che accade in luoghi apparentemente molto distanti da noi.55B5F98B-9166-4E8D-8791-716135B0EE00

Add a comment

CAMBIO LOCATION PER IL PREMIO SAN GENNARO DAY-

  • Scritto da Manuela Ragucci

E8CA21A0-536B-4215-9BCC-A544F131EA3D

A causa delle sfavorevoli condizioni meteo, il Premio San Gennaro Day cambia location.
Si terrà sempre domenica 27 settembre alle ore 20.30 presso il Teatro Politeama di Napoli ( via Monte di Dio, 80).

Domenica 27 settembre alle ore 20.30 presso il Teatro Politeama (ingresso gratuito fino ad esaurimento posti- previa prenotazione tramite mail a: jescesole02@gmail.com oppure inviando un messaggio al 338 8176452) si terrà l'ottava edizione della festa laica in onore del santo patrono di Napoli che ormai rappresenta un appuntamento autunnale imperdibile per i partenopei. Un momento di festa e spensieratezza, ma anche di riflessione e di voglia di ricominciare dopo il difficile periodo che ha colpito soprattutto il comparto spettacolo.
La manifestazione la cui direzione artistica è curata da Gianni Simioli, ideatore e mattatore della kermesse prodotta dalla Jesce Sole capitanata da Fiorita Nardi, ed è sostenuta dall'Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli e Scabec, vedrà avvicendarsi ospiti che ogni giorno rappresentano la parte positiva e produttiva della città di Napoli e che, in qualche modo, rappresentano un miracolo terreno ognuna nel proprio settore.
Un cast come sempre variegato che vedrà avvicendarsi sul palco della kermesse non più allestita sul sagrato del Duomo di Napoli a causa delle avverse previsioni meteo previste per domenica, , ma che ha ha trovato casa presso il Teatro Politeama.
Sono tanti i personaggi che grazie al proprio operato riceveranno la statuetta San Gennaro Day 2020 griffata dai Fratelli Scuotto. Ecco i premiati di questa edizione:
Lapo Elkann; Gigi D'Alessio; Marisa Laurito; Stefano De Martino; la chef Rosanna Marziale; il Professore Paolo Ascierto; Enzo Chiummariello; Marcello Colasurdo; Alberto Dandolo; Alessio Forgione. Per la sezione Arte: Luigi Masecchia. Per l'imprenditoria ci saranno: Francesco Andoli (Premio Padolino),Mario e Diego Buonomo titolari di Kaory Donna e Caban; Sartoria Isaia.
"Onorare le eccellenze che si sono distinte in vari settori, dall'imprenditoria alla musica, dal teatro al cinema, dalla scienza alla letteratura – afferma il direttore artistico Gianni Simioli- mai come quest'anno è il miglior modo per ricominciare a sperare in un futuro più roseo. Un'edizione questa più intima nel rispetto delle normative anti Covid, ma che non penalizzerà lo spettacolo e la festa".

Add a comment

Giulietti a Napoli: "Un presidio di lettura in memoria di Giancarlo Siani"

  • Scritto da Sindacato unitario dei giornalisti

9EB222C0-754E-4623-9664-295BE3955E16La Fnsi con il presidente Giuseppe Giulietti, il Sugc con il segretario Claudio Silvestri e il presidente Gerardo Ausiello, l'Ussi con il segretario Pier Paolo Petino e il presidio di Articolo 21 della Campania con la portavoce Desirée Klain, hanno ricordato ieri a Napoli nella sede del Sindacato dei giornalisti Giancarlo Siani a 35 anni dal suo assassinio e per farlo, come hanno comunicato oggi al fratello Paolo e alla fondazione Giancarlo Siani, hanno scelto di sostenere e appoggiare l'iniziativa "Presidi della lettura" avviata dalla fondazione che si propone l'obiettivo di promuovere la diffusione della lettura nei quartieri a rischio. La Fnsi, il Sugc, Articolo 21 e l'Usigrai adotterranno uno dei progetti e il presidente Giulietti ha rinnovato l'adesione e la disponibilità che gli è stata manifestata da padre Enzo Fortunato, direttore della rivista San Francesco d'Assisi. La delegazione di Fnsi e Sugc si è recata nella redazione del quotidiano Il Mattino per salutare il direttore Federico Monga e i giornalisti e rinnovare l'impegno di tutta la Fnsi a partire dal segretario Raffaele Lorusso a essere scorta mediatica nei confronti di tutti i giornalisti minacciati affinché nessuno sia mai più lasciato solo. "Meglio una solidarietà mal spesa che una distrazione, una omissione, un silenzio complice" ha sottolineato il presidente Giulietti. Infine il direttore Monga ha proposto che uno dei punti di lettura sia istituito a Torre Annunziata nell'area dove è stata realizzata dal Comune con il Mattino la panchina della memoria dedicata a Giancarlo Siani.

Add a comment

La rassegna EcoCiak 2020 fa tappa a Striano con la proiezione del film "Dobbiamo parlare"

  • Scritto da UCSA

4EA5B2C2-EE6A-46A8-A051-F5145DEE10CBFa tappa a Striano (Na) il 24 settembre 2020 la Rassegna cinematografica "EcoCiak" con il film "Dobbiamo parlare". Il cinema itinerante di UCSA (Ufficio Comune Sostenibilità Ambientale) con la pellicola di Sergio Rubini, genere Commedia del 2015 e candidata a 5 Nastri d'Argento, accende i riflettori sul tema SDG (Sustainable Development Goals) 10, inerente alla riduzione delle diseguaglianze.

La proiezione, che si terrà dalle 20.30 in Piazza D'Anna n.47 (nel parcheggio dell' ex scuola elementare) racconta le diversità e le divergenze culturali di due coppie di amici. I conviventi scrittori Vanni e Linda ospitano i due amici sposati Costanza ed Alfredo, decisi quella sera a sfogare le loro frustrazioni, ma nel tentativo di contenerli, i due scrittori finiranno per scendere a loro volta in campo.

La rassegna è stata resa possibile dall'Ufficio Comune per la Sostenibilità Ambientale - UCSA (l'Ufficio che coordina e pianifica molteplici attività negli ambiti energia, cambiamenti climatici e sostenibilità ambientale) dei Comuni di Palma Campania, San Giuseppe Vesuviano, San Gennaro Vesuviano e Striano; e organizzata, nei vari Comuni, da realtà associative, anche in forma aggregata, che hanno partecipato al bando.

L'organizzazione è curata dalla Pro Loco di Striano e parteciperà al dibattito sul tema proposto del SDG 10 il giornalista de Il Mattino, Francesco Gravetti.

La partecipazione alla proiezione, che si sposterà al chiuso nell'adiacente parcheggio coperto in caso di pioggia, si terrà nel pieno rispetto della normativa di contenimento del contagio da Covid-19.

Oltre alla mascherina, alla misurazione della temperatura e a tutte le attenzioni richieste, sarà obbligatoria la prenotazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili attraverso l'app "Eventbrite".

Sul sito dell'UCSA (www.UCSA.eu) è possibile consultare l'elenco completo e aggiornato della programmazione dei film fino ad ottobre 2020.

Add a comment

BURATTINI NEL VERDE LA 20A EDIZIONE DEL FESTIVAL È DEDICATA ALL’OPERA DEI PUPI

  • Scritto da Scabec

Salvatore Bumbello 2È dedicata all'Opera dei Pupi la ventesima edizione di 'Burattini nel verde' festival internazionale del teatro di figura diretto da Aldo de Martino e Violetta Ercolano, organizzato da IPIEMME (International Puppets Museum) con la direzione artistica della Compagnia degli Sbuffi, con il sostegno della Regione Campania attraverso la Scabec e il Comune di Vico Equense.

Burattini, guarattelle, pupazzi, ombre e pupi, da venerdì 25 a domenica 27 settembre, a Vico Equense, animeranno gli spazi del Chiostro Santissima Trinità e Paradiso dalle 10,00 alle 24,00, con la partecipazione straordinaria di Mimmo Borelli (il 25 settembre), Gianfelice Imparato (il 26 settembre), Iaia Forte (il 27 settembre) che leggeranno ai più piccoli opere tratte dalla favolistica campana.

La sezione internazionale, dedicata quest'anno al Pulcinella Boemo, ospiterà l'interprete più rappresentativo dell'antica tradizione di Praga, il burattinaio ebreo Tomas Jelinek che si confronterà con tre maestri indiscussi delle guarattelle: i napoletani Bruno Leone e Salvatore Gatto e il pugliese Paolo Comentale.

Realizzato sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Senato della Repubblica, il festival presenta 15 spettacoli e 3 sessioni di laboratorio sulla costruzione e sull'utilizzo del teatro d'ombre, 3 reading dedicati alla favolistica campana ed una mostra "La Crudele Storia tra pupi e guarattelle", una raccolta di pezzi significativi della collezione dell'IPIEMME provenienti dal "Museo sul teatro di figura" che aveva sede presso la Reggia Borbonica di Castellammare di Stabia.

All'Opera dei Pupi sono dedicate anche le Tre Giornate di Studio sulle tre scuole, palermitana, catanese e la napoletana e i Premi Maria Signorelli, una vita tra le teste di legno, istituito nel 1996 (sabato 26 settembre): i vincitori saranno omaggiati da una scultura del Maestro Lello Esposito.

Si inizia venerdì 25, alle ore 11,00 con lo spettacolo 'Gianduia e la farina magica', presentato dal burattinaio Marco Grilli. Fino a domenica 27 il programma del festival propone una visione completa su tutta la produzione e sui generi del cosiddetto teatro di figura italiano ospitando gli spettacoli delle Compagni e: Burattini di Riccardo (Bologna), I Fratelli Ferraiolo (Salerno), Marionette Grilli (Torino) la Compagnia degli Sbuffi (Castellammare di Stabia), la Compagnia del Museo Internazionale del Museo delle Marionette (Palermo) la Compagnia Fratelli Napoli (Catania) e la Compagnia di Ambrogio Sparagna da Roma. I loro spettacoli si intersecano alle attività di laboratorio della 'Bottega di Mangiafuoco', aperta tutti i giorni dalle ore 18.00.

Add a comment