Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Galleria Borbonica, inaugurata la nuova area sotterranea "Le Terrazze"

  • Scritto da Valeria Viscione

le terrazze 2É stata inaugurata alla presenza di oltre duecento ospiti una nuova area sotterranea della Galleria Borbonica di Napoli, resa accessibile grazie agli sforzi dei volontari dell'Associazione "Borbonica Sotterranea" presieduta dal geologo Gianluca Minin che ha guidato un lavoro di scavo durato ben tre anni nel ventre della città partenopea.

L'area interessata, situata in prossimità del famoso percorso "Avventura", è stata presentata sabato 15 dicembre alla presenza dell'Assessore alla Cultura Nino Daniele e dell'Assessore alle Politiche Giovanili Alessandra Clemente del Comune di Napoli. L'inaugurazione è stata l'occasione per brindare anche al Natale insieme ai volontari, amici ed estimatori della Galleria con l'happening "AperiChristmas" organizzato da Ludovico Lieto e Valeria Viscione di Visivo Comunicazione. Ad allietare gli ospiti dell'evento inaugurale le degustazioni gourmet a cura di Alba Catering e i panettoni artigianali della Pasticceria Ranieri accompagnati dai pregiati vini vesuviani Sorrentino e ancora idee per i regali natalizi con le originali confezioni di olio Lamantea in orci in terracotta. La nuova area della Galleria è stata per una sera lo scenario di performance live: sax e danza, con il corpo di ballo "Imperfect Movement", coreografato da Valeria Papale, che si é esibito attorno alle installazioni luminose contenenti le preziose creazioni firmate Mello Gioielli, tra cui la nuova collezione di gioielli intercambiabili, brillante idea di Fulvio Mello che sta riscuotendo grandi consensi tra le donne e gli appassionati di preziosi. Oggi la Galleria Borbonica è una delle attrazioni turistiche più affascinanti e suggestive della città di Napoli, dove i visitatori possono scegliere tra ben quattro entusiasmanti percorsi. "Le Terrazze" è la più recente area recuperata e sicuramente non sarà l'ultima, visto l'incessante lavoro di scavo attualmente in corso alla Galleria.