Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Fine settimana che resterà negli annali dell’Aci Salerno: soddisfatto il Presidente Demasi

  • Scritto da ACI Salerno

Simone IaquintaFine settimana che resterà negli annali del motorismo dell'Aci Salerno. Quello appena trascorso ha visto i piloti dell'Automobile Club Salerno grandi star dell'ACI Racing Week End all'Autodromo Nazionale di Monza. La soddisfazione del Presidente dell'Automobile Club Salerno.

Simone Iaquinta è Campione Porsche Carrera Cup Italia per il secondo anno consecutivo, Aldo Festante ha vinto gara 2 siglando il primo successo assoluto nella serie monomarca italiana della casa di Stoccarda, dopo aver vinto l'International GT Open Cup a Barcellona una settimana fa. Prova di carattere e volontà di Denny Molinaro che nonostante tanta sfortuna rimane tra i maggiori pretendenti del Campionato Italiano Prototipi.

Titolo sofferto per Simone Iaquinta che aveva visto sfumare tutto in gara 1 a causa di una foratura che lo ha retrocesso, quando tutto sembrava fatto. Il giovane pilota del Team Ghinzani Arco Motorsport si è riscattato opportunamente in gara 2 con una serrata rimonta dal 16° posto in griglia, fino al 2° posto alle spalle di Aldo Festante. "Sono felice, naturalmente, e per questo devo ringraziare il team Ghinzani Arco Motorsport, al quale ho regalato il titolo Team, quindi ho potuto ricambiare, poi i miei partner, famiglia e amici." E' un Simone Iaquinta sorridente e quasi "pragmatico" quello che vuole parlare del suo secondo titolo consecutivo nella Porsche Carrera Cup Italia, conquistato al termine di un weekend pazzesco vissuto a Monza che prima gli aveva tolto tante speranze e soprattutto certezze al sabato per via di una foratura e poi lo ha visto autore di una rimonta da antologia in gara 2. Iaquinta è il 2° pilota a riuscire nell'impresa del bis consecutivo di titoli dopo Alessandro Balzan.

Per Aldo Festante vittoria e Schlarship Programme. Il 20enne pilota campano di Ombra Racing veniva dalla conquista del titolo nel GT Cup Open con 8 vittorie su 10, ma la sua prima vittoria nel monomarca tricolore, che tra l'altro ha suggellato anche la sua nomination per lo Scholarship Programme che lo porterà a confrontarsi con gli altri giovani provenienti dalle varie Carrera Cup nazionali al Porsche International Shoot Out, ha il sapore dell'impresa, anche perché conquistata davanti al bi-campione Simone Iaquinta e a David Fumanelli, resistendo pure a un osso duro e ormai espertissimo come Riccardo Pera durante la corsa.

"E' una prima vittoria che ci serviva - dichiara Festante - perché ci serviva un successo anche in Carrera Cup Italia per sentirci al top in entrambi i campionati. E' stata una giornata molto positiva con strategia ottima del team in particolare sulle gomme. Le due safety car mi hanno fatto sudare, ma questo è il culmine del durissimo lavoro svolto durante la stagione con la squadra. Non ci siamo fermati un attimo e i risultati si sono visti".

Nemmeno la sorte avversa doma Denny Molinaro, il 22enne di Luzzi che sulla Wolf GB 08 Thunder con motore Aprilia, ha lottato innanzitutto con la petulante sfortuna a Monza. Quinto posto in gara 2 ed ora secondo ed in piena lotta per il Campionato Italiano Prototipi che si deciderà ad Imola dal 20 al 22 novembre. Set up da ottimizzare sin dalle prove libere per l'alfiere DM Competizioni. Gara 1 al sabato, vede Denny protagonista fino ad un contatto nella parte finale con conseguente danno alla sospensione e ritiro. Tenace lavoro del team fino a tarda sera per ripristinare perfettamente la monoposto. Nella giornata di domenica in gara 2, Molinaro scatta dalla 5^ fila e con abilità e tenacia riesce a rimontare fino alla 5^ piazza. Dopo la ripartenza in seguito all'entrata della safety car, Denny attacca e si porta in posizione da podio, ma mentre aveva nel mirino un possibile 2° posto e nuova leadership in campionato, a 200 metri dal traguardo, un giunto lo tradisce e rende tutto più difficile con il 5° posto finale e un 2° in Campionato che ora costringe il driver calabrese all'assalto finale per il Titolo. -"Un fine settimana davvero difficile nel quale però siamo riusciti a limitare i danni - ha dichiarato l'alfiere DM Competizioni - rimaniamo in corsa per il titolo grazie al lavoro di squadra che mi ha permesso di non arrendermi e rilanciare la sfida dopo i problemi di gara 1. Lavoreremo sodo sui dati raccolti e speriamo di ottimizzare il tutto in vista del rush finale".

Per l'Automobile Club Salerno - ha dichiarato il Presidente Vincenzo Demasi - il successo dei piloti con licenza sportiva presso il nostro Ente è uno stimolo ulteriore a dedicare sempre maggiore attenzione allo sport automobilistico, ai piloti, agli Ufficiali di gara, alle scuderie, agli impianti.