Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

borbonico

Migrazione da un computer a un altro

  • Scritto da Raffaele Scognamiglio

310468-get-organized-migrating-from-one-computer-to-anotherMigrazione da un computer a un altro

Un nuovo computer di solito viene fornito con le promesse di un elaborazione più veloce, più memoria, grafica migliorata, ma presenta anche una opportunità unica per ricominciare in termini di organizzazione dei vari file. Trasferire il contenuto del computer da una macchina all'altra è abbastanza facile, soprattutto quando i nuovi e vecchi sistemi sono basati sulla stessa piattaforma (Windows a Windows, Mac a Mac, ecc), e lo spostamento tra i sistemi può essere semplice. Si possono trovare in rete istruzioni o procedure guidate per accompagnare il lettore attraverso il processo.  Ma prima di iniziare a trasferire il tutto è giusto chiedersi se si ha realmente bisogno di tutto. L’ impostazione di una macchina nuova di zecca segna un momento ideale per abbandonare i vecchi file dalla loro archiviazione, e quindi effettuare la pulizia dei file e delle strutture di cartelle.

 

Eliminare l’inutile.

Vecchi computer in genere hanno i vecchi file su archiviati  che non necessariamente si desidera eliminare per sempre, ma probabilmente non sarà necessario accedere a quei file per un lungo periodo. Considerare l'archiviazione invece di tenerli sulla macchina. Visto che il nuovo computer è perfetto, perché non tenerlo pulito? E’ consigliata l'archiviazione dei file più vecchi di tre anni, e in molti casi, più di sei mesi, ma molto dipende da che tipo di file sono e dal loro reale utilizzo.  La scelta di comprimere (Zip, Stuffit, rar, ecc) i file è la migliore. La loro compressione consente di risparmiare spazio, ma aggiunge anche alcune operazioni aggiuntive durante il processo di archiviazione, durante il processo di controllo (quando aprirai un paio di file per verificare che sono stati copiati correttamente), e in futuro, quando si avrà bisogno di accedere a tali file. 

Vediamo adesso dove memorizzare i file.

Dischi.

Se si dispone di un masterizzatore è possibile “masterizzare” i propri file su un disco, Il disco può essere sempre a portata di mano, e se si ha bisogno di prendere qualche file basta afferrarlo, metterlo nel lettore e il gioco e fatto. I dischi sono relativamente poco costosi, è possibile etichettarli con un pennarello indelebile e tenerli in una custodia dove non verrà graffiato. L'aspetto negativo nell’utilizzare dischi è che non tutti i pc dispongono di lettori di dischi, come ad esempio "ultrabooks". Inoltre, sono supporti fisici che, oltre a occupare spazio, hanno bisogno di essere conservati da qualche parte e protetti da eventuali graffi o danneggiamenti. E se bisogna scaricare file che sono piuttosto grandi, come i video, i dischi non sono una grande opzione.cd-rom

Dispositivi di memorizzazione USB.

Invece dei dischi è possibile archiviare i vecchi file in dispositivi di archiviazione USB, che possono essere piccole chiavi USB o un disco rigido esterno. I dispositivi di memorizzazione USB sono dotati di molti degli stessi benefici dei dischi: sono abbastanza affidabili; e li si può tenere a portata di mano.China USB

Archiviazione online.

Se mantenere un supporto fisico non fa al vostro caso, un servizio di storage online potrebbe sostituire le due soluzioni elencate in precedenza. Esistono servizi di "backup online" e "Cloud Storage", attenzione a non confonderli con i servizi di “sincronizzazione on line”, non sono esattamente soluzioni di “backup” e “storage online”. I file "sincronizzati" dal computer a un programma di “file-sincronizzazione” se vengono eliminati dalla macchina essi saranno cancellati anche dal servizio online. 

Prima della migrazione, backup!

Si può pensare che una volta che i file più vecchi sono stati archiviati, è possibile iniziare a migrare il resto dei file, programmi e impostazioni per una nuova macchina……..niente di più sbagliato.

Prima di fare qualsiasi altra cosa, backup, backup, backup

E’ vero che la migrazione è un processo semplice e relativamente sicuro ma, Il cielo non voglia, qualcosa può sempre andare storta durante tutto il processo di migrazione, a quel punto l’unica salvezza sarà aver eseguito correttamente il backup di tutti i dati.

Migrazione.

Come accennato, i nuovi computer includono tipicamente un qualche tipo di istruzioni o di una procedura guidata che vi guiderà attraverso il processo di migrazione. In Windows, si chiama Easy Transfer. In Mac, troverete l'assistente Migrazione. A seconda di che tipo di sistema si sta iniziando a usare, potrebbe essere necessario installare di nuovo i programmi, che di solito è la parte peggiore della migrazione. Con sempre più servizi nel cloud, però, anche questo processo è diventato più facile, perché le impostazioni o le licenze di acquisto dei programmi possono essere memorizzati in un luogo separato, e si può semplicemente scaricare i dati sulla nuova macchina.

Soluzione in rete.

Un altro modo per trasferire file da un computer a un altro è quello di utilizzare la rete domestica e attivare l'opzione "condivisione" nelle impostazioni di entrambi i computer. Poi si può semplicemente copiare i file da un computer all'altro. È possibile condividere file tra PC e Mac abbastanza facilmente con questa soluzione, anche se può richiedere tempo a seconda della quantità di dati da trasferire. 

Cavo.

Un'altra opzione è quella di comprare un cavo USB per un "semplice trasferimento". Con esso, è possibile collegare fisicamente due macchine e dati di swap da uno all'altro abbastanza rapidamente e semplicemente.

Software di migrazione.

Come ci si potrebbe aspettare, è possibile acquistare il software per gestire la migrazione in un colpo solo, o semplicemente elementi molto specifici di una migrazione. Laplink PCmover e Winwin sono due soluzioni complete per Windows.

Mantieni tutto pulito.

Quando è tutto detto e fatto, mantenere la nuova macchina organizzata e ordinata utilizzando le strutture delle cartelle intelligenti e convenzioni di denominazione dei file, e archiviando periodicamente i vecchi file a cui, molto probabilmente, non avremo più bisogno di accedere, questo aiuterà il "nuovo computer" a durare un po’ più a lungo.