Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

borbonico

RFI (GRUPPO FS ITALIANE) ATTIVA NUOVE TECNOLOGIE TRA SPARANISE E CAPUA, SULLA LINEA NAPOLI-CASSINO

  • Scritto da Renato Granato

Posto Centrale Napoli

Un moderno sistema per la gestione del traffico ferroviario è operativo tra Sparanise e Capua, sulla linea Napoli – Cassino.

Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) ha completato gli interventi di potenziamento tecnologico che da domenica 21 marzo hanno consentito l'avvio del Sistema Comando e Controllo (SCC) per la gestione e controllo del traffico ferroviario dal Posto Centrale di Napoli.

I VANTAGGI

Con l'SCC tutti gli enti e gli apparati delle stazioni (scambi, segnali, passaggi a livello) sono manovrati da un'unica "cabina di regia", riducendo i tempi tecnici per il transito e gli incroci dei treni nelle stazioni innalzando gli standard qualitativi del servizio.

L'impegno economico per gli interventi, inseriti nel Contratto Istituzionale di Sviluppo, ammonta a circa 4 milioni di euro.

PROSSIMI INTERVENTI

Nell'ambito dell'upgrading tecnologico del Nodo di Napoli è prevista la prossima estensione del nuovo sistema di informazioni e comunicazioni sulle linee Napoli San Giovanni Barra - Salerno, Napoli - Aversa - Villa Literno, Napoli – Cancello, e la realizzazione del nuovo Apparto Centrale Computerizzato (ACC ) di Napoli Centrale.

LE NUOVE TECNOLOGIE

SCC: avanzato sistema di gestione integrata a distanza della circolazione ferroviaria. Consente di eseguire e ottimizzare diagnostica e manutenzione, informazioni al pubblico, videosorveglianza. Tecnologicamente evoluto, attraverso logica computerizzata invia comandi e riceve controlli in sicurezza da strumenti elettromeccanici (scambi, segnali) ed apparati (PC di posti periferici). L'architettura del sistema prevede l'esistenza di sale di controllo presenziate, dove sono concentrate le tecnologie e l'organizzazione, e posti periferici solitamente impresenziati (stazioni, posti di comunicazione, posti di movimento) che garantiscono il colloquio tra il posto di comando e le linee gestite.

ACC: consente agli operatori, sfruttando le potenzialità offerte dall'elettronica, una migliore operatività nelle normali situazioni di circolazione e nella gestione delle criticità.