Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

A SALERNO LA LIBROTECA SAREMO ALBERI CHE COMBATTE AMAZON CON BOOKDEALER

  • Scritto da Luna Rondana

BOOKDEALERSono oltre 700 le librerie italiane che, negli ultimi due anni, si sono unite su Bookdealer per trovare un'alternativa etica e sostenibile - anche economicamente - ad Amazon. Perché vendere e acquistare libri on-line si può (e si deve), senza però dimenticare le persone o perdere il contatto umano. Bookdealer è una piattaforma che permette alle librerie indipendenti di vendere sul web in maniera etica, costruendo un rapporto diretto con i lettori. Perché i libri sono consigliati dal libraio, non dall'algoritmo. E da loro consegnati a mano direttamente a casa.

Saremo Alberi è una libreria indipendente di Salerno per bambini e ragazzi nata nell'Oratorio Anspi "S. Filippo Neri" dall'intuizione di un gruppo di persone che da anni lavoravano a stretto contatto con il mondo dell'infanzia. La libroteca - un po' libreria ed un po' biblioteca - nasce nel 2012 dal desiderio di diffondere la lettura nelle fasce giovanili ma ben presto il progetto si allarga e nel 2017 nasce una società cooperativa sociale che si occupa di progettazione e gestione di servizi culturali per infanzia e la famiglia, ricerca sociale, formazione ed implementazione di servizi sperimentali per la persona e la famiglia. Oggi Saremo Alberi porta i libri e le letture anche nelle scuole, tra i ragazzi.

"Per le piccole librerie – dichiara Francesco Cicale – è faticoso contrastare la concorrenza di Amazon. Due anni fa, durante il lockdown, abbiamo fatto compagnia a tanti lettori e aiutato molte persone a riavvicinarsi alla lettura. Abbiamo sperimentato nuovi modi per stare vicino a chi ama leggere e abbiamo capito che la chiave del nostro successo sono le persone e il rapporto che riusciamo a costruire con loro. Un rapporto che va oltre il semplice venditore/consumatore ma si consolida e cresce di lettura in lettura grazie soprattutto ai consigli personalizzati, alle consegne fatte a casa attraverso le quali trovare sempre il tempo di scambiare due chiacchiere e confrontarsi. Cose che Amazon non può offrire! Quando hanno bussato alla nostra porta i ragazzi di Bookdealer abbiamo subito capito che questa giovane startup faceva al caso nostro. Ed eccoci ancora qui".

"Amazon è un concorrente spietato – continua Francesco- questo è risaputo. Nonostante tutto non ci siamo mai arresi e così tutti i lettori che conoscono il valore delle librerie sotto casa e della possibilità dello scambio reciproco. In questi anni grazie a Bookdealer abbiamo venduto tanti libri on-line e siamo arrivati davvero ovunque. Ora lavoriamo soprattutto con il territorio mettendo a disposizione la nostra passione e raggiungendo i nostri clienti anche quando sono lontani".

Bookdealer è la piattaforma per tutti quelli che amano leggere e, conoscendo l'importanza delle librerie di quartiere, vogliono aiutarle. Fondata a Firenze nel 2020 da quattro amici, tra i quali non a caso un libraio – Mattia – e un editore – Leonardo, Bookdealer è in continua crescita. I numeri parlano chiaro: la piattaforma piace a tutti, librai e lettori. Dalla nascita ad oggi sono più di 700 le librerie indie che hanno scelto di vendere anche online con Bookdealer, quasi un quarto di quelle complessivamente presenti sul territorio nazionale. Il fatturato globale per le librerie iscritte ha superato 1.300.000 € (sul sito c'è un counter aggiornato in tempo reale), con una crescita del 300% dal 2020, gli utenti iscritti alla piattaforma sono oltre 50.000, 1.300 gli accessi medi giornalieri al sito e oltre 100.000 i libri venduti.

Il consiglio è una delle cose che avvicinano di più l'acquisto su Bookdealer a quello effettuato in libreria: non è l'algoritmo a offrire consigli di lettura ma i librai stessi che lo fanno con la stessa attenzione, la stessa competenza e lo stesso amore che offrono al cliente quando varca la soglia del loro negozio. A consegnare (gratuitamente) è il libraio che porta i volumi a domicilio. La piattaforma Bookdealer è gratuita per le librerie che possono iscriversi e creare il proprio account; è gratuita per i lettori che collegandosi possono navigare tra i suggerimenti di lettura dei librai, che siano quelli del cuore o altri dei quali si ignorava persino l'esistenza.

Add a comment

Amalfi moderna nel Medioevo di John Morrissey: presentazione alla Biblioteca Comunale il 25 novembre

  • Scritto da Centro di Cultura e Storia Amalfitana

Copertina Amalfi Moderna nel Medioevo 04 nov-21 page-0001 1Venerdì 25 novembre, alle ore 17.00, presso la Biblioteca Comunale di Amalfi si terrà la presentazione del volume di John MORRISSEY, Amalfi moderna nel Medioevo, traduzione di Olimpia GARGANO. Il volume sarà analizzato da Giuseppe Gargano, medievista del Centro di Cultura e Storia Amalfitana, tra i massimi esperti di storia amalfitana, da Olimpia Gargano traduttrice dell'opera e con la presenza dell'Autore dell'opera.

Coordinerà la presentazione Giovanni Camelia, Direttore del Comitato Scientifico del Centro di Cultura e Storia Amalfitana.

Dopo il grande successo riscosso dall'opera in lingua originale, finalmente la pubblicazione viene edita anche in italiano.

Nell'Alto Medioevo nasceva in Costiera Amalfitana una società che appare estremamente moderna: un'agricoltura variegata che offriva fonte di sussistenza e prospettive di mobilità sociale, cooperative per il finanziamento delle attività commerciali, imprenditoria femminile, regole del lavoro garantite da un diritto marittimo di ampia fama. La disponibilità all'innovazione comprendeva praticamente tutti i settori, dalle attività produttive all'arte.

Amalfi, prima Repubblica Marinara, disponeva di una vasta rete mediterranea che collegava il mondo islamico all'impero bizantino e all'Europa occidentale latina.

Questo libro offre una visione d'insieme sulla storia di Amalfi nel Medioevo: cultura, scienze, tecnologia, economia e politica.

Mentre contribuisce alla ricerca storica, grazie alla sua narrazione saggistica è fonte d'ispirazione per viaggiatori e appassionati di politica, per una migliore comprensione della storia e cultura non soltanto della Costiera Amalfitana ma dell'intero Mediterraneo.

Add a comment

Edith Bruck e il Papa: con Roberto Ippolito debutto libro martedì 22 novembre

  • Scritto da Roberto Ippolito

Roberto Ippolito e Edith Bruck ottobre 2022 RomaUn pomeriggio l'imprevedibile sorpresa che diventa storia: il Papa a casa della scrittrice Edith Bruck. Dalla visita è nato un rapporto di grande affetto e si è sviluppato un toccante dialogo che lei ripercorre con il libro "Sono Francesco" pubblicato con La nave di Teseo presentato per la prima volta in esclusiva nella Libreria Nuova Europa I Granai (ingresso libero, Via Mario Rigamonti 100 Roma) martedì 22 novembre 2022 alle 18.30. Alla conversazione con lo scrittore Roberto Ippolito partecipano Noemi Di Segni e Francesca Romana de' Angelis.

La prima è la presidente dell'Unione delle Comunità ebraiche italiane che firma la postfazione al libro. La seconda è la giornalista del quotidiano vaticano "L'Osservatore Romano" autrice dell'intervista a Edith Bruck che aveva colpito il Pontefice per la "forza calma e luminosa di questa donna" come ricordato da lui stesso nella prefazione.

Quell'intervista gli aveva fatto venire il desiderio di conoscere Edith Bruck poi ringraziata di persona per essere "una memoria vivente": deportata poco più che bambina nei campi di concentramento ad Auschwitz, Dachau e Bergen-Belsen, oggi novantunenne, è una testimone inesauribile dei tempi più neri della persecuzione razziale con un'attenzione speciale per gli studenti.

La conversazione nella Libreria Nuova Europa I Granai guidata da Roberto Ippolito si snoderà con il racconto del caloroso legame creatosi dal primo incontro, con la visita restituita nella residenza di Santa Marta o la telefonata aperta da un semplice "Sono Francesco" da cui il titolo del libro.

Verranno toccati i temi di riflessione che animano il libro e fanno pensare. Innanzitutto il dialogo tra cattolici e ebrei, uniti dalla parola ma divisi dagli orrori del XX secolo. Il Papa ha compiuto un gesto potente appena messo piede in casa di Edith Bruck: ha chiesto "perdono a lei e al popolo ebraico, martire, vittima della Shoah". E ora appare quasi paradossale il "senso di colpa" di Edith Bruck turbata ripetutamente dal fatto che le "piaccia tanto Papa Francesco": ebrea, può voler bene "per il massimo rappresentante di coloro che da millenni ci hanno perseguitati?".

Le voci di Noemi Di Segni e Francesca Romana de' Angelis daranno il contributo all'evento con la loro sensibilità e le loro convinzioni. L'abbraccio con il Papa, ma sarebbe più esatto dire gli abbracci, non coinvolge solo due persone. Per Edith è il punto di inizio di un profondo esame della propria identità su cui pesa il "mare di amarezza ereditata dalla nascita". Tutto è cambiato da quando Francesco "si è presentato alla mia porta riempendola di bianco e spalancando le braccia come fossi una figlia persa e ritrovata".

Da Edith il Papa si è fatto dare una sua poesia prima ancora della pubblicazione. Ha letto i versi dell'ungherese Miklós Radnóti tradotto da lei che si propone di fargli avere anche quelli di Nelo Risi, l'amato marito morto sette anni fa.

Come nel libro, nella presentazione non si potrà non parlare della follia della guerra. Quella di ieri e quella in Ucraina di oggi. Scrive Edith: "Questo nostro universo di credenti non ha fatto e non fa che massacrarsi a vicenda". Ma nel testo ci sono anche le parole inviate una volta al Papa: "A volte anche nel buio più profondo si fa strada la luce. Io lo so e perciò vivo e spero".

Add a comment

Graus Edizioni 2002-2022: Venti anni di storia e di interscambio culturale per Pietro Graus e la sua casa editrice

  • Scritto da Anita Curci

Pietro Graus

Graus Edizioni 2002-2022: vent'anni di storia e di interscambio culturale per Pietro Graus e la sua casa editrice, tra i protagonisti della prossima Fiera nazionale della Piccola e Media Editoria. Si fa "festa" con la pubblicazione del primo catalogo ufficiale e la creazione di una "biblioteca mobile" sabato 26 novembre 2022 alle 20,30 al Common Ground a via Eduardo Scarfoglio 7 Napoli.

Graus Edizioni, la casa editrice alla quale il suo fondatore, Pietro Graus, non ha mai smesso di dedicarsi anima e corpo, compie 20 anni. Vent'anni che, in ordine sparso, hanno significato: quattro racconti inediti di Michele Prisco, l'esordio letterario di Maurizio de Giovanni, una indimenticabile collaborazione con Carla Fracci per il libro di Giuliana Gargiulo, il progetto "Viaggio Lib(e)ro" dedicato agli studenti delle scuole secondarie di I e di II grado della Campania per la formazione dei cittadini di domani. Venti anni di successi editoriali, tra i quali Andrea, oltre il pantalone rosa di Teresa Manes che si avvia ad una prossima trasposizione cinematografica; senza dimenticare i libri di Sabatino Scia con Alda Merini e Maria Orsini Natale, la collaborazione con autori di profilo internazionale (da Angela Procaccini a Marcella De Marchis Rossellini, da Vittoriana Abate a Benedetta Paravia), la riedizione di Positano di John Steinbeck. Venti anni anche di iniziative di successo, come il Premio "Approdi d'Autore" che ogni estate, a Ischia, premia i più eminenti autori e addetti al settore; il contest radiofonico "A Tutto Volume" riservato agli esordienti assoluti, il progetto di street art "OnDaRoad" a cura di Ciro Cacciola. Centinaia gli eventi che hanno reso preziosi questi anni, tra presentazioni di libri, riconoscimenti, e soprattutto la partecipazione dei tanti autori che hanno dato voce alla casa editrice attraverso svariati generi, dal romanzo alle poesie e ai racconti; dalla saggistica e la storiografia all'economia; dal teatro al cinema, e dalla satira politica alla denuncia sociale.

Per festeggiare e celebrare questo traguardo, la casa editrice annuncia la sua partecipazione alla Fiera nazionale della Piccola e Media Editoria, la pubblicazione del primo catalogo ufficiale, non esaustivo ma certamente indicativo del percorso umano, professionale e aziendale del mondo Graus e del suo team di lavoro, e la creazione di una "biblioteca mobile" dedicata agli under 30 con la donazione di 500 volumi al collettivo Drop Eventi, specializzato appunto nell'organizzazione di iniziative legate alla musica e dunque alle generazioni più recenti.

Il catalogo (arricchito dalle testimonianze, tra gli altri di Francesco D'Episcopo e Lino Zaccaria) e la "biblioteca mobile" saranno presentati il 26 novembre al Common Ground con un dinner party all'insegna dell'interscambio culturale riservato agli autori e agli addetti ai lavori che, in questi venti anni, hanno segnato il percorso della Graus.

"In questi venti anni" spiega Pietro Graus "ho avuto la fortuna di incontrare le persone giuste, che hanno saputo guidarmi, con esperienza e sapienza, lungo un cammino non sempre agevole, ma comunque ricco di incontri e di sempre nuovi orizzonti: quelli con tutti i "miei" autori, seguiti sempre in maniera diretta, interpersonale e cordiale, tradotti talora in amicizie sincere e durature. Considerate le premesse, il cosiddetto "punto di partenza", non posso che dirmi soddisfatto dei risultati raggiunti. Ringrazio di cuore tutte quelle persone che mi sono state vicine e mi hanno sostenuto anche negli inevitabili momenti di difficoltà".

Ecco alcune pubblicazioni presenti nel catalogo della Graus Edizioni
1. Abate Vittoriana e Schettino Francesco, Le verità sommerse
2. Ammendola Olimpia, 3 passi nel giardino del pensiero
3. Ammirati Carmine, Là dove inizia l'orizzonte
4. Cacciola Ciro, Balla Italia
5. Capasso Mario, Diversi volumi sulla papirologia
6. Carannante Antonio, Vagamente Procida
7. Cataudella Michele, Un taccuino inedito di Matilde Serao
8. D'Episcopo Francesco, La casa sul mare I e II
9. De Giovanni Maurizio, Le lacrime del pagliaccio
10. De Gregorio Maria, L'anello di cenere
11. De Marchis Rossellini Marcella, Una piccola donna fra due millenni (1916-200?)
12. Esposito Andrea, Nero Paradiso
13. Focus Consulting, La stanza delle donne
14. Franchini Massimo, Giallo plasma
15. Fratti Mario, Diario proibito
16. Gargiulo Giuliana, Carla Fracci dalla A alla Z
17. Giacci Vittorio, Otello Fava
18. Giordano Domenico, Sono un uomo di pace e perfino d'amore
19. Jappelli Paola e Scognamiglio Gianni, Like a vision
20. Manes Teresa, Andrea oltre il pantalone rosa
21. Moccia Antonio, Filipponi Luca e Catapano Giuseppe, Gian Carlo Menotti
22. Paravia Benedetta, Hi Dubai & Hi Emirates
23. Paravia Maria Pia, Il giallo di una vita spezzata
24. Perrella Ciro Thierry, Uno svizzero napoletano
25. Perrino Massimo, Soli
26. Prisco Michele, La pietra bianca
27. Procaccini Angela, Il silenzio degli adolescenti
28. Scia Sabatino e Merini Alda, Alda & Io
29. Scia Sabatino e Natale Maria Orsini, Favole a due voci
30. Settuario Adriana, L'espressione triste che fa ridere. Totò e Monicelli
31. Steinbeck John, Positano
32. Tortora Matilde, Matilde Serao a Eleonora Duse. Lettere
33. Zaccaria Lino, L'aquilotto insanguinato

LA CASA EDITRICE in breve
La Casa Editrice cerca di valorizzare al meglio i suoi Autori, che siano essi conosciuti (dal calibro di Alda Merini, Michele Prisco e Maurizio de Giovanni) o emergenti, e lo fa attraverso una politica editoriale attenta alle esigenze dell'Autore che viene seguito in un percorso che sottolinea il suo talento. Lo staff della casa editrice segue, passo dopo passo, l'elaborazione del manoscritto, partendo da un'attenta analisi del testo fino ad arrivare alla promozione attiva del risultato finale. La Graus Edizioni è una casa editrice innovativa, dinamica che promuove, inoltre, una collaborazione intensa e proficua con le scuole italiane, al fine di avvicinare i ragazzi al mondo dei libri e della cultura e di stimolare il loro approccio critico alla lettura di libri.

Add a comment

“Senti, caro Carlo”: Il saggio su Gadda il 18 novembre a Napoli

  • Scritto da Mary Attento

cover Senti caro Carlo

Il saggio "Senti, caro Carlo. Fibre epistolari tra Carlo Emilio Gadda e Isabella Rappi Lehr", scritto da Maria Pia Selvaggio e dedicato al carteggio inedito dal fronte della Prima guerra mondiale intercorso tra un giovanissimo Gadda e la zia materna, medico specialista al "Rizzoli" di Bologna, sarà presentato venerdì 18 novembre 2022 alle ore 18 a Napoli, nella Libreria The Spark Creative Hub (piazza Bovio 33) da Ermanno Corsi e Annella Prisco nel corso di un incontro, introdotto e coordinato da Mary Attento, in attesa di celebrare nel 2023 i 50 anni dalla morte e i 130 anni dalla nascita di Gadda.

Quasi duecento lettere – in parte illeggibili data l'usura del tempo – sono state concesse in maniera esclusiva all'Autrice dagli eredi dello scrittore; per tre anni Maria Pia Selvaggio ne ha studiato il contenuto e ha sottoposto il suo scritto alla Commissione di studio gaddiana della Sapienza Università di Roma, ottenendo anche l'approvazione dell'Archivio Contemporaneo di Stato del Gabinetto G.P. Vieusseux di Palazzo Strozzi a Firenze dove il carteggio, danneggiato dall'alluvione dell'Arno del 1966, era custodito.

Ne è scaturita un'analisi approfondita che parte dalla famiglia e approda alle opere più significative dello scrittore milanese e che raccoglie molteplici aspetti: linguistici, antropologici, letterari e personali, e che mira ad una maggiore comprensione della complessa figura di una delle voci più originali e controverse della letteratura italiana del Novecento. Oltre al rapporto tra Gadda e la filosofia, in questo denso lavoro letterario – pubblicato dalle Edizioni 2000diciassette – si indagano le relazioni tra Gadda e la guerra, le donne, il suo tempo... «Lo studio di una personalità così impegnativa e pregnante – sostiene l'autrice – è stato per me un momento di crescita personale e culturale importantissimo. Mi è piaciuto provare a toccare non solo le corde di una poetica immensa e complicata, di uno stile scoppiettante nella sua alta liricità, di un linguaggio leonino e disinibito, ma ho anche apprezzato il suo modo particolare di essere "uomo", fragile e coraggioso al tempo stesso».

Add a comment