Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Sogno di un pomeriggio di piena estate

  • Scritto da Ugo Parisi

cb88696d-8add-4b78-ab32-07b2fb9b89bf-1-1Questa volta ho deciso di articolare la mia rubrica " Il pensiero di ....." Con il racconto di una mia personale quanto bellissima esperienza.
So che il titolo di questo articolo di pirandelliania memoria , probabilmente, Vi incuriosirà un poco, ma credetemi mai titolo fu più adatto.
Il primo di luglio del 2019 ho vissuto un sogno pur essendo coscientemente sveglio.
Mi sono recato in via Partenope a Napoli, dove in uno dei tanti ristoranti che incorniciano la strada fronte mare ho rincontrato, pensate un po, i miei vecchi amici del liceo che non vedevo da circa 40 anni. Ma per raccontarla tutta faccio un passo indietro. Grazie alla , io direi , volontà ferrea di Rosa , ometterò tutti i cognomi per questioni di privacy, l'artefice di questo miracolo , che ha rintracciato tutti i componenti della sez. A del V° Liceo Scientifico Statale "Renato Caccioppoli" degli anni '70 , usando tutti i mezzi a sua disposizione, i social , il passaparola ,amicizie in comune, nonché il vecchio caro metodo telefonico , grande Rosa che , grazie alla Sua tenacia, ha permesso tutto questo.


c56d92fe-18fb-470a-9f2d-55bb009ed9d4Ma torniamo a noi, mi avvicinavo sempre di più al locale dove si trovavano già i miei amici quando ad un certo punto é accaduto qualcosa che ha dello straordinario, mi pareva che ogni passo che facevo verso di loro mi riportasse , quasi per magia o per uno strano incantesimo ,indietro nel tempo. Arrivo vicino ai miei amici e , incredibile ma vero, mi ritrovo all'età di circa 18 anni circondato da tutti loro che erano esattamente giovani come li avevo lasciati.
Mi sentivo il cuore leggero ed ero felicissimo, era bellissimo li abbracciavo tutti salutandoli ed avevo la sensazione che non ci vedessimo non da quarant'anni ma solo da poche ore.
Rosa , Annamaria, Imma, Gloria, Lina, Silvia, Patrizia, Milly ,Silvana poi c'erano Roberto e Angelo, quest'ultimo si accompagnava ad una simpatica signorina , di nome Mena, probabilmente di un'altra classe del nostro liceo. Mio Dio che emozioni, abbiamo pranzato insieme divertendoci a fare battute sui professori , sulle interrogazioni e a prenderci simpaticamente in giro, passando proprio una gran bella giornata. Unico rammarico la mancanza di alcuni di noi, ma la nostra grande Rosa stava già programmando una sua ulteriore indagine per contattare chi non aveva potuto essere presente e chi non eravamo riusciti ad avvisare.

70c42d49-71f7-4e92-bf63-478378d2400d
Ma anche i sogni più belli finiscono, ad un certo punto abbiamo dovuto salutarci, non senza aver assunto l'impegno di rivederci. Nel salutarli guardavo tutti negli occhi e mi sembrava di guardare nel futuro di ognuno di loro, vedevo importanti uomini dello Stato, architetti, professoresse, biologi e chi più ne ha più ne metta, ne sono certo ,questi ragazzi ne faranno di strada.
Poi sono andato via e man mano che mi allontanavo sentivo di nuovo tutto il peso degli anni che ,purtroppo, svanito l'incanto si impadroniva di nuovo del mio tempo riportandomi alla realtà.
Mi sentivo, invaso da una malinconia , quasi piacevole, i portoghesi la chiamerebbero "Saudade"
I miei cari vecchi amici avevano compiuto il miracolo ,sia pure per qualche ora, avevo ritrovato gli anni della mia giovinezza. Non potrò mai esservi grato abbastanza per questo piccolo prodigio ed é anche giusto alla fine fare i conti con la propria realtà e perché no con i propri anni che da quanto ho visto ognuno di noi tra il bene e il male ha saputo vivere con dignità e coraggio e possiamo dire con orgoglio di essere tutti fieri di quanto abbiamo prodotto.
Un piccolo inciso per i miei amici le foto che abbiamo fatto, anche perché per esserci tutti le abbiamo fatte scattare a persone prese a caso, sono tutte o quasi , venute male, in alcuni punti sono fuori fuoco e alcuni visi non si vedono ma ho chiesto di pubblicarle lo stesso, in fondo rappresentano proprio quello che penso , una foto può essere sbiadita ed un viso confondersi ma nel mio cuore ci saranno sempre le immagini vivide dei ragazzi della sez. A del V° liceo scientifico Caccioppoli che nulla e nessun evento potrà mai cancellare, lo stupendo ricordo che ho di tutti voi mi rimarrà sempre perché siete tutti una parte di me che conservo gelosamente nei miei ricordi più belli.
Buona vita amici ,miei dal profondo del mio cuore. Vi voglio bene.