Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

borbonico

Short master in progettazione partecipata e dieci minispot per promuovere il volontariato sul web con Sodalis CSVS

  • Scritto da Maria Siano

6E481EA4-0935-4981-8146-6A67B62F1713

Aperte le iscrizioni allo short master "Progettazione partecipata e valutazione d'impatto." Un percorso formativo on-line dedicato alla progettazione sociale. L'attività intende sviluppare lo strumento della progettazione come metodo, con il quale le Organizzazioni di Terzo Settore sviluppano le proprie capacità di interazione con le istituzioni pubbliche e private.

L'attività formativa è rivolta ai partecipanti del percorso UNIVOL- Università del Volontariato 2020, realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Studi Politici Sociali di UNISA e ai volontari degli E.T.S. della provincia di Salerno.
Docente del corso Sabato Aliberti, professore Unisa. Prima lezione il 16 novembre 2020.
Per iscriversi allo short master basta compilare il form presente sul sito www.csvsalerno.it. Le iscrizioni sono aperte fino al 13 novembre 2020.
Attivo per le associazioni della provincia di Salerno il servizio Ciak Molto Bene. Dieci mini spot per dieci organizzazioni, video destinati a promuovere le attività del volontariato e le sue tematiche.
Le associazioni potranno realizzare video dedicati alla propria mission associativa, potenziare il lavoro di rete tra ETS – enti di Terzo Settore e altri soggetti della comunità locale.
Possono fare richiesta del servizio le ODV e le APS con sede legale in provincia di Salerno, iscritte o non iscritte agli albi regionali. Tutte potranno realizzare un mini spot da promuovere in TV, web e social network con il supporto del CSV. Per partecipare anche qui basta compilare il modello dati presente sul sito del CSV Salerno.

Add a comment

Chiusura centri commerciali nel weekend: la proposta in Campania

  • Scritto da Free press

1D878A03-E5A5-483C-80CB-371AFD832AD2Graziano (ADCC): "Una follia chiudere i centri commerciali"
Duro intervento di Gaetano Graziano, vice presidente dell'Associazione dei Direttori dei Centri Commerciali d'Italia, sulla proposta di chiudere i centri commerciali nel week-end per contenere la pandemia, già attuata in Lombardia. Gaetano Graziano ha dichiarato: "Siamo forse gli unici che fanno rispettare alla lettera le prescrizioni anti-Covid. Far abbassare le saracinesche solo a noi significa prima di tutto far perdere una fonte di reddito a tutti coloro che lavorano solo nel week-end e comunque ciò causa un sensibile calo di fatturato visto che le entrate maggiori le registriamo proprio a fine settimana, e alcuni negozi siti nelle gallerie potrebbero definitivamente abbassare la serranda".

Add a comment

Nasce il Portale della Legalità per trattare le principali problematiche dell’adolescenza

  • Scritto da Annarita Del Donno

spazioaperto

L'Associazione Spazioaperto, in piena emergenza Covid-19, analizzando le attuali problematiche che le Istituzioni scolastiche sono chiamate ad affrontare, con le molteplici difficoltà per aprire le scuole ai ragazzi, ha deciso di creare uno strumento potentissimo a sostegno di tutte le scuole italiane.
In collaborazione con l'Associazione Oltre lo sport è stata ideata e strutturata la Rete di Scopo, Né vittime né prepotenti, tra gli Istituti di ogni ordine e grado a livello nazionale per promuovere un nuovo approccio alle tematiche adolescenziali del bullismo, del cyberbullismo e dei disturbi del comportamento alimentare con attività sinergiche svolte sul proprio territorio anche in modalità online.
La forza di questo nuovo strumento è potentissima se si considera che è il primo progetto italiano basato su un approccio unico e sinergico per tutti gli istituti scolastici. Per la prima volta, sarà possibile analizzare le problematiche in modo uniforme a prescindere dal territorio in cui è ubicata la scuola e con il supporto di professionisti.
Per realizzare il progetto e quindi, la rete di scopo, ci si avvarrà del Portale "LEGALITA' - i codici delle relazioni" uno strumento a servizio di tutte le scuole partecipanti all'iniziativa. Il portale vuole essere il luogo virtuale dove formarsi e informarsi attraverso una modalità differente. Dove far incontrare i docenti, gli alunni e le loro famiglie offrendo spunti di riflessioni e momenti di aggregazione virtuale.
In un periodo come quello appena trascorso si è fatto molto uso del digitale che con tutte le difficoltà organizzative ha permesso di restare" vicini" agli alunni e comunque ha costituito il mezzo per restare in contatto con il mondo: corsi di formazione, didattica a distanza, post di vita condivisa.
Non si sa cosa succederà e come sarà organizzato il nuovo anno scolastico, ma sarà possibile restare in contatto attraverso legalità - i codici delle relazioni.
Il progetto intende diffondere, nelle comunità scolastiche, conoscenze e buone pratiche affinché insegnanti, genitori e studenti siano in grado di affrontare insieme e in modo proattivo questi problemi che investono prevalentemente il mondo dei ragazzi "sempre connessi" e in questo modo particolarmente esposti alle subdole e spesso da loro sconosciute minacce della rete.
Essere promotori di reti di scopo, permettere agli alunni e ai docenti d'Italia di poter lavorare in sinergia su un obiettivo comune, potersi ritrovare tutti nello stesso luogo nello stesso momento, è una sfida interessante che ci è sembrato valesse la pena lanciare e sostenere in vista di uno scopo più elevato: far apprendere, sperimentare, sviluppare e far fiorire liberamente, capacità talenti e aspirazioni.
Gli utenti del portale saranno i veri protagonisti, al centro del progetto e della narrazione.
Organizzato in sezioni, contiene i video di formazione/informazione di esperti qualificati e sarà possibile scaricare materiale utile, visionare i video e soprattutto le scuole potranno postare i loro contributi.
Sono caricate anche alcune iniziative, quale la staffetta di scrittura creativa seguita dallo scrittore Gianlivio Fasciano e il concorso fotografico promosso dal Circolo fotografico Sannita, da proporre ai propri studenti con la supervisione del referente del Bullismo e alla Legalità o di chi vorrà affiancarli in questo percorso.

Add a comment

Raccolta fondi avviata da Nicola Arpaia per una fattoria didattica gratuita per bambini e adulti

  • Scritto da Barbara Landi

fattoria didattica"Fin da bambino coltivo il sogno di diventare un imprenditore agricolo e di dar vita ad una fattoria didattica per permettere a bambini e adulti, gratuitamente, di poter vivere un'esperienza a contatto diretto con l'ambiente naturale e gli animali. Un desiderio che ha iniziato a manifestarsi all'età di 14 anni, quando mio padre, all'inizio degli anni 2000, ha comprato un appezzamento di terreno a Trentinara, nel Cilento. Da quell'istante è nato il mio sogno, ovvero vivere in natura.

Così, poco più che adolescente, ho iniziato ad investire i miei primi risparmi in questo progetto, già dall'età di 18 anni fino ad oggi che ne ho 28. Ora però ho bisogno del vostro aiuto per realizzare concretamente il mio sogno e per far sì che questa idea cresca e che da un semplice appezzamento di terreno possa nascere una piccola impresa agricola, sviluppata su una visione rural ed ecosostenibile, che coniughi le metodologie arcaiche tramandate dalle antiche generazioni alle nuove metodologie dell'industria 4.0 e dell'innovazione, senza però perdere la sua vocazione originaria e identitaria. Perché fare agricoltura in Campania, ed in particolare nel Cilento, significa custodire un patrimonio prezioso di biodiversità, affinché non vada disperso dalla globalizzazione o dalla massificazione.

Agricoltura è cultura, è tradizione, è artigianalità: è il lavoro dell'uomo, che riesce a costruire valore attraverso le sue mani solcate dalla fatica. Fascino e fatica, ma anche nuova economia e sviluppo per le aree interne, che può allargarsi anche ad altri giovani come me: ben 6 ragazzi insieme a me, della mia stessa età, che avrebbero l'opportunità di non abbandonare il Meridione o l'Italia per un altro destino, per costruire share economy qui al Sud. Mantenere viva la tradizione e tramandarla ai più piccini, alle famiglie, alle giovani generazioni.

Vogliamo rimanere qui, vogliamo concretizzare qui il nostro sogno, con allevamenti di animali liberi al pascolo, con produzioni bio e laboratori artigianali per realizzare prodotti di nicchia con le antiche ricette. Abbiamo bisogno però del vostro sostegno.

Ho deciso di sfidare un sistema economico che presenta numerose criticità nel Mezzogiorno e di non farmi scoraggiare dal contesto socio-economico sfavorevole. Anzi, voglio rilanciare la mia idea e realizzare un progetto che faccia sentire completi e pienamente realizzati tutti coloro che, anche con pochi centesimi, ci sosterranno nella nostra impresa. Per questo abbiamo deciso di lanciare la nostra progettualità di crowdfunding, con una raccolta fondi per una start-up a cui tutti possono contribuire.

Abbiamo una struttura a disposizione di circa 500 metri quadri, il cui piano sottostante sarà destinato ai diversi laboratori artigianali, impostato sul concept "dal produttore al consumatore", in un'ottica ecosostenibile, sviluppando il commercio di prossimità e valorizzando le nostre aree interne, che rischiano lo spopolamento, senza dimenticare il risvolto sociale, con la possibilità di occupare e di far lavorare coloro che vengono definiti "invisibili" dal governo. Uno spazio, inoltre, per bambini e famiglie, con fattoria didattica con animali e percorsi esperienziali con la riscoperta della coltivazione dell'orto. Stimolare, quindi, un nuovo stile di vita fondato sull'idea di vivere in natura, imparando a salvaguardarla, a rispettarla, incentivando forme di economia sostenibile e circolare.

Non so se ci riuscirò, ma sono sicuro che grazie a voi non mi sentirò più solo.

Aiutateci a farci restare e a continuare a sperare e credere nel nostro futuro, proprio qui a Sud, nella nostra Terra!".

Questo il messaggio di Nicola Arpaia.

Add a comment

La città della pizza: manifestazione rimandata ad aprile 2021

  • Scritto da MG Logos

505EF867-3D63-4035-9484-7B0F9B4D3398La quarta edizione capitolina della manifestazione La Città della Pizza (format ideato da Vinòforum e realizzato con la collaborazione di Ferrarelle) già in programma dal 23 al 25 ottobre 2020 all'interno dello spazio eventi Ragusa Off, è rimandata, nella stessa sede, ad aprile 2021. La decisione è stata presa alla luce del nuovo DPCM, che di fatto concede il lasciapassare esclusivamente alle "manifestazioni pubbliche in forma statica".

"A malincuore ci vediamo costretti – commenta Emiliano De Venuti, ideatore de La Città della Pizza e CEO di Vinòforum - per evidenti motivi a dover rimandare l'evento. Ci dispiace per i tanti nostri affezionati e ringraziamo comunque partner e pizzaioli coinvolti, i quali avevano risposto con grande entusiasmo al nostro invito. Ci impegniamo fin da subito per poter offrire una grande edizione de La Città della Pizza 2021, ovviamente augurandoci innanzitutto che questo momento difficile diventi al più presto, per tutti, solo un lontano ricordo".

Add a comment