Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

borbonico

Nuova bufala: Dal 12 aprile Facebook ti mostrerà chi visualizza il tuo profilo

  • Scritto da Redazione

facebPrima regola per la verifica delle notizie dove si trova scritta una data: la data deve essere completa! Se io leggo il 12 aprile la prima domanda dev'essere: "12 aprile di che anno?". Se l'anno non è indicato, come si può essere certi che sia la data di quest'anno e non del 1999?!?

Bisogna, inoltre, allenare la memoria. Difatti la bufala (perchè di bufala vera e propria si tratta) è stata trattata moltissime volte dai debunker, e moltissime volte è stata riproposta in varie salse. Sarebbe tutta da ridere, se non fosse che a volte tale sciocchezza è proposta sottoforma di applicazione da scaricare per facebook: potete immaginare invece cosa si scarica sul serio, un virus dannoso per il computer o uno scammer.

 

Una spiegazione tecnica di come mai una cosa simile sia una bufala ce la fornisce la pagina Facebook di Checblacklist, che aveva scritto questa nota ancora nel 2010 (pensate da quanti anni è in giro la bufala!): https://www.facebook.com/notes/checkblacklist/bufale-scopri-chi-ti-visita-chi-si-sofferma-chi-ti-spia-chi-guarda-le-tue-foto/391560152041

Checkblacklist spiega molto semplicemente che le nostre attività online sono rintracciabili attraverso l'indirizzo IP ma, citiamo testualmente,

"Ma su Facebook i nostri profili non sono legati a all'IP (che, ripetiamo, solitamente cambia ad ogni connessione) ma ad un ID, generato al momento dell'iscrizione iniziale.

Questo ID del social network non è in alcun modo abbinabile all'IP di accesso (se non tramite uno scomodo settaggio del nostro livello di privacy, dove diamo ad esempio la possibilità ad un unico utente di "visitare" la nostra bacheca; ma nel momento in cui anche noi visiteremo la nostra pagina, il contatore scatterà confondendo l'interpretazione dell'informazione avuta)."

Riassumendo:

non esistono applicazioni di Facebook per conoscere il numero di visualizzazioni del nostro profilo, o chi lo abbia visualizzato;
chi propone tali app o diffonde tali bufale è in cerca di click per il suo sito o la sua pagina, nel migliore dei casi; nel peggiore sta cercando di diffondere un virus /truffare.

fonte:bufale.net