Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

borbonico

Riparare foto vecchie e danneggiate.

  • Scritto da Raffaele Scognamiglio

RullinoWeb2003Il lavoro del fotografo è quello, oltre a scattare belle foto, di conservare i nostri ricordi. L'era digitale e la sua tecnologia in continua evoluzione ci permettono di poter conservare le nostre foto piu' a lungo e senza perdere la qualità dell'immagine rispetto ai loro omologhi analogici, ma cosa possiamo fare per aiutare a preservare i ricordi catturati prima dell'avvento del pixel?

Prendiamo ad esempio le vecchie foto di famiglia, quelle scattate con la classica macchina analogica(quella col rullino per intenderci).La maggior parte delle foto, nella migliore delle ipotesi, sarà sbiadita se non addirittura danneggiata. Ci possono essere dissolvenze, pieghe, macchie, strappi ecc.. insomma il tempo lascia il suo segno inevitabilmente. Magari guardando queste foto in un primo momento si ha la sensazione che sono irrecuperabili, quasi da buttare, ma a questo punto ci può venire incontro la tecnologia e ci si rende conto per molte di molte di queste foto non sarebbe così difficile recuperarle.


Adesso vediamo come con l'ausilio di un software, in questo caso utilizzeremo "Photoshop", si è in grado di riportare una vecchia foto "alla vita".

FASE 1 - valutare i danni
Una volta che l'immagine è stata scansionata, apriamola in Photoshop per valutare i danni e formulare un piano. Una buona regola quando si modificano qualsiasi tipo di foto è di affrontare le modifiche globali, prima di preoccuparsi di specifiche aree di destinazione. E' buona norma effettuare prima le regolazioni tonali generali. Se si puliscono la polvere, strappi e pieghe in primo luogo, si corre il rischio che tali imperfezioni ricompaiano più tardi.

001-Open

FASE 2 - Livelli e curve

Come quasi tutto in Photoshop, ci sono diversi modi di fare le stesse operazioni. Per questo tipo di lavoro è stata usata la regolazione Livelli. Si può anche usare la regolazione Curve, che permette di impostare i livelli e regolare il contrasto all'interno della stessa finestra di dialogo. Usando il contagocce sotto il grafico, si può fare una regolazione livelli rapida, portando il tono dell'immagine come in origine. Utilizzando il contagocce nero, cliccare su uno dei punti più scuri dell'immagine. Si vedrà un miglioramento immediato dell'aspetto generale della foto. Una volta modificati i livelli impostando il punto di nero, bisogna modificare il contrasto dell'intera immagine con la creazione di una leggera curva a "S". Non ci preoccupiamo se si sbaglia la regolazione, è possibile attivare il pulsante "Annulla" o "Reset" in qualsiasi finestra di dialogo di Photoshop tenendo premuto il tasto Alt / Opzione.

003-Setting-Levels

005-Contrast-Curve

FASE 3 - affrontare i dettagli

Una volta finite le regolazioni globali, questa particolare immagine aveva bisogno solo di un piccolo adeguamento di livelli e curve, possiamo ingrandire l'immagine e cominciare ad affrontare i dettagli. Per questa foto, il passo successivo sta nel lavorare quel grande strappo nella parte superiore. Per questa parte della riparazione utilizzeremo lo strumento "Timbro clone". Ingrandire in modo da assicurarci una buona visuale della zona. Cliccare con lo strumento "Timbro clone" una zona vicina alla zona da riparare, in questo modo lo strumento copia i pixel da incollare e copiare per riempire l'area danneggiata. Iniziamo con i bordi e continuiamo verso il centro e poi verso l'alto. Assicuriamoci di cambiare la zona campione come a voler coprire più dello strappo, al fine di garantire che i toni e le ombreggiature siano coerenti ed omogenee. Non preoccupiamoci di mantenere un bordo dritto nella parte superiore della foto. Sarò ritagliata in un secondo momento.

006-Repair-Rip1

007-Repair-Rip2

Ora è il momento di ingrandire davvero e affrontare le piccole cose come polvere, graffi, macchie e pieghe. Nelle versioni precedenti di Photoshop, lo strumento migliore per questa parte del lavoro era il timbro clone, ed in alcune situazioni che potrebbe ancora essere la soluzione migliore. Da quando è stato introdotto il "Pennello correttivo" la pulizia di polvere e graffi è diventata molto piu' semplice. Il pennello correttivo legge i pixel circostanti e utilizza tali informazioni per coprire e riparare i danni di lieve entità. Come per tutte le regolazioni di dettaglio, assicuriamoci di ingrandire quanto piu' possibile. Questo ci permetterà di effettuare la riparazione con meno clic.

008-Dust-Cleanup

010-Dust-Cleanup

FASE 4 – Ritagliamo i bordi

Una volta riparati i danno sulla foto l'ultima cosa che ci resta da fare è quella di eliminare i bordi della foto originale. Per fare questo utilizziamo lo strumento "Ritaglia" . Selezioniamo l'intera foto escludendo dalla selezione i bordi originali.

013-Crop-Image

FASE 5 - Ammiriamo il risultato

Riuscire a salvare vecchie foto che altrimenti andrebbero perdute definitivamente è gratificante. I nostri ricordi sono frammenti delle nostre vite o dei nostri cari e per questo che cerchiamo di conservale il piu' a lungo e nel migliore dei modi possibile. Con un po 'di pratica, questo processo di modifica diventerà sempre piu' semplice. Non abbiate paura di provare.

015-Before-Aftercopy