Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Grande successo del Raduno a Sarno (SA) con Aci Salerno e 500 di questi giorni

  • Scritto da ACI Salerno

Ruote nella Storia Aci Salerno 2022Un lungo corteo di auto e moto d'epoca in bella mostra al Corso Giovanni Amendola a Sarno, poi la sfilata lungo le strade dell'affascinante centro storico fino ad arrivare a Villa Lanzara - Del Balzo dove tantissimi appassionati hanno ammirato veri e propri gioielli automobilistici. È stata una bellissima giornata vissuta a Sarno all'insegna della cultura organizzata dall'Associazione dei veicoli d'epoca "500 di questi giorni" in collaborazione con l'Automobile Club Salerno, con il patrocinio del Comune di Sarno e sotto l'egida del Club Aci Storico, il tutto in nome della "Solidarietà e cultura su 4 ruote".

Per ragioni di spazio e per il migliore svolgimento della manifestazione, nonostante le richieste fossero in numero molto più elevato, si è dovuto optare per il "numero chiuso" accettando un massimo di 60 equipaggi, ma tutte le auto e moto, provenienti dalla Campania e da diverse regioni d'Italia, hanno catalizzato l'attenzione degli appassionati. Auto e moto di prestigio, le più antiche del 1927 e del 1948.

I conducenti dei veicoli storici, i loro numerosi accompagnatori e i tanti appassionati hanno poi seguito la visita guidata del Museo Archeologico Nazionale della Valle del Sarno e delle due bellissime Chiese di Maria Santissima delle Tre Corone Immacolata Concezione e della Chiesa della Confraternita dell'Immacolata.

«Abbiamo organizzato una manifestazione per favorire la scoperta dei luoghi molto belli che abbiamo nella nostra zona – ha affermato Domenico Pappacena, Presidente di "500 di questi giorni" - Grazie ad Aci Salerno siamo rientrati in Ruote nella Storia e nei Borghi più belli d'Italia. Ogni auto che ha partecipato ha una storia. La mia, una 500, era intestata a mio padre ed oggi a mio figlio, stesso nome, ho cambiato solo la data di nascita. È questo lo spirito che anima questa manifestazione, far rivivere attraverso le auto, pezzi di storia anche di chi le possiede».

«Abbiamo collaborato con grande piacere a questa manifestazione a Sarno, perché abbiamo potuto sperimentare la grande passione di tutti i componenti dell'Associazione a cominciare dal Presidente Domenico Pappacena e del Vice Presidente Umberto Odierna. Come Aci – ha affermato Giovanni Caturano Direttore dell'Automobile Club Salerno – che ha anche portato il saluto del Presidente Vincenzo Demasi – organizziamo tanti eventi ma collaboriamo anche con altri organizzatori, per promuovere e valorizzare il patrimonio storico e culturale delle nostre auto, purché ci sia vera passione per auto che siano realmente storiche e di pregio artistico e non solo "vecchie". La provincia di Salerno è ricchissima di borghi da scoprire e da valorizzare, oltre a quelli già conosciutissimi e di rilevanza internazionale; i raduni di auto e moto d'epoca possono rappresentare una grande opportunità per la ulteriore conoscenza e promozione dei territori, e con questi eventi ACI può esprimere al meglio le proprie grandi passioni e vocazioni che vanno dal turismo allo sport, al servizio agli automobilisti e alla cittadinanza».

Ha portato il suo saluto anche il Consigliere Aci Salerno Vincenzo Cerrato, di casa a Sarno, testimoniando l'interesse e l'impegno dell'intera struttura ACI per essere presente ed attivo sul territorio provinciale. Giuseppe Tramontano, titolare della Delegazione ACI di Sarno e della subagenzia Sara Assicurazione di Enrico Giudice, ha manifestato appieno la disponibilità, la consulenza, i servizi e il supporto che ACI Salerno offre a tutti i propri associati, davvero numerosi ed in costante crescita a Sarno.

Una conviviale all'aperto, a cura dell'Azienda Agricola La Fattoria e una magnifica torta hanno addolcito la piacevole giornata targata Aci Salerno e 500 di questi giorni che si è conclusa con la consegna alla Protezione Civile di un Defibrillatore di nuova generazione, a conferma dell'impegno nel sociale e nella solidarietà.

L'intero evento, che è rientrato nel tour nazionale del Club Aci Storico – Ruote nella Storia - I Borghi più belli d'Italia, è stato seguito dalla troupe di Aci Sport TV con il racconto della magnifica giornata di storia, cultura, turismo e passione all'interno della trasmissione ACI Storico Magazine sul canale Sky 228 oltre che su altre numerose emittenti.

Add a comment

Karting: domenica 18 settembre al Circuito Internazionale Napoli l’assegnazione del titolo mondiale

  • Scritto da Ezio Tavolarelli

Circuito Internazionale NapoliTutto pronto al Circuito Internazionale Napoli dove, dal 15 al 18 settembre 2022, si correrà per il FIA KARTING World Championship.

Si tratta del massimo evento sportivo mondiale per il settore Karting che vedrà scendere in pista oltre 200 piloti provenienti da 49 nazioni di tutti e cinque i continenti – un vero e proprio record a questo livello - per conquistare il titolo più prestigioso nelle categorie 125 OK e 125 OKJ.

Sulla pista ai piedi del Vesuvio c'è, quindi, grande fermento di uomini e mezzi impegnati nella logistica per offrire il miglior palcoscenico a questo importante evento per il mondo del Karting, attività propedeutica a tutte le forme di automobilismo sportivo svolto in maniera professionistica: dalla Formula 1 alle altre popolari specialità motoristiche.

Il format FIA del KARTING World Championship prevede una gara unica al termine della quale saranno proclamati i campioni mondiali della specialità. In particolare, dal 15 al 17 settembre si svolgerà la fase eliminatoria, composta da prove e gare, che servirà per selezionare i 36 piloti ammessi alla griglia di partenza delle due Finali.

Alle ore 13 di domenica 18 avrà inizio la prima Finale, quella relativa alla categoria 125 OKJ che prevede 17 giri di corsa per un totale di 25 chilometri. Alle ore 14, invece, sarà la volta della Finale della categoria 125 OK, articolata in 20 giri di pista per un totale di 30 chilometri complessivi. La proclamazione dei Campioni del Mondo 2022 avverrà al termine delle rispettive finali.

Alla manifestazione, che si svolge sotto il patrocinio dell'Automobile Club Italia e dell'ACI Campania, parteciperà, tra gli altri, anche la massima autorità del settore, il Presidente della Commissione Karting della FIA – Fédération Internationale de l'Automobile, Mr Akbar Ebrahim.

Il Circuito Internazionale Napoli, e l'intera squadra a supporto, giunge al FIA KARTING World Championship al culmine di una strepitosa stagione di gare sempre a partecipazione internazionale, e forte del successo conseguito nell'ultimo fine settimana di agosto con circa 290 piloti, e relative scuderie, impegnati nella tappa di Sarno del Campionato Italiano Karting di ACI Sport.

I visitatori avranno accesso alla struttura con la possibilità di fare una passeggiata nel paddock.

Add a comment

Aci Salerno leader con Angelo Marino, Gianni Loffredo e tanti altri a Gubbio Angelo Marino

  • Scritto da ACI Salerno

iaquinta simoneUn bottino di successi per i piloti targati Automobile Club Salerno presieduto da Vincenzo Demasi. A Gubbio Angelo Marino si conferma il leader nella RS Plus Cup, podio anche per Giovanni Loffredo. Vittoria nelle Bicilindriche per Francesco Ferrara.

Sul circuito belga di Spa è top-ten per Simone Iaquinta.

Un week-end targato da strepitosi successi quello di ACI Salerno che può vantare, anche questa settimana, un bottino ricco di primati e punti preziosi grazie alle prestazioni dei piloti "salernitani" in gara nelle competizioni svoltesi nell'weekend trascorso.

Molti driver con licenza AciSport e TesseraAci presso l'Automobile Club Salerno hanno mostrato la loro esperienza, abilità e professionalità al 57° Trofeo Luigi Fagioli e grinta anche per il pilota in pista sul circuito belga di SPA al Mondiale Porsche.

È il driver Simone Iaquinta a distinguersi in maniera eccellente sul circuito belga di Spa nel sesto round del Mondiale Porche, il Mobil 1 Supercup. Due volte campione italiano di specialità, al volante della Carrera 911 GT3, il pilota si rende protagonista di una splendida rimonta che lo porta nella top-ten dei migliori in gara. Partito in griglia di partenza all'undicesima posizione, infatti, conclude la competizione all'ottavo posto, confermandosi tra i migliori a livello internazionale.

Trionfi e conferme di eccezionali "leadership" per i piloti "salernitani" che si sono messi in gioco nella salita di Gubbio al 57° Trofeo Luigi Fagioli. Nella RS Plus Cup si conferma leader indiscusso il fortissimo Angelo Marino che su Seat Leon Cupra ottiene il primo gradino del podio, conquistando la vittoria di Gruppo in entrambe le gare. Sul podio, sempre in RS Plus Cup, un altro brillante driver: Giovanni Loffredo. Il "poliziotto volante", su Peugeot 308 TCR, conquista in maniera impeccabile il secondo gradino del podio in gara 2, dopo aver ottenuto la medaglia di bronzo in gara 1.

Protagonista indiscusso nella cronoscalata di Gubbio l'inarrestabile Vito Tagliente che ottiene una straordinaria vittoria in gara 1, al volante della Peugeot 308 Gti, in RS Plus. Nelle Racing Start si confermano gare ad alta adrenalina, caratterizzate dai distacchi davvero minimi con un'ottima prestazione di Francesco Paolo Cicalese che su Honda Civic raggiunge il secondo posto in Gara 2, seguito dalla sempre fortissima Annamaria Fumo su Mini Turbo Diesel. Degne di nota anche la Gara di Raffaele Lo Schiavo che, in Gara 2, riesce a superare egregiamente il disguido avuto in Gara 1 su Honda Civic Type R in RS RS2.0.

Al 57° Trofeo Luigi Fagioli si rendono grandi protagoniste anche le vetture Bicilindriche guidate dai brillanti piloti con licenza ACI Salerno. Trionfa in maniera entusiasmante in Gara 2 e conquista la medaglia d'argento in Gara 1 un eccezionale Francesco Ferrara su Fiat 500. Si distinguono per le ottime prestazioni anche gli altri driver "salernitani" in gara: Pasquale Coppola è ai piedi del podio in Gara 1, seguito da un altro impeccabile "salernitano" Carlo Rumolo che, sempre in Gara 1, rientra nella top-five dei migliori in gara, arpionando la 5^ posizione. Ancora su Fiat 500, si distingue con il terzo posto di Classe, Bicilindriche 700-2, Matteo Angelo Medaglia.

Sempre nella cronoscalata umbra brillanti risultati anche in E2SC dove su Honda Osella PA 30 il cantante Tony Antonio Ilardo conquista la sesta posizione in Classe 2000 coronata da un'eccezionale 12^ piazza in classifica generale. Cataldo Esposito, secondo in Classe 1600, si rende protagonista, infine, di un'ottima gara al volante della Radical Suzuki RS4, sorprendenti anche le prestazioni con le Gran Turismo di Rosario Iaquinta, mostrandosi ancora una volta uno dei driver più potenti in gara dove ottiene il terzo posto di Gruppo su Porsche 991 GT3 Cup mente Mauro Gabriele su Porsche 997 GT3 Cup continua il suo percorso alla conquista del titolo TIVM.

Soddisfazione del Presidente dell'Automobile Club Salerno Vincenzo Demasi per l'impegno e per i brillanti risultati dei tanti piloti salernitani che, insieme ai numerosi ufficiali di gara impegnati su gare in tutta Italia, gratificano il supporto che l'Aci Salerno offre per la promozione dello sport automobilistico.

Add a comment

ACI Salerno: Tripudio di successi nel week-end

  • Scritto da ACI Salerno

Angelo MarinoÈ un tripudio di successi per i piloti con licenza sportiva AciSport e TesseraAci presso l'Automobile Club Salerno nel week-end appena concluso, i quali hanno dato prova, ancora una volta, di grande tenacia, competitività e abilità al volante delle vetture con le quali hanno preso parte alle diverse competizioni svoltesi nel panorama nazionale e internazionale.

All'autodromo di Magione nelle gare Turismo Club dei Trofei Italia si è distinto da grande protagonista il sempre più competitivo e preparato Angelo Marino, per il quale si è trattato di una gara di "allenamento" e di un ritorno al primo grande amore: la Peugeot 106; vettura con la quale conquista in maniera esaltante la seconda posizione nella classifica generale ponendosi, di diritto, tra i migliori assoluti in gara. A regalare soddisfazioni all'Automobile Club di Salerno, presso il Circuito dell'Umbria, anche Cosimo Rea che al volante della Citroen Saxo VTS 1.6 conquista la 7^ piazza assoluta, tenendosi "in forma" in pista prima di fare ritorno nelle gare in salita.

Ad Imola per l'AC Racing week-end è Sabatino di Mare che esalta l'Ente di Via Vicinanza presieduto da Vincenzo Demasi. Dando prova delle sue spiccate abilità in pista, il driver "salernitano" conquista il secondo gradino del podio nella categoria TCR DGS per la quale ha gareggiato al volante della Cupra. Nel 4° round della BMW M2 CS Racing, sempre sul circuito del Santerno, il già campione italiano prototipi Danny Molinaro elettrizza con le sue prestazioni eccellenti e dopo aver conquistato la 6^ posizione assoluta in gara 1 si rende protagonista di una rimonta, concludendo gara 2 con uno strepitoso 5° posto, rientrando così nella top-ten dei migliori in pista e distinguendosi tra gli altrettanto competitivi avversari del panorama internazionale.

Ancora su un circuito, ma in questo caso di respiro internazionale, è l'ottima prestazione di Simone Iaquinta, in gara nel settimo round del Mondiale Porsche, il Mobil 1 Supercup, sul circuito olandese di Zandvoort. Il due volte campione italiano di specialità e reduce della top-ten raggiunta in Belgio, al volante della Carrera 911 GT3 si rende protagonista di un'eccellente rimonta. Partito dalla sedicesima posizione chiude la gara in 12^ piazza; una risalita che sarebbe potuta concludersi in maniera più grandiosa se non fosse stato per la chiusura anticipata della gara. Ma che comunque dimostra, ancora una volta, le abilità del pilota con licenza ACI Salerno.

Non mancano le soddisfazioni anche nel corso del 26° Rally Alpi Orientali. In Friuli Venezia Giulia la coppia composta da Andrea Bassutti e Miriam Iuretig conquista brillantemente la 1° posizione di Classe nella RS Plus 1600 al volante della Peugeot 106; grande prestazione che gli permette di concludere la competizione ottenendo il 28° posto nella classifica assoluta. Ancora alle Alpi Orientali meritevoli di nota le prestazioni dei driver "salernitani" Gianluca Cella e Paolo Savacchini che salgono, grazie alle grandi abilità dimostrate, sul secondo gradino del podio nella categoria N2, sempre al volante di una Peugeot 106.

Grande protagonista al 3° Slalom Città di Altomare è il sempre più preciso e tenace Giovanni Leo, che al volante della Renault 5 GTT conquista il 2° posto di Classe in E1-1600 T e si posizione tra i migliori assoluti guadagnando una eccellente 14^ piazza in classifica generale.

Add a comment

Corse sul tetto del mondo: Il team della Federico II si piazza secondo sul circuito ‘Riccardo Paletti’ di Varano dè Melegari

  • Scritto da Maria Esposito

UniNa Corse foto3.docI federiciani hanno raggiunto un risultato storico gareggiando nella categoria 1D con la vettura driverless a combustione, scelta particolarmente impegnativa perché tutto il sistema di guida autonoma deve agire sulla vettura esattamente come un pilota 'umano'.

A Varano, sul podio delle varie classi di gara, si sono stretti la mano studenti in arrivo da tanti Paesi europei e da tante regioni italiane, ragazze e ragazzi che condividono la passione per i motori, le auto e le competizioni. La manifestazione ha visto la partecipazione di circa 1.700 studenti provenienti da 18 Paesi, l'India il più lontano. 64 i team in gara, di cui 54 europei, con 20 italiani, provenienti da 15 diversi atenei, e 10 extra-europei.
Il campionato di Formula SAE è il campionato più importante al mondo in cui studenti universitari di tutte le nazioni si sfidano nella progettazione, realizzazione e pilotaggio di vetture a ruote scoperte.

Il professore Luigi Nele, docente di Integrazione di Sistemi Avanzati nella Produzione Industriale alla Federico II e Presidente dell'Associazione UniNa Corse, è profondamente convinto che 'la partecipazione a tali competizioni, che ricadono nella cosiddetta "didattica competitiva", sia il modo migliore e più efficace per integrare l'eccellente preparazione da sempre maturata dagli allievi di Federico II, con competenze applicative sviluppate nell'ambito di uno scenario estremamente competitivo e realistico quale quello del motorsport internazionale. Se si considera che la gestione delle attività di UniNa Corse affronta anche aspetti legati ai contatti e contratti, ad esempio con gli sponsors, curati da allievi delle scuole di economia e giurisprudenza, si può comprendere l'ampiezza del valore formativo di questa iniziativa e quanto sia ancora possibile coinvolgere le altre competenze ed allievi del nostro Ateneo'.

Nel corso della competizione si esaminano diversi aspetti, statici e dinamici. Per gli statici si valuta il business plan dell'iniziativa, l'analisi dei costi, la progettazione e le soluzioni tecnologiche di realizzazione, mentre per i dinamici si valutano le prove in pista.

'La nostra vittoria è la dimostrazione che i sacrifici fatti vengono sempre ripagati -dichiara Simone Giordano, Team Leader UniNACorse -. Nonostante le limitate risorse e i problemi sorti nel corso della preparazione, i ragazzi si sono impegnati al massimo dando il meglio di se stessi. Abbiamo dimostrato a tutti quanto valiamo'.

L'obiettivo della manifestazione è mettere al centro, più che l'agonismo in se', che è il motore di ogni competizione, le capacità maturate dagli allievi in termini di conoscenze ingegneristiche, impegno, organizzazione, rispetto delle tempistiche, coordinamento della progettazione, realizzazione e presentazione del prodotto.

Un successo, quello del team federiciano, che ha dato voce alle competenze degli studenti, all'impegno e alla professionalità di ogni singolo componente di un gruppo variegato, solido e coeso.

Add a comment