Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Sete di sangue

  • Scritto da Gualtiero Rispai
sangue
Molte persone continuano a scrivermi chiedendomi dei Vampiri.
Esistono i vampiri? Come nasce la loro leggenda? E' vero che ci sono prove storiche che attestano alcuni casi di vampirismo. Queste alcune delle domande che normalmente mi vengono fatte, è difficilmente immaginabile quante persone siano affascinate da questa misteriosa figura, tra l'altro negli ultimi tempi anche cinema , televisione e addirittura letteratura hanno dedicato molto a questi personaggi, ravvivandone sensibilmente il mito.
Spesso il vampiro non è più la malvagia creatura della notte che va in giro a procacciarsi sangue umano, ma addirittura gli hanno dato un'anima ed in molte occasioni viene impersonato in un tenebroso eroe.
Benché si possa credere altrimenti, la figura del vampiro è antichissima, ovviamente la tratterò in maniera breve ma spero esauriente, per quanto possa esserlo un semplice articolo ,ma per affrontare bene l'argomento bisognerebbe scrivere un vero e proprio trattato. Comunque chiunque voglia approfondire la questione può scrivermi e faro in modo di suggerirgli i testi più appropriati.
Dicevamo che la figura del vampiro è antichissima, possiamo tranquillamente trovarla già nell'antica Mesopotamia , ma alcuni la fanno addirittura risalire alla creazione e cioè a Lilith, la prima moglie di Adamo, che fu da questi ripudiata perché disobbediente al marito che si trasformò in un temibile demone. Questo demone si dice, si nutriva del sangue di neonati e pare che abbia così dato il via alla nascita della leggenda del vampiro.
È anche molto vero che in molti paesi dell'est europeo, ancora oggi troviamo tradizioni e superstizioni legate a questi mostri. Non è difficile trovare in piccoli paesini dell'Ungheria , tanto per fare un esempio, persone che non escono dopo il tramonto oppure che proteggono le loro abitazioni con amuleti ed oggetti simili.
Ovviamente il mito del vampiro si è molto modificato nei secoli, pare che inizialmente, i vampiri fossero delle persone defunte che procuravano la morte entro tre giorni delle persone che ,malauguratamente, le avessero incontrate.
Non esiste nessuna prova storica dei vampiri così come noi li immaginiamo, ma sono state trovate delle sepolture in cui la persona deceduta era stata, per così dire "trattata" in una certa maniera, prima di seppellirla, infatti sono stati trovati scheletri decapitati, con le ossa posizionate in forma di croce o addirittura con alcuni denti estirpati e con un sasso inserito nella bocca. Ovviamente, questo può solo significare che la superstizione e la paura di ciò che non conosciamo , ci portano ,spesso, a fare cose spesso prive di senso.
Tempo fa un ematologo, di un famoso ospedale di Napoli, dichiarò che i vampiri esistevano per davvero, ovviamente si riferiva a persone che soffrono di una rarissima patologia che le costringe ad assumere del sangue a fini terapeutici, ma questa dichiarazione fece scalpore e molti cominciarono a girare armati di crocifisso.
Ovviamente possiamo solo tranquillizzare , o in alcuni casi deludere, chi crede nell'esistenza dei vampiri , gli unici succhiasangue che effettivamente si conoscono sono quelle ,altrettanto , maledette zanzare che se non armati del giusto repellente, vanno temute ben più del povero, ma sempre trendy, conte Dracula.
Che la giusta luce illumini sempre il sentiero di tutti voi.
-
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
-