Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Chi ha paura del lupo mannaro?

  • Scritto da Gualtiero Rispai
lupo_mannaroMolte persone mi hanno scritto, chiedendomi di trattare l'argomento della Licantropia.
L'uomo che si trasforma in bestia sotto l'influsso della luna piena , il lupo mannaro o licantropo, dal greco Lycos che significa lupo e Anthropos, uomo, appunto.
La leggenda di uomini che si trasformano in animali e antichissima e alcuni la fanno risalire all'età del bronzo. Le trasformazioni, comunque, non riguardavano solo il lupo , come animale, ma gli orsi i gatti ed altri. In molte antiche religioni, troviamo immagini di dei per metà uomini e per metà animali, pertanto non è facile cercare le origini della figura del licantropo per così dire "moderno" e per effettuare una seria indagine, almeno in termini ipotetici, delle origini di questo mostro tanto temuto, occorrerebbe ben più dello spazio che abbiamo a disposizione per questa rubrica. Ci limiteremo quindi a dare degli indirizzi di massima sulle così dette affermazioni condivise da storia e leggenda , ovvero quelle che condividono le varie affermazioni in materia.
Per cominciare dobbiamo dire che inizialmente il lupo mannaro, non era considerata una figura malvagia, anzi in molte culture il lupo era un animale considerato sacro e dai benevoli effetti. La sua trasformazione in figura diabolica , possiamo dire che inizia nelle antiche zone rurali euroasiatiche, è ovvie che per una società di tipo pastorale il lupo rappresentasse, comunque, la sintesi di tutti mali.
Da qui in poi la creatura leggendaria comincia a prendere forma ed il mito ha inizio.
Si comincia a disquisire sul tipo di impronte che lasciano i lupi mannari, infatti i normali canidi, avendo il "pollice atrofizzato" lasciano solo quattro segni come impronta , mentre il licantropo ne lascia cinque, si comincia a guardare con sospetto tutte quelle persone che hanno strani attributi fisici, come molta peluria, arti con dita eccessivamente lunghe o addirittura dall'appetito eccessivo. Il lupo non più considerato sacro , viene spesso accomunato a Satana, e si comincia sentire di strani riti magici per trasformarsi in bestia.
Infatti, la tradizione che vorrebbe che chi viene morso da un lupo mannaro diviene egli stesso un licantropo, non trova riscontro nelle antiche leggende.
Il metodo più ovvio per trasformarsi in licantropo è e resta la magia.
Ovviamente il rito di trasformazione è difficile e doloroso ed ha una condizione imprescindibile ,bisogna volersi trasformare.
Poi ci sono le maledizioni , infatti molti maledetti si trasformano in lupi mannari, S. Patrizio e S. Natale sono due esempi lampanti di santi che hanno maledetto eretici e quant'altro trasformandoli in bestie fameliche. Ancora , il nascere in determinati giorni e ore può determinare la metamorfosi, bere acqua licantropina, permette di trasformarsi, si tratta dell'acqua che si viene a raccogliere nelle orme lasciate dai licantropi. Esiste poi una così detta trasformazione involontaria, dove la luna può incidere ma non è determinante, infatti il lupo mannaro può trasformarsi in qualsiasi ora del giorno e della notte, quindi anche la teoria della luna piena non risulta di primaria importanza. Per quanto attiene la difesa da queste creature maledette, non è comunque semplice, l'argento, noto disinfettante, serve per forgiare armi per uccidere i licantropi ma anche il fuoco e come al solito la magia.
Per chiunque di voi decida di approfondire questo interessante argomento, può scrivermi per farmi delle domande in merito o per chiedere il titolo di qualche coinvolgente testo sui licantropi.
Che la giusta luce illumini sempre il sentiero di tutti voi.
-
Il Proff. Gualtiero Rispai avverte tutti i lettori che la sua rubrica riprenderà il prossimo numero
-
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-


-

-