Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Olimpiadi Sochi: nuova strage di cani randagi

  • Scritto da Redazione

olimpiadi-sochi-2014Lo sterminio sistematico dei cani randagi è purtroppo diventato una prassi che accompagna puntualmente, ogni edizione di eventi sportivi internazionali con sede in una delle città dell'Est Europa.

Dopo le atrocità denunciate da cittadini e associazioni per i diritti degli animali in occasione dei campionati europei di calcio del 2012 in Ucraina, adesso l'eliminazione dei randagi è di scena a Sochi, località prescelta per le tanto attese Olimpiadi invernali del 2014.

Add a comment Leggi tutto: Olimpiadi Sochi: nuova strage di cani randagi

San Pietro: minacciano di darsi fuoco, bloccati dalla polizia

  • Scritto da Redazione

Polizia-300x261Le forze dell'ordine hanno immobilizzato e bloccato i due uomini che minacciavano di darsi fuoco in piazza San Pietro. Con un blitz, i due sono stati immobilizzati ed è stato impedito loro di darsi fuoco utilizzando delle coperte. I due sono stati presi in consegna dalla Polizia. Piazza San Pietro era blindata e sul posto sono intervenute sia la Polizia italiana sia la gendarmeria vaticana.

I due uomini avevano in mano una bottiglia con benzina ed un accendino.

Add a comment Leggi tutto: San Pietro: minacciano di darsi fuoco, bloccati dalla polizia

La Consulta boccia la legge Fini-Giovanardi: pene più basse per le droghe leggere

  • Scritto da Redazione

marijuanaLa Corte Costituzionale "boccia" la legge Fini-Giovanardi che equipara droghe leggere e pesanti: nella norma di conversione furono inseriti emendamenti estranei all'oggetto e alle finalità del decreto. Con la decisione rivive la legge Iervolino-Vassalli come modificata da referendum del '93, che prevede pene più basse per le droghe leggere.

Add a comment Leggi tutto: La Consulta boccia la legge Fini-Giovanardi: pene più basse per le droghe leggere

Palermo: non ha soldi per il dentista, diciottenne muore per un ascesso

  • Scritto da Redazione

ambulanza4Un banale mal di denti, un semplice ascesso, si trasforma in tragedia: una diciottenne palermitana del famigerato quartiere Zen, Gaetana Priola, è morta la scorsa settimana all'ospedale Civico per un'infezione che ha raggiunto i polmoni. La ragazza non si era curata perché non avrebbe avuto i soldi per andare dal dentista. Il referto dell'ospedale parla di "shock settico polmonare".

La giovane era svenuta in casa. Trasportata al Buccheri La Ferla e poi al reparto di rianimazione del Civico, le sue condizioni sono apparse subito gravi. "La paziente è arrivata in condizioni serie dal Buccheri La Ferla ed è stata ricoverata in seconda rianimazione dove le è stata diagnosticata una fascite, infezione grave che partendo dalla bocca si era già diffusa fino ai polmoni - dicono al Civico - I medici hanno fatto di tutto per salvarla, ma le condizioni critiche si sono ulteriormente aggravate e la scorsa settimana è deceduta". Secondo i medici odontoiatri la fascite, dovuta a complicazioni di ascessi, è un fenomeno in aumento perché la gente si trascura e riduce i controlli dentistici. Al momento non c'è nessuna denuncia della famiglia e nessuna inchiesta è stata aperta.

Add a comment