Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

L’INTERNATIONAL TATTOO FEST 2018 A NAPOLI : CRONACA DI UN SUCCESSO ANNUNCIATO

  • Scritto da Elisabetta Mauro

33710703 10213677668090074 8146025987969122304 nVolendo fare un bilancio di questi tre giorni dedicati all'arte del tatuaggio, celebrata da una convention ospitata dalla mostra d'Oltremare, non potremmo scrivere altro che: <Grandissimo successo per la terza edizione dellInternational Tattoo Fest 2018!>.

Un evento che porta, sotto il cielo napoletano, da tutte le parti del mondo 300 tra i migliori maestri dell'arte su pelle. Tre anni segnati dal rumore delle macchinette elettriche che fanno da colonna sonora ad una manifestazione che celebra la cultura del tatuaggio. Il corpo come una tela, è questa la sensazione che accoglie i visitatori del Tattoo Fest che si trovano ad essere spettatori di vere e proprie esibizioni d'arte che raccontano storie che hanno origini antichissime, così come arcaiche sono le origini del tatuaggio. Un vero e proprio vernissage fortemente voluto da Costantino Sasso alias Costattoo, un'eccellenza italiana nel mondo del tatuaggio che nel 1996 fa nascere Costattoo studio. Costantino Sasso è un tatuatore conosciuto a livello internazionale per il suo stile tribale, è spesso ospite in trasmissioni televisive e presente alle migliori convention del tatuaggio, nazionali ed internazionali, come ambasciatore della sua arte e della sua bravura e per essere sempre aggiornato su tutto ciò che circonda l'arte del tatuaggio ed essere al passo con le nuove tendenze. Australia, Francia, Samoa, USA, Spagna, Brasile, Polinesia, Russia, Argentina: questi i paesi d'origine di alcuni degli acclamati artisti invitati da Costantino all'International Tattoo Fest che non poteva esimersi dall'ospitare tante eccellenze artistiche italiane. Tatuaggi a tutto spiano, laboratori dedicati ai più piccoli tra colori, body e face painting, graffiti, battle di breaking due contro due, esibizioni di pole dance e performance su tessuti aerei e cerchi, stand enogastronomici con prodotti della tradizione partenopea e musica. Tanta musica che ha reso ancora più piacevole ed accattivante quest'evento, unico nel suo genere: dj set, la presenza di Radio Capri a riempire di note musicali il Giardino dei Cedri, decine di contest presentati da Emis Gallo sulle note del dj Frank Carpentieri, l'energia della band hard rock napoletana The Steel. Non solo tatuaggi ma eventi pensati per dilettare lo spettatore durante tutta la sua permanenza in fiera. Non è mancato un momento di comicità offerto da un tatuatore tutt'altro che competente, l'International Tatto Fest 2018, infatti, ha ospitato il tatuatore Sbaglio interpretato da Mino Abbacuccio di Made in Sud. Un'organizzazione impeccabile per una convention pensata per raccontare ai visitatori la storia di un'arte antica ma in costante evoluzione, figlia della necessità dell'uomo di esprimere e di esprimersi attraverso la pelle segnata da opere di inchiostro, lontana da ogni stereotipo e libera della coltre di pregiudizi che da decenni la intrappolava.