Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

borbonico

VINOXROMA: 5 giornate di incontri, dibattiti, degustazioni e cooking show

  • Scritto da MG LOGOS

VinoxRoma

Mancano pochi giorni all'inizio della kermesse che renderà Roma, per 5 giorni, la capitale del vino. Da martedì 13 a sabato 17 luglio, lo splendido Giardino delle Cascate dell'Eur accoglierà la prima edizione di "Vino X Roma", evento dedicato alla cultura enogastronomica italiana - prodotto da Excellence in collaborazione con Eur Spa - che vedrà partecipare in tandem una selezione di produttori vinicoli del nostro Paese e i principali esponenti della ristorazione locale.

"Vino X Roma nasce dalla volontà di promuovere la viticoltura sostenibile, tema a noi molto caro, che abbiamo pensato di sottolineare 'creando' un evento a impatto zero" spiega l'ideatore Pietro Ciccotti, fondatore di Excellence con il fratello Claudio. "Pensiamo si debba dare il giusto spazio ai talenti che ogni giorno contribuiscono a rendere grande il Made in Italy agroalimentare nel mondo. La pandemia ci ha insegnato che è dal nostro Paese che dobbiamo ripartire, per questo siamo sempre più convinti dell'urgenza di puntare i riflettori sulle eccellenze del territorio".

A fargli eco Antonio Rosati, A.D. di Eur Spa, società proprietaria del Giardino delle Cascate: "Il vino italiano di qualità e il talento culinario saranno un importantissimo volano della ripresa economica post-pandemica, che, nel quadro dell'economia della bellezza che stiamo sostenendo all'Eur, può diventare un significativo fattore di crescita per il turismo e l'accoglienza della città. E' per noi la prima edizione, a cui crediamo moltissimo. In particolare come attenzione verso i giovani per diffondere la cultura del bere responsabile e divertente".

Il vino sarà protagonista del nutrito programma suddiviso in quattro aree tematiche:
Bibenda Tasting Area - dove saranno in programma degustazioni a cura della Fondazione Italiana Sommelier;
Cooking Show Area - per scoprire l'abbinamento perfetto tra il vino e le ricette elaborate dai più noti chef di Roma e del Lazio tra cui Ciro Scamardella e Fabio Sangiovanni, dei ristoranti Pipero e Aroma, entrambi con una stella Michelin;
Green Arena - suggestivo spazio dedicato a talk e incontri con personaggi di spicco, per sottolineare il valore del vino come atto culturale grazie alla rassegna curata da Isabella Perugini "Agri-culture" dove ogni sera artisti, scrittori, giornalisti come Edoardo Bennato, Oscar Farinetti, Pierluigi Pardo, Angelo Mellone, Simone Tempia e Rocco Tolfa e tanti altri ci condurranno alla scoperta del forte legame tra il vino, la cultura, la tradizione e l'arte.
WineXAbility - cocktail bar temporaneo concepito da Massimo D'Addezio - tra i migliori barman italiani - in collaborazione con Drinkable-berebeneovunque per scoprire inedite commistioni tra il vino e il bere miscelato.
Durante la serata inaugurale, presentata dalla conduttrice Rai Federica de Denaro, verranno assegnati dalla redazione di Excellence Magazine 6 premi ad altrettanti protagonisti del settore enogastronomico, tra i quali Salvatore Tassa, Raffaella Bologna e Marco Caprai.

Non solo vino, dunque, ma anche ristoranti, spirits e cultura: un mix vincente che a Vino X Roma si traduce in un fitto programma da vivere intensamente, dalle 19,00 alle 24,00.

Add a comment

Doppio appuntamento il prossimo week-end per Tenuta Cavalier Pepe: al Naturae et Purae e a Verona per il Walk Around

  • Scritto da Annalisa Tirrito

Milena Pepe 1

Il 18, 19 e 20 giugno 2021 sarà un lungo week-end di promozione per Tenuta Cavalier Pepe, che parteciperà alle anteprime degli eventi di Merano e di Verona in programma nei prossimi mesi. Ripartire e riappropriarsi di spazi ed eventi un tempo di routine è un obiettivo primario per la Tenuta Cavalier Pepe. Proprio per questo, la titolare Milena Pepe parteciperà in prima persona agli eventi, dove si potrà di nuovo godere dell'emozione di degustare insieme i vini delle denominazioni irpine.

Il 18, 19 e 20 giugno la Tenuta Cavalier Pepe sarà presente al Naturae et Purae, anteprima del Merano Wine Festival nell'area Campania Felix ideato con la collaborazione della Regione Campania e Misteryapple. In particolare, nelle giornate di venerdì e sabato parteciperà all'evento dal titolo Blanc de Blanc dove sarà presentato il Santa Vara 2019, il Brancato 2018 e il Nestor 2020. A seguire la domenica, ampio spazio ai vini rosati tra cui anche il Rosato Vela Vento Vulcano 2020. Inoltre, durante i tre giorni l'azienda sarà presente anche allo stand del Consorzio Tutela Vini d'Irpinia con il Santo Stefano 2015, Opera Mia 2014, e La Loggia del Cavaliere 2013, oltre a partecipare, come unica azienda irpina tra trenta realtà, alle degustazioni della Regione Campania, con i vini Santa Vara 2019, Brancato e Grancare 2018.

Ma non finisce qui. Il 20 giugno, infatti, la Tenuta Cavalier Pepe sarà a Verona per il Walk Around b2b per aziende e international buyers, in attesa della Special Edition di ottobre, ovvero il Vinitaly Preview, dove presenterà due eccellenze: La Loggia del Cavaliere 2013 e il Brancato 2018.

Entrambi sono appuntamenti importanti per la Tenuta, che segnano la ripresa e la volontà di ripartire, mostrando al pubblico tutte le novità in continua evoluzione. Tenuta Cavalier Pepe, infatti, è un fiore all'occhiello per la Campania, con una solida presenza in Italia e anche una ampia presenza nei mercati internazionali. La superficie vitata, attualmente di oltre 60 ettari di vigneti, nel cuore della DOCG Taurasi e 11 ha di oliveti. L'azienda produce vini doc e docg irpini rossi, bianchi, vino passito, spumante e olio d'oliva, con un punto vendita aziendale aperto tutti i giorni ed offre la possibilità di vivere esperienze enoturistiche con degustazioni, visite guidate nei diversi ambienti della cantina e passeggiate tra i vigenti e oliveti secolari, per raggiungere sul crinale il ristorante della Tenuta.

Add a comment

VinoXRoma by Excellence - il vino sostenibile incontra la Capitale

  • Scritto da MG LOGOS

il-vino-sostenibile 1

La cultura del vino italiano incontra la città di Roma. Nella cornice del Giardino delle Cascate all'Eur dal 13 al 17 luglio, da martedì a sabato, si terrà la manifestazione "Vino X Roma" organizzata da Excellence in collaborazione con EUR spa.

Cinque giorni dedicati alla cultura enogastronomica, in particolare alla produzione vitivinicola del nostro Paese e alla grande ristorazione della Capitale, il tutto sotto il segno della sostenibilità ambientale, economica e sociale. L'iniziativa mira a fare il punto sui progressi in termini qualitativi che disegnano i contorni di una produzione sempre più evoluta e amica del territorio, complice la svolta "green" intrapresa da un numero di aziende in crescita esponenziale.

"Vino X Roma è un progetto assolutamente in linea con i tempi e le sensibilità attuali – spiega Pietro Ciccotti, Founder di Excellence - A nostro giudizio la combinazione qualità alimentare-sostenibilità-cultura è ormai imprescindibile patrimonio comune. Ed è per questo che abbiamo pensato a una manifestazione che, pur senza rinunciare al piacere di degustare vini, prodotti e piatti di altissimo livello, sia in grado di offrire al visitatore emozioni e spunti di riflessione da condividere in un percorso suggestivo in una delle aree verdi più belle della Capitale".

Effettivamente l'Eur è un altro dei grandi protagonisti di Vino X Roma. Il quartiere - simbolo dell'architettura razionalista, essenziale e libera da orpelli, diventa palcoscenico ideale per la rappresentazione concettuale delle eccellenze enogastronomiche italiane, esposte come opere in un museo di arte moderna a cielo aperto, dove il pubblico potrà incontrare gli artigiani del vino, degustare i prodotti e accedere allo spazio della grande ristorazione in cui ogni sera si alterneranno i maggiori professionisti della capitale.

Le scenografiche cascate faranno da cornice al teatro, dove il ricco palinsesto porterà alla ribalta talk animati da professionisti del settore che si confronteranno sulle attuali tematiche del mondo del vino, momenti di approfondimento culturale con la presentazione di volumi inediti e incontri con gli scrittori, degustazioni tematiche a cura della Fondazione Italiana Sommelier (F.I.S.), mini corsi amatoriali di avvicinamento al vino.
Il vino sarà protagonista anche del nutrito palinsesto di cooking show, dove ogni piatto uscirà in abbinamento con il calice perfetto, mentre nello spazio "WineXability" il barman Massimo D'Addezio porterà il pubblico alla scoperta del bere miscelato, svelandoci attraverso "DRINKABLE-Berebeneovunque" l'insolito matrimonio tra vino e spirits.

Tutto questo e molto altro all'insegna della sostenibilità grazie anche alla collaborazione con Ekoe e Plastic Free, fornitori ufficiali di materiali compostabili per l'intera manifestazione.

Add a comment

Salvatore Molettieri ospite ad OperaWine con il Taurasi DOCG Vigna Cinque Querce

  • Scritto da Simone Ottaiano

Salvatore Molettieri

Ancora una volta l'Azienda Vitivinicola Salvatore Molettieri di Montemarano (AV) è stata selezionata tra le migliori cantine italiane che parteciperanno all'edizione 2021 di OperaWine, l'evento con cui Vinitaly celebra la ripresa degli eventi in presenza dedicati al mondo del vino.

L'iniziativa, dedicata alle eccellenze del vino italiano realizzata in collaborazione con Wine Spectator, si terrà sabato 19 giugno a Verona e ospiterà 186 aziende selezionate dalla rivista americana che quest'anno si danno appuntamento in una nuova location. A ospitare la grande degustazione anche per ragioni di distanziamento, sono le Gallerie Mercatali, la fascinosa struttura di archeologia industriale di fronte alla fiera di Verona appena restaurata.

Per l'occasione l'Azienda Vitivinicola Salvatore Molettieri presenterà il suo Taurasi DOCG Vigna Cinque Querce dell'annata 2010. Si tratta di un vino dal colore rosso rubino, cupo e intenso, che si offre al naso intenso e complesso, con sentori speziati di pepe e noce moscata ed eleganti sfumature balsamiche, che si fondono a sensazioni di prugna matura e di liquirizia e caffè. Al gusto è caldo, grosso, opulento, ma anche estremamente fresco e sapido, con la fitta trama tannica. La degustazione lascia in bocca un lungo ricordo di frutta matura e torrefazione. Un vino di grande carattere, da accompagnare a cacciagioni e selvaggina nobile e a grandi formaggi stagionati. Un grande vino, dunque, scelto per partecipare ad un'imperdibile occasione per tornare, finalmente, a conoscere e degustare l'eccellenza enologica italiana in presenza.

Add a comment

FOOD & ROSÉ SELECTION BY CMB: ALL’ITALIA 5 TROFEI PER I MIGLIORI ABBINAMENTI VINO ROSATO-CIBO DELL’ANNO

  • Scritto da Maria Grazia D’Agata

Relatori presentazione-Food-Rosé-Selection-by-CMB-003

Il Concours Mondial de Bruxelles traccia nuovi trend in fatto di food e pink wine pairing con la prima edizione della Food & Rosé Selection, che a L'Aquila ha visto 'sfilare' oltre 120 etichette top d'Europa in gara per i migliori abbinamenti cibo-vino rosato dell'anno. Arrivano da Francia, Portogallo, Spagna, Romania, Bulgaria, Moldavia, Slovacchia e naturalmente Italia, i vini vincitori dei Trofei Food & Rosé Selection previsti dalla competizione, che si è svolta dal 4 al 6 giugno in collaborazione con la Regione Abruzzo, grazie soprattutto all'impegno del vicepresidente Emanuele Imprudente.

Ventriquattro pink label in tutto che, secondo la prestigiosa giuria composta da 45 esperti internazionali, brillano per la spiccata versatilità non solo durante l'happy hour ma anche e soprattutto a tutto pasto, tanto da candidarsi a diventare le nuove 'star' delle tavole di ogni consumatore, esperto o semplice appassionato.
L'Italia, in particolare, ha conquistato cinque titoli per le categorie: aperitivo (con il Joy Rosé Brut 2020 dell'azienda friulana Forchir Di Bianchini), pesce crudo (con il Marisa Cuomo Rosato 2020 della cantina campana Marisa Cuomo), salumi (con il Rosè d'Amour 2019 dell'azienda ligure Possa), carne cotta (con il Karma Rosé 2020 dell'azienda abruzzese Chiusa Grande) e formaggio (con Il Casato Pinot Grigio Rosato 2020 dell'azienda veneta Schenk Italia).

Ad animare i fornelli della gara è stata la prestigiosa cucina del ristorante aquilano Magione Papale che per l'occasione ha proposto piatti di terra e di mare tipici dell'Abruzzo, preparati insieme ai ragazzi dell'Istituto Alberghiero "Leonardo da Vinci L'Aquila". Una vera e propria carrellata di eccellenze made in Abruzzo, proposte alla cieca insieme ai vini finalisti della competizione sotto forma di ricette gourmet che vanno: dai Paccheri con Ventricina del Vastese dolce e mozzarelline allo Zafferano DOP dell'Aquila alla Zuppettina fredda di Lenticchie di Santo Stefano di Sessanio, Patata "Agata" IGP del Fucino e salsiccia di fegato aquilana piccante; dal Brodetto di pesce all'abruzzese al Caciocavallo di Pescocostanzo su pane di Solina con miele millefiori abruzzesi; dagli Arrosticini abruzzesi ai Veli di spada con Fico secco reale di Atessa su piangiocche fritte; fino alle ricette dolci a base di Amaretti morbidi e mostaccioli, senza tralasciare le proposte per l'aperitivo, come la Strascicata di controfiletto di manzo.

Ma la gara, nel corso della tre giorni, è stata inoltre l'occasione per fare il punto sul fenomeno del drink pink grazie agli incontri curati da: Consorzio per la Tutela dei Vini d'Abruzzo; Gilles Masson e Nathalie Poulzagues, rispettivamente direttore e project manager del Centro di ricerca e sperimentazione sul vino rosato in Provenza; Pierpaolo Penco, consulente di marketing enogastronomico di Affinamenti e Country Manager Italia di Wine Intelligence; Kateřina Slezáková e Gaia Gottardo, rispettivamente responsabile marketing di Vinolok e distributore Vinolok presso Amorim Cork Italia S.p.A.

La prima edizione di Food & Rosé Selection by Concours Mondial de Bruxelles (concoursmondial.com/it/food-rose-selection-2/) si è svolta nel pieno rispetto delle distanze di sicurezza e delle misure sanitarie anti Covid, grazie anche ai dispositivi dell'azienda abruzzese Safegatepro (www.safegatepro.it), sponsor dell'iniziativa, e a Dante Labs dell'Aquila che ha fornito il laboratorio mobile per i test Covid.
La Selezione Rosè del Concours Mondial de Bruxelles torna per la seconda edizione a marzo 2022, ma questa volta in Spagna.

Add a comment