Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

borbonico

Le nuove funzionalità di Whatsapp

  • Scritto da Redazione

whatsappNuove funzioni.
WhatsApp è l'applicazione più utilizzata al mondo e i motivi sono tanti: permette di parlare con persone presenti dall'altra parte del Mondo e di restare in contatto con parenti e amici.

Ma l'aspetto che fa veramente la differenza sono le funzionalità che con gli anni gli sviluppatori hanno aggiunto all'applicazione: chiamate, videochiamate, la possibilità di inviare foto e video.

Ma su alcuni aspetti i programmatori sono in ritardo rispetto alla concorrenza. Uno di questi è la modalità scura, una funzionalità che permette di cambiare i colori dell'applicazione, utilizzando come base il nero. La Dark Mode porta diversi benefici: non stanca gli occhi quando utilizziamo lo smartphone di notte e soprattutto riduce il consumo della batteria. Questa seconda caratteristica, però, vale solamente per gli schermi OLED. Dopo il ritardo accumulato, gli sviluppatori hanno iniziato finalmente a sviluppare la modalità scura e l'hanno rilasciata all'interno della versione beta di WhatsApp per Android.

I ragazzi di WABetaInfo, sempre molto informati sulle novità di WhatsApp, hanno pubblicato sul loro blog personale le prime immagini della modalità scura. La funzionalità è stata integrata nella versione 2.19.82 della beta di WhatsApp per Android e per attivarla è necessario entrare all'interno delle Impostazioni. Dalle foto si può notare che con la Dark Mode attivata cambia profondamente l'interfaccia grafica dell'app. Il bianco viene sostituito dal nero, e l'utilizzo del verde viene ridotto al minimo. Quando si entra all'interno di una chat, il nero e il grigio sono i colori predominanti.

Per il momento la modalità scura di WhatsApp è ancora in fase di test e non si sa con certezza quando verrà rilasciata sulla versione ufficiale. Se tutto andrà per il meglio, la Dark Mode arriverà molto presto sia per Android, sia per iOS. Ancora pochi giorni e ne sapremo sicuramente di più.

Tecnologia.libero.it