Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Iracheno con la maglia del Napoli giustiziato dall'Isis

  • Scritto da Redazione

isis-3A fare chiarezza su alcune immagini che oggi hanno fatto il giro di forum e social network, Mario Basile di Repubblica: la persona decapitata dai terroristi del califfato islamico non è un tifoso del Napoli Calcio, né la sua uccisione è interpretabile – come alcuni ipotizzavano data appunto la maglietta indossata – come una minaccia all'Italia.

 

I media arabi avevano riportato la notizia domenica 15 febbraio. In realtà non è il primo ostaggio del califfato che indossa una maglietta di calcio di una qualche società italiana: pochi giorni fa erano state pubblicate simili immagini di un uomo che indossava la divisa della Lazio.

La cosa si deve probabilmente al fatto che nell'area mediorientale operano numerose associazioni umanitarie – come l'onlus Dribbla la Povertà – che tra i vari aiuti distribuiscono anche magliette di compagini calcistiche."