Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

La Guerra dell’Oro Nero!

  • Scritto da Raffaele De Rosa

petrolio-620x372Il mostro del coronavirus mette in ginocchio l'economia mondiale. Le maggiori economie del Mondo sono in recessione. Ma mentre il mondo è attanagliato dalla pandemia Russi e Arabia Saudita trovano il tempo per scatenare la guerra del petrolio sui mercati finanziari.

All 'ultimo vertice dei paesi Opec,la Russia si rifiutata di operare un taglio alla produzione dei barili di petrolio di 500.000 mila unità,da aggiungere,al taglio,di milione di barili garantiti dai paesi del golfo. I russi mantenendo alta la produzione vogliono far fronte alla perdita di richieste che venivano dalla Cina ,che a seguito dell'effetto dell'epidemia ha visto diminuita la produzione nazionale .Ma ciò ha scatenato la reazione dei produttori arabi che hanno aperto i rubinetti aumentando la produzione e praticato forti sconti ai migliori clienti .La crisi finanziaria non si è fatta attendere la di munizione del costo del greggio ha causato la discesa di tutti gli indici azionari e dei buoni del tesoro. La provvisoria risalita ritengono a Wall Street sarà solo temporanea, il tempo necessario per consentire al costo del barile di petrolio di raggiunga un costo di 20 dollari. Gli analisti ritengono che il crollo del prezzo del petrolio non si arresterà anche se sarà operato il taglio alla produzione di un 1.500.000 barili,ormai misura assunta in ritardo. Gli azionisti americani sono convinti che questo gioco al ribasso russo metta a rischio la stessa stabilita politica ed economica del governo d iPutin.