Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

ACI Salerno Guida con il cuore - La nuova campagna di sicurezza stradale

  • Scritto da ACI Salerno

Demasi Vincenzo Presidente Aci Salerno copy

Aci Salerno, in occasione della Settimana europea della mobilità che è iniziata il 16 settembre, invita gli utenti della strada a rispettarsi reciprocamente, osservando le regole della strada, per esempio i limiti di velocità, le segnalazioni dei semafori e il diritto di precedenza.

"L'impegno dell'Automobile Club Salerno nel campo della educazione e sicurezza stradale si sta intensificando sempre di più e proprio in questa settimana dedicata alla mobilità – ha dichiarato il Presidente dell'ACI Salerno Vincenzo Demasi – rafforzeremo i nostri sforzi per contribuire a ridurre il numero di incidenti, feriti e morti sulle nostre strade. E' per questo che vogliamo sostenere con forza la nuova campagna di sicurezza stradale lanciata dalla FIA - Federazione Internazionale dell'Automobile - Regione I – per promuovere comportamenti di guida più sicuri".

"Stiamo programmando, tra le tante iniziative, ad anno scolastico appena iniziato, - ha confermato il Direttore Aci Salerno Giovanni Caturano - nuove e più incisive attività di formazione a largo raggio delle nuove generazioni finalizzate ad una guida più sicura e alla prevenzione dell'incidentalità.

In base all'approccio "Safe Systems" applicato alla sicurezza stradale, tutti gli utenti della strada condividono la responsabilità di prevenire gli incidenti. A fronte di una sempre maggiore varietà di mezzi di trasporto su strada, il rispetto delle regole stradali diventa ancora più cruciale per garantire una maggiore sicurezza a tutti gli utenti della strada.

"Siamo convinti – affermano all'Aci Salerno – che tutti gli utenti della strada, conducenti, ciclisti o pedoni, devono sapersi mettere nei panni degli altri utenti della strada quando si trovano in mezzo al traffico e devono rispettarsi reciprocamente ed essere responsabili. Garantire spostamenti sicuri è possibile".