Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Lo stilista Rocco Barocco inaugura Tutto Sposi a Napoli

  • Scritto da Fabrizio Kuhne

Martina Ferrara Pres. Tutto Sposi lo stilista Rocco Barocco e Lino Ferrara Patron Tutto Sposi

Lo stilista italiano della moda Rocco Barocco ha inaugurato oggi il salone nazionale del wedding Tutto Sposi alla Mostra d'Oltremare di Napoli. Il Maestro, al taglio del nastro della 32esima edizione, ha dichiarato: "Sono felice di essere a Tutto Sposi perché è una occasione di ripresa. Napoli ha sempre rappresentato una piazza importante per il mondo del wedding, rilanciare il settore da questo salone, da sempre punto di riferimento del comparto, significa partire con il piede giusto. Sono ottimista, dobbiamo esserlo, facendo tutti quello che c'è da fare per superare questo momento".

A fare gli onori di casa, al fianco della presidente Martina Ferrara, del presidente della CCIAA di Napoli Ciro Fiola e ai vertici della Mostra d'Oltremare, Maria Caputo (CD) e Remo Minopoli (Presidente), anche il patron dell'evento Lino Ferrara, che ha sottolineato: "Questa edizione di Tutto Sposi segna la ripartenza. Ormai dobbiamo pensare che esiste un prima e un post Covid. Dobbiamo pensare all'incoming turistico e al settore del wedding che, prima della pandemia, in Campania ha rappresentato un fatturato di 2,7 miliardi di euro. Dobbiamo puntare all'internazionalizzazione e alla regione come wedding destination".

Il presidente della Camera di Commercio di Napoli, Ciro Fiola, da sempre attento alle necessità di ripartenza delle imprese, ha dichiarato: "Questa fiera è una ripartenza molto importante per l'economia della città. Noi come CCIAA abbiamo indetto un bando da 500mila euro a sostegno della ripartenza delle imprese. La Mostra d'Oltremare ha bisogno di eventi di questo tipo e ha bisogno di ripartire, per questo auspichiamo che anche il nuovo sindaco di Napoli consideri questo aspetto e si accordi con la Regione, prevedendo una gestione tra pubblico e privato. C'è stata, infatti, una caduta verticale negli ultimi 30 anni nella gestione della Mostra, in cui abbiamo perso fiere che si sono trasferite in altre città. Rilanciare questi spazi significa far ripartire l'economia della città e degli eventi che sono un grande attrattore turistico".

Entusiasmo anche tra gli espositori ed i visitatori per la ripartenza del settore dopo quasi due anni di chiusura obbligatoria. La richiesta di partecipazione, da parte degli espositori, è stata accontentata solo in parte visto l'alto numero di domande di adesione al salone della ripartenza che ha fatto registrare il sold out di Tutto Sposi sin da settembre. Diverso invece il discorso per i visitatori, con oltre 15mila richieste di pre accredito effettuate dalle coppie di futuri giovani sposi, che hanno affollato le aree espositive già dalle prime ore di apertura.

La campagna Tampone gratis e Green Pass per tutti, sponsorizzata dall' imprenditore della moda sposa Gino Signore, patron della Maison Signore, ha sicuramente dato garanzia e conforto per coloro che non hanno ancora effettuato il vaccino ottenendo così all'ingresso della fiera, con un tampone rapido gratuito, il Green Pass per accedere. Numerose infatti le persone che grazie all'iniziativa, ma sprovvisti del "lascia passare governativo" hanno potuto visitare l'esposizione in piena sicurezza e rispettando così il regolamento esecutivo per lo svolgimento delle fiere.

Add a comment

Esperti, Scienziati ed un Astronauta al forum sul Modelling and Simulation -16ª edizione del CA2X2 al NATO M&S COE

  • Scritto da Cristoforo Russo

MG Cavo

Si è concluso il 16° Forum CA2X2 della NATO (Computer Aided Analysis, Exercise, Experimentation) seguito dal correlato consesso "M&S Sprint Week", presso il Modeling and Simulation Center of Excellence NATO (M&S COE) in ambiente virtuale nelle strutture della caserma "De Cicco" della Cecchignola.

Il NATO CA2X2 è un forum che aggrega il mondo accademico, dell'industria e militare intorno al tema della "Modellazione e Simulazione" (M&S), con interessanti dimostrazioni e presentazioni sulle ultime tendenze della tecnologia. Il tema di quest'ultima edizione è stato "Shaping NATO's Future Modelling & Simulation Capabilities".

Attraverso la piattaforma "Hopin", dal 4 al 15 ottobre, si è ottenuta la considerevole partecipazione di 700 visitatori digitali, 39 nazioni, 21 esibitori, 51 gruppi di lavoro e 9 sponsor.

Ecco le numerose tematiche affrontate: supporto decisionale e analisi; formazione e addestramento; prontezza Operativa; sperimentazione; effetti della pandemia. In particolare Epic Games ha contribuito attivamente in qualità di sponsor principale per il progetto "Innovation transition from the labs to the field".

Tra gli ospiti sono intervenuti il Generale dell'Esercito britannico Sir Edward Smyth-Osbourne Comandante del NATO's Allied Rapid Reaction Corps, il Generale di Divisione Aerea Enrico Degni Capo del 6° Reparto dello Stato Maggiore della Difesa, il Maggiore Generale dell'Aeronautica Militare spagnola Guillermo Cavo NATO ACT Deputy Chief of Staff Joint Force Development, il generale dell'Esercito ceco Ivo Strecha Direttore del Force Development Division, il dottor Tom Irwin statunitense Direttore esecutivo del Joint Warfighting Development, il Generale dell'Aeronautica militare tedesca Wolfgang Gabelein del Bundeswehr Office for Defence Planning.

Infine tra gli illustri personaggi hanno partecipato l'astronauta Roberto Vittori, rappresentante del Ministero degli Affari esteri italiano per la componente spazio e il Brigadier Generale (LTA-A) Ilmars Lejins dello staff del Supreme Allied Commander Transformation della NATO.

Il vice-Direttore di M&S COE, Tenente Colonnello Brad Koerner dell'Esercito statunitense, nel saluto di chiusura ha dichiarato: " Questa edizione è stata la seconda condotta in modalità virtuale. In qualità di Centro di Eccellenza NATO, il nostro focus è supportare la Coalizione e le Nazioni partecipanti, attraverso il supporto, la competenza, gli strumenti, la formazione e l'addestramento. Le nuove soluzioni di Modelling and Simulation vengono messe in condivisione delle diverse organizzazioni coinvolte. Riteniamo che il CAX Forum possa giocare sempre più un ruolo importante in questo".

Add a comment

Portici, nasce il Polo dell'educazione per giovani da zero ai sei anni

  • Scritto da Alessandro Bottone

Scuola Il Ciliegio Portici Napoli 1

Nasce a Portici, nell'area vesuviana della città metropolitana di Napoli, il Polo dell'educazione per giovani da zero a sei anni. La nuova sede della scuola Il Ciliegio - a ridosso di via Libertà e dell'omonima stazione della Vesuviana - ospita l'asilo nido e la scuola dell'infanzia.

Bambine e bambini sono accolti negli spazi appositamente riqualificati in queste settimane. Particolare attenzione è stata prestata all'allestimento di tutti i locali, elemento essenziale nel processo di educazione e di formazione dei giovanissimi che potranno vivere molteplici esperienze nei diversi atelier: dalla musica al digitale, dai sapori alla scienza. Sono gli spazi di esplorazione e di ricerca dedicati anche a genitori e nonni sempre accompagnati e sostenuti da educatori e insegnanti con anni di professione alle spalle: una scuola in cui il percorso didattico è costruito grazie al contributo di tutti a partire dai bambini con le loro esigenze e individualità.

Il Ciliegio, che opera sin dal 1994 sul territorio napoletano, propone una didattica innovativa e sempre più accogliente. Nella nuova sede, infatti, si introducono le "aule aperte", un nuovo modo di intendere e di far scuola che supera il tradizionale concetto di sezione e lezione. Inoltre, il Polo dell'educazione di Portici punta su continui e proficui momenti di interazione tra i giovanissimi e tra questi e gli adulti: è nata per questo, ad esempio, la grande piazza al primo piano, luogo ideale nel quale si sperimentano momenti di crescita e confronto grazie alle esperienze con il mondo digitale e con la natura insieme agli esperti di scienze. Inedite esperienze anche nella sala da pranzo dove le bambine e i bambini saranno i protagonisti di esperimenti e occasioni di gioco con tutti i propri sensi. In più, per rendere le lezioni sempre più interessanti e stimolanti, gli spazi sono dotati di computer, tablet, lavagne interattive e smart tv oltre a tantissimi giochi selezionati dagli educatori esperti. E sin da piccolissimi potranno imparare a interagire con le lingue straniere - si studiano l'inglese e lo spagnolo - e con il linguaggio della musica grazie alla collaborazione della scuola con la pedagogista musicale Luciana Mazzone.

«La nostra idea di infanzia non nasce per addestrare, allevare, intrattenere. La nostra idea di infanzia pone l'attenzione allo sviluppo sano e creativo delle identità. Ciò che ci sta a cuore e su cui lavoriamo è la promozione di proposte autentiche allo sviluppo dell'io di ogni bambino. La nostra scuola - con i suoi luoghi educativi, i suoi tempi, le sue risorse educative - non gratifica soltanto il bambino che accogliamo ma anche il ragazzo che sarà, l'uomo che diventerà», afferma il responsabile della scuola Il Ciliegio di Portici.

Add a comment

Sostenibilità: il Premio Speciale Aretè a Giovanni Lombardi, Presidente di Tecno, al Salone della CSR e dell'innovazione sociale all'Università Bocconi di Milano

  • Scritto da Sara Napolitano

Premio Speciale Aretè a Giovanni Lombardi Presidente di Tecno

Nuovo riconoscimento per il Gruppo Tecno ed il suo fondatore Giovanni Lombardi: il premio speciale Areté Cultura Banca Generali, è stato consegnato a Milano all'Università Bocconi al Salone della CSR e dell'Innovazione Sociale .

Tecno, realtà leader nei progetti di sostenibilità per le aziende, grazie alle sua azioni di responsabilità sociale e mecenatismo è protagonista nei processi di valorizzazione del patrimonio artistico e culturale italiano: dai restauri al Museo e Real Bosco di Capodimonte al Progetto Rivelazioni di Borsa Italiana, dalle Catacombe di San Gennaro al Festival di Musica di Palazzo San Teodoro, al Teatro San Carlo.

L'evento in Bocconi del Premio Areté ha visto protagonisti soggetti d'impresa pubblica e privata, culturale e mediatica che si sono distinti nel 2021. La giuria è presieduta da Luciano Floridi, Direttore Ethic Lab Oxford University, Alma Mater Research Institute for Human Centered Artificial Intelligence Bologna. Mediapartner BFC Forbes e Gruppo24Ore, Askanews e Formiche.

Il premio, fa riferimento ad un'azione incessante di recupero e sostegno del patrimonio culturale italiano che Tecno ha promosso attraverso mostre a Capodimonte come quella dedicata a Picasso e Caravaggio, e sostenuto il progetto Rivelazioni di Borsa italiana che ha permesso il restauro di opere fra cui quella di Tiziano, che ha accolto le delegazioni per il primo incontro dei ministri della cultura del G20 a luglio a Roma, sostenuto progetti per le Catacombe di San Gennaro e per il Teatro San Carlo.

«Il ruolo delle imprese, così come quello della finanza —ha dichiarato Alessandro Mauri di Banca Generali — è fondamentale nei processi di valorizzazione dell'immenso patrimonio culturale italiano. Non a caso Banca Generali è impegnata in prima linea e in molte iniziative sul territorio. Per questo abbiamo voluto istituire il Premio Speciale Areté all'Arte e alla Cultura. Abbiamo vagliato e condiviso la segnalazione del comitato scientifico per l'azienda Tecno di Giovanni Lombardi e apprezzato la concretezza e la costanza a sostegno delle attività artistiche e storiche espressione della grande città di Napoli».

«Abbiamo messo in campo un'articolata strategia per creare un circolo virtuoso di mecenatismo che fa bene all'arte e alle stesse aziende — dichiara Giovanni Lombardi. Lo abbiamo fatto attraverso attività diverse come l'adozione e il restauro di alcune importanti opere grazie al costante supporto di imprese di rilievo. Napoli ha tanto da dire sul fronte della tutela del patrimonio e sa come farlo, ritrovarci in una cornice che ben rappresenta i valori della nostra azienda è davvero rilevante. Da sempre riteniamo che un percorso di sostenibilità fa crescere l'impresa. E azioni e percorsi virtuosi e possono fare del bene al business, all'ambiente, all'arte».

"Tecno- dichiara - il Direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellanger- ci è stata vicina nel restauro dell'importante dipinto di Pier Luigi Farnese di Tiziano con il Progetto Rivelazioni di Borsa Italiana che Giovanni ha portato a Capodimonte, ma anche nell'allestimento di mostre per noi significative come "Napoli Napoli. Di lava, porcellana e musica" o "Raffaello a Capodimonte: l'officina dell'artista", per citarne solo alcune. La generosità di Giovanni Lombardi è contagiosa e ha fatto da esempio per altri imprenditori napoletani che si sono avvicinati a Capodimonte e hanno sostenuto i nostri progetti e continuano a farlo, come di recente è avvenuto con l'acquisto della Coppaflora, unica opera di Gemito in argento presente nella collezione di Capodimonte dedicata all'artista".

L'azienda, fondata nel 1999 da Lombardi, conta oltre 3500 imprese clienti in tutti i settori produttivi e ha in suo quartier generale a Napoli e sedi in Italia a Bologna e Milano e all'estero (BerlinoParigi e Istanbul).
Dal 2017 è in Elite, il programma internazionale nato in Borsa Italiana nel 2012 in collaborazione con Confindustria e dedicato alle aziende più ambiziose, con un modello di business solido e una chiara strategia di crescita. Dal 2020 il gruppo Tecno fa parte del Global Compact delle Nazioni Unite con l'impegno a rispettarne i 10 principi e a comunicare le azioni individuate per perseguirli. Ha vinto per la quarta volta il Premio Deloitte Best Managed Companies nel 2021, rientrando nella categoria gold.

Durante l'evento in Bocconi vi è stata la consegna dei Premi e la nomina dei Maestri della Responsabilità 2021 da parte di Enzo Argante Presidente di Areté, dal filosofo Luciano Floridi Presidente della Giuria, dal direttore di Forbes Alessandro Rossi, presidente della giuria della stampa.
Aretè è diventato il luogo della comunicazione responsabile, dal Premio Aretè nasce un progetto di informazione: www.dearete.org che propone un viaggio nella comunicazione al tempo del digitale. Sotto l'egida del professor Luciano Floridi da Oxford e la partecipazione degli studenti universitari del programma Siamo Jedi, in onda su BFC Forbes e in streaming su www.ilsole24ore.com.

Add a comment

Hikaya: 4 donne dall'Afghanistan, podcast per sensibilizzare e favorire la raccolta fondi lanciata da Pangea, a sostegno delle donne e bambini di Kabul

  • Scritto da Mimmo Caiazza

UJrKUrwgHikaya: 4 donne dall'Afghanistan, un progetto concepito da Nucleo Media Studio per sensibilizzare e favorire la raccolta fondi lanciata dalla Fondazione Pangea Onlus per sostenere le donne afghane vittime di violenza.

Un'idea nata appena la situazione sociale in Afghanistan è precipitata, e realizzata per agire concretamente in merito alla questione, attraverso la produzione di un podcast sulla tematica.

Add a comment Leggi tutto: Hikaya: 4 donne dall'Afghanistan, podcast per sensibilizzare e favorire la raccolta fondi...