Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Novità estive per chi viaggia in autostrada

  • Scritto da Redazione

autostradaLa novità.
Se stai programmando o hai già programmato la partenza per le vacanze estive, allora dovresti sapere due cose importanti.

 

Una riguarda lo sciopero di tutto il personale della rete Autostrade per l'Italia e delle società di servizi collegate. È previsto per domenica 22 e lunedì 23 luglio, quindi lungo tutta la rete autostradale potrebbero esserci dei disagi. Il suddetto è stato proclamato dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl. Le motivazioni sono da imputare alle rigidità aziendali nella trattativa sulla contrattazione di secondo livello inerente a temi economici, normativi ed occupazionali.

Lo sciopero coinvolgerà l'intera rete Aspi, quindi tutti gli esattori del pedaggio, il personale turnista degli impianti e del centro radio informativo, gli ausiliari alla viabilità. Le fasce interessate saranno domenica 22 dalle 10 alle 14 e dalle 18 alle 22, e poi dalle 22 di domenica alle 2 di lunedì 23. Per quanto riguarda invece il personale non turnista, tecnico amministrativo ed anche gli addetti ai Contact Center e ai Punti Blu, il fermo sarà per le prime 4 ore di lunedì 23 luglio. I sindacati hanno garantito che vi saranno i servizi minimi durante lo sciopero, come previsto dalla legge 146 sugli scioperi, appunto, e dalla regolamentazione provvisoria del settore.

Le news non finiscono qui, parliamo anche di maggiore sicurezza durante l'esodo estivo, grazie all'installazione di 16 nuovi Tutor a partire dal 25 luglio, che andranno a coprire circa 500 km lungo le autostrade italiane. È il Codacons a comunicarlo, dopo aver partecipato alla riunione della Consulta per la Sicurezza Stradale. Il nuovo sistema Tutor per il rilevamento della velocità sarà attivo su diverse tratte dell'A1, A10, A14, A16.

I nuovi dispositivi di ultima generazione si baseranno sulla verosomiglianza di stringhe descrittive dell'immagine relativa al transito rilevato, e non più sul riconoscimento della targa. Questo sistema dovrebbe permettere di rilevare un maggior numero di veicoli e di garantire maggiore sicurezza stradale.

Purtroppo durante la riunione sulla sicurezza è emerso un dato sbalorditivo quanto allarmante. Sta crescendo in maniera esponenziale il numero di sanzioni per guida sotto effetto di alcol o sostanze stupefacenti, le prime aumentate del 13,9% e le seconde del 16,2% rispetto allo scorso anno. Questo sottolinea quanto bisogno ci sia di adottare norme e misure di sicurezza più drastiche rispetto a quelle vigenti.

Motori.virgilio.it