Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Cara signora Della Chiesa dalla paura al razzismo è un attimo

  • Scritto da Ugo Parisi

00055816-rita-dalla-chiesaCoronavirus e caos. Scattano insulti e patriottismi. Il tutto coronato da un incontrollato bisogno di difesa ed un insensato panico di massa. In un clima già di per sé caldo, non mancano le polemiche e le opinioni di leader e personaggi di spicco televisivo che nelle ultime settimane hanno intasato i salotti tv ed i social network. A tal proposito è di pochi giorni fa la notizia del tweet di Rita della Chiesa rispetto al comportamento di una donna ischitana, la quale avrebbe cacciato alcuni turisti provenienti dalle zone del focolaio. La Signora della Chiesa avrebbe suggerito su twitter di stroncare il turismo nella nostra bella isola di Ischia a causa del comportamento sicuramente poco solidale della donna di cui sopra.

"Signora Dalla Chiesa , lei è una cara persona ,figlia di un indiscusso idolo nel sud ,il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa , stimato e rispettato dalle nostre parti - ha così replicato a mezzo social Ugo Parisi - Le dico subito che non condivido quanto fatto e detto dalla signora di Ischia ma la comprendo ,perché ,la sua reazione è dettata dalla paura e dal naturale senso di protezione per se è per i suoi cari che è innato in ogni essere umano - continua ancora - Perché cara signora Dalla Chiesa non le ho mai sentito proferire parola ,quando ,senza alcuna ragione plausibile ,le stesse cose sono state fatte contro la gente del sud solo per squallidi motivi razziali ? - incalza- Inoltre ,per le parole proferite da una sola persona ,in stato di agitazione, lei potenzialmente potrebbe danneggiare ,col suo post, quello che è l'intera economia di un isola che negli anni ha fatto dell'accoglienza e della tolleranza il proprio simbolo.
Mi dispiace signora Dalla Chiesa ma mi ha deluso, non pensavo che dalla figlia di un uomo che si è sacrificato per valori che vanno ben oltre il sentirsi offesi dallo sfogo di una povera donna esasperata e impaurita potesse venire una lezione di così basso valore sociale e intellettivo - ha poi concluso - Comunque se decidesse, quando sarà ,di venire a Ischia le garantisco che sarà accolta con la consueta cortesia ,simpatia e gentilezza tipica dei modi di fare delle genti del Sud.
Le porgo i miei rispetti che comunque merita per interposta persona".