Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

La cultura a Volla: “Ali spezzate”, il libro di Paolo Miggiano per l’iniziativa UN CAFFE’ CON L’AUTORE

  • Scritto da Rosalia Gigliano

IMG-20160121-WA0000La cultura scende in campo a Volla. Per la prima volta, la piccola cittadina alle falde del Vesuvio, "incontra l'autore". Un libro, una storia, un autore, un dibattito: sono questi i 4 elementi fondamentali di un pomeriggio all'insegna della lettura e della conoscenza.
Organizzato dall'associazione culturale e teatrale Partenope, "UN CAFFE' CON L'AUTORE" è l'evento che si svolgerà sabato 30 gennaio alle ore 16.30 a Volla, presso il bar Paradise Caffè di via Monteoliveto.
Paolo Miggiano, autore del libro ALI SPEZZATE. ANNALISA DURANTE. MORIRE A FORCELLA A QUATTORDICI ANNI sarà presente per presentare il suo testo, in un'atmosfera mista di cultura e legalità, di conoscenza e di sapere.
Paolo Miggiano, laureato in Scienze dell'Investigazione, con master in Criminologia, Valorizzazione e gestione dei beni confiscati alle mafie, è fra i responsabili dei progetti editoriali della Fondazione Polis, già membro della Direzione nazionale di "Cittadinanzattiva" e degli organismi di rappresentanza dei lavoratori della Polizia di Stato.


Nel testo, Miggiano racconta la drammatica storia di Annalisa Durante, uccisa nel fiore della sua adolescenza durante un agguato di camorra nel quartiere di Forcella a Napoli. Ma non c'è soltanto questo: il testo è anche un'attenta analisi dell'abbandono e del degrado sociale e culturale nel quale vive il quartiere di Forcella, ma è anche il racconto dell'impegno del padre di Annalisa, Giovanni che, nonostante il dolore e la ferita ancora aperta nel cuore, ha deciso di restare a Forcella con tutta la sua famiglia per dire NO alla camorra e dare una mano concreta al riscatto del suo quartiere e della sua città.
"Una tragica storica che rappresenta una delle pagine più buie degli ultimi anni di storia del nostro Paese" – la descrive il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, a cui è stata affidata l'introduzione del libro.
Perché scegliere Volla per una presentazione letteraria? "Perchè la nostra cittadina ha tanti bar, luoghi di aggregazioni tutti simili fra loro, ma pochi effettivamente funzionanti. I giovani di questo posto non accolgono altro che caffè e chiacchiere da bar. Noi vorremmo, accanto a ciò, affiancare anche chiacchiere e discorsi culturali...perché Volla sia anche questo" – ha dichiarato Ciro Pretrazzuolo, uno degli organizzatori dell'evento e rappresentante dell'associazione Partenope.
Accanto a Paolo Miggiano, saranno presenti anche Arnaldo Capezzuto, giornalista; Ernesto Russo, scrittore e cittadino attivo di Volla e Valentina Maisto, giovane giornalista presente sul territorio.
Un momento di riflessione al quale ogni cittadino è chiamato. Lasciare che queste pagine nere della cronaca rimangano inspiegate non si può.