Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Ronnie Jones: "A 83 anni, torno per l'ambiente" - La nuova traccia del poliedrico artista statunitense

  • Scritto da Rosa Gigio

cover a miracle

Il 5 giugno scorso si è celebrata la Giornata Mondiale dell'Ambiente, al grido di "Non c'è un pianeta B! Solo i nostri comportamenti consapevoli possono salvare l'unico mondo che abbiamo a disposizione". A supporto di questa pregevole iniziativa, si sono schierate alcune importanti aziende ed organizzazioni tra cui Asacert, Accapierre e Rotary Club Passport Innovation.

"A miracle", nuova traccia di Ronnie Jones, leggendario cantante e conduttore nato a Springfield (Usa), abitualmente in Italia sin dagli anni '70 tra radio, tv e concerti, è stata scelta come colonna sonora ufficiale del progetto AWorld, startup italiana con sedi a Torino e New York, che supporta da alcuni anni, attraverso un'app dedicata, il progetto delle Nazioni Unite "ActNow" a sostegno dei corretti comportamenti individuali contro i cambiamenti climatici e la sostenibilità, per guidare le persone verso un miglioramento del proprio impatto personale sull'ambiente ed una maggiore consapevolezza sul tema.

"La traccia nacque già molto tempo fa, parlando di vita in generale", spiega Ronnie Jones, "Volevo in qualche modo urlare al mondo che è giunto il momento di fermarsi e di cominciare a guardare attentamente dentro sè stesso: abbiamo consumato quasi tutte le risorse che il creato ci ha messo a disposizione. 'A Miracle' contiene un messaggio molto importante nascosto tra le sue note". E aggiunge: "Oggi tutti vogliono essere trendy ed avere tutto, sembra contare solo il danaro. L'uomo ha dimenticato sè stesso, la famiglia e qual'è il suo posto nel mondo: troppo consumismo e vite usa e getta. Se vogliamo davvero un futuro, dobbiamo curare subito questo mondo malato. Se osserviamo una cascata d'acqua all'inizio, la sua acqua è pulita, ma durante il percorso nel fiume accade qualcosa e a noi arriva sporca: dobbiamo pensare a guarire quel fiume".

Alla rispettabilissima età di 83 anni, Ronnie Jones è ancora un artista molto attivo, tra concerti ed interviste a cui si concede sempre volentieri. "I giovani danno ancora molto ascolto ai messaggi delle canzoni" spiega, "ed è sempre stato così perchè la musica è una delle chiavi dell'universo. Il messaggio che 'A miracle' porta con sè, è arrivato anche a loro, grazie a Steve Ferrone che ha reso la traccia più contemporanea e fruibile a chiunque." E, infine, conclude: "La musica guarisce e fa bene alle persone fino a quando la fai. I problemi cominciano solo quando si smette, perchè la musica è energia pura".

"A Miracle", è un brano scritto da Ronnie Jones ed Emilio Foglio, che ne è anche arrangiatore, realizzato a Los Angeles nel Drumroll Studio, con la produzione artistica di Steve Ferrone ed Eric Thorngren. Il videoclip è diretto da Riccardo Quaglio con le animazioni di Nicolò Canova ed il coordinamento artistico di Giovanni Favero.

Add a comment

Capone&BungtBangt pubblica il nuovo inedito dal titolo "Io sono ..." - Nuovo monito dagli artisti alfieri dell'eco-sostenibilità nella Giornata mondiale per l'Ambiente (ONU)

  • Scritto da Giulio Di Donna

Capone BungtBangt 2021 copia

"Io sono..." è il nuovo inedito del gruppo musicale Capone & BungtBangt capitanato da Maurizio Capone e viene supportato dal videoclip del regista FRE'. La band e il regista hanno pensato di sottolineare il contrasto tra la "leggerezza/positività" e la "drammaticità" del tema ambiente e aspira a sensibilizzare tutti, specie i più giovani, su un argomento importante per il nostro futuro che vive risvolti drammatici.
Il brano, pubblicato dalla label italo americana Hammer Music, anticipa il sesto album che verrà pubblicato nel 2022.

"Io sono..." viene pubblcata in concomitanza con la celebrazione del World Environment Day, giornata istituita dall'Onu per ricordare la Conferenza di Stoccolma sull'Ambiente umano del 1972 per incoraggiare a livello mondiale la consapevolezza e l'azione per tutelare il nostro ambiente.

"Io sono..." è una canzone solare e gioiosa volutamente scritta per trasmettere positività in un momento nel quale c'è un gran desiderio di tornare alla vita normale. Capone, con la collaborazione di Lello Savonardo cantautore e docente di Comunicazione presso l'Università Federico ll di Napoli, scrive un testo sulla bellezza della natura e sulla gioia di viverla a pieno, tutti insieme e con amore.
Sonorità reggae e ritmiche jungle per mettere in relazione la giungla naturale e selvaggia con la giungla del caos metropolitano alla ricerca dell'armonia tra dimensioni diverse che devono assolutamente cercare il modo di vivere sullo stesso pianeta.

La capacità di scrivere belle canzoni si unisce all'arte di far suonare strumenti impossibili ed ecosostenibili, questa caratteristica ha permesso a Capone & BungtBangt di essere ancora dei pionieri nell'ambito della "Musica Green" .

Oltre a Capone con i suoi innumerevoli strumenti riciclati, uno su tutti la scopa elettrica, la band è composta da Mr. Paradais al basso da ponte e scatolophon basso, Horùs al tubolophon e percussaglie e Maestro Zannella alla buatteria. Artisti a tutto tondo, performer, strumentisti, sound designer ed ecologisti convinti.

Questa grande vitalità è alla base della collaborazione con l'etichetta italoamericana Hammer Music e Rosso di Sera Records le quali hanno deciso di investire sul progetto sposando l'idea e dare massima visibilità nazionale ed internazionale alla band. Del resto la musica di Capone & BungtBangt non è nuova ai palcoscenici internazionali con esperienze in classifica e rotazione radiofonica in Canada e Stati Uniti ma anche coi concerti in Giappone, Europa e Africa.

Capone & BungtBangt saranno protagonisti al prestigioso Campania Teatro Festival 2021 e realizzeranno un doppio spettacolo live dal titolo "Come suona il caos" con la regia di Raffaele Florio.

Add a comment

Greg Rega con le Kalìka e Andrea D'Alessio inaugurano il primo week-end live di FoquSound

  • Scritto da Giulio Di Donna

FOQUS night copy

Sarà Greg Rega, con special guest il trio vocale Kalìka, ad inaugurare la stagione dei concerti di FoquSound presso La Corte dell'Arte della Fondazione FOQUS. Il secondo appuntamento è con la straordinaria voce, e il suo inconfondibile beatboxing, di Andrea D'Alessio.

Appuntamento Sabato 5 Giugno inizio ore 19.30 ingresso su prenotazione-aperitivo di euro 10 e 17.
Un gradito ritorno quello dell'ugola d'oro di Roccarainola, infatti GREG REGA è stato uno dei protagonisti degli eventi in streaming che Foqus ha organizzato a dicembre 2020. Il cantautore/interprete, vincitore "All Together Now", finalista Xfactor Romania e All Together Now Russia, collaboratore di Noemi e membro dei Super4; è un cantante versatile che interpreta in maniera personale ed originale brani storici e i suoi inediti dal sound funky-groove e urban. Accompagnato dal piano di Lorenzo Campese Rega farà un lungo excursus nella canzone d'autore napoletana e italiana. Prima del suo live si esibiranno le Kalìka, trio vocale tutto al femminile formato da Vania Di Matteo, AnnaRita di Pace e Giulia Olivieri accompagnate dal chitarrista Gianluigi Capasso; con un repertorio che omaggia i grandi della canzone popolare come Enzo Gragnaniello, Carlo Faiello e Chavela Vargas.

Appuntamento Domenica 6 Giugno inizio ore 19.30 ingresso su prenotazione-aperitivo da euro 10 e 17.
Il secondo appuntamento live di FoquSound è con il talento indiscusso di ANDREA D'ALESSIO. Napoletano dalla voce urban-soul e dal beat facile. Il suo Beatboxing lo ha reso famoso in tutta Italia, basta ricordare il successo ottenuto con la partecipazione a XF2016. Ha collaborato con Mario Biondi, Arisa, 99 posse, Clementino, Ensi, Giuliano Sangiorgi, Ty1, Reset, Ntò, Renato Zero.

Dopo i primi due appuntamenti si proseguirà con il seguente programma di Giugno con esibizioni a partire dalle ore 19:30:
-sabato 12 Aperitivo
Marco Gesualdi e Simona Boo con Guido Russo
-domenica 13 Aperitivo
PS3 - Pietro Santangelo trio
-sabato 19 Aperitivo
NINNI
-domenica 20 Aperitivo
Libera Velo in 'A Sguarrona (con Gianluca Capurro)
-sabato 26 Aperitivo
Joseph Martone
-domenica 27 Aperitivo
Stella Manfredi feat. Lui_G (KamAak)

Nell'ex convento sede di FOQUS è nuovamente attiva La Corte dell'Arte, il contenitore di idee e attività artistiche e culturali che si realizzano in uno spazio polifunzionale all'interno dell'elegante chiostro cinquecentesco dell'ex Istituto Montecalvario.
La Corte dell'Arte è un'area eventi nel cuore del centro storico di Napoli, con palco per esibizioni live, una Galleria d'Arte Contemporanea, la prima Biblioteca di Quartiere, un Cinema con 200 posti, e poi Bar, Ristorante, Pizzeria, oltre a spazi destinati a Meeting, Esposizioni ed altro.

FOQUS, che rappresenta un nuovo modo di concepire l'economia e le politiche culturali, sociali e formative, da oggi offre un nuovo modo per concepire e fruire di arte e musica. Tutto questo nel cuore dei Quartieri Spagnoli di Napoli.

Con i primi 8 appuntamenti sarà possibile vivere esperienze uniche nel ventre di Napoli, tra arte, spettacolo e buon cibo che diventano i nuovi segni distintivi che legano tutte le forme culturali che Foqus svilupperà nei prossimi anni.

Presso La Corte dell'Arte infatti da oggi è possibile vivere un'esperienza completa grazie a Qucine Sociali lo spazio dedicato alla buona cucina di Foqus. La formula food che accompagnerò le attività musicali si dipanerà tra Ristorante, Pizzeria e Lounge Bar con esperti mixologist. Sarà possibile sorseggiare, spizzicare ed ascoltare musica dal vivo in occasione di Aperitivi e Brunch domenicali.

E' una sfida alla contemporaneità che Foqus raccoglie e con convinzione realizza, specialmente oggi che il mondo artistico vive un periodo complesso e pieno di incertezze; in questo modo Foqus sostiene anche quei musicisti - e tecnici - che da troppi mesi non hanno opportunità di esibirsi.

Add a comment

"Corrupted Aesthetics" (Lost Generation Records) è il nuovo singolo di Anna Soares, cantautrice e producer napoletana

  • Scritto da Marco Gargiulo

Anna Soares

Continua il percorso di pubblicazione di singoli da parte di Anna Soares. Dopo "BabyDon'tStarveMe", "Fuck My Brain" e "Unconscious" la cantautrice/producer napoletana pubblica ora il nuovo brano "Corrupted Aesthetics" (Lost Generation Records).

Un sound acido e minimale racconta la corruzione della bellezza attraverso uno scenario evocativo di stampo squisitamente BDSM, dove l'ossessione si intreccia con il dolore, la morbosità con l'appartenenza.

«"Corrupted Aesthetics" oscilla continuamente sul filo del rasoio dei miei limiti, ho raccontato le linee di confine di piacere e dolore. Lo considero una dichiarazione di intenti su come concepisco la musica ("Music is sex, sex is music") nell'estetica e nel messaggio artistico.» (Anna Soares)

BIOGRAFIA
Cantante, cantautrice e producer napoletana, Anna Soares plasma un nuovo genere sonoro a sfondo BDSM, reinterpretando gli schemi canonici dell'elettronica. Le sonorità dark si miscelano con testi che evocano la sacralità dell'universo sessuale. Ha sviluppato una naturalezza e maturità nelle performance riconoscibile e ipnotica grazie all'esperienza nei live tra club ed eventi. Il background stilistico attinge da artisti quali i Massive Attack, Portishead, Burial pur evocando nella voce reminiscenze di matrice jazz.

Add a comment

NUOVA ORCHESTRA SCARLATTI - Napoli: Concerto della Scarlatti Young sabato 5 giugno

  • Scritto da Marco Calafiore

Scarlatti Young decimino 2 copia

Sabato 5 giugno alle ore 19:30, nella Chiesa dei SS. Marcellino e Festo (Napoli, Largo San Marcellino 10), il secondo appuntamento della rassegna musicale della Nuova Orchestra Scarlatti, con protagonista L'Orchestra Scarlatti Young in formazione di decimino, con musiche di W. A. Mozart, F. J. Haydn, V. d'Indy, J. Brahms, J. Strauss, G. Rossini.

Strumentisti dell'Orchestra Scarlatti Young, riuniti in formazione cameristica, propongono un variegato programma con alcuni brani molto noti e amati, e tutti da godere.

Si comincia con un Quartetto per clarinetto e archi di Mozart che è in realtà la trascrizione originale della sua Sonata per violino e pianoforte K 380 (1781): pagina di un genio venticinquenne capace di comporre in un perfetto equilibrio le luci e le ombre dei sentimenti e della vita, nella felicità degli Allegri così come nell'incantata malinconia dell'Andante con moto centrale. Segue Franz Joseph Haydn con il suo Divertimento n. 1 per quintetto di fiati, un piccolo capolavoro di Nachtmusik settecentesca celebre per il tema del Corale di S. Antonio del secondo movimento, che tanto piacque a Brahms da farne il tema delle sue prime grandi Variazioni sinfoniche. Sarà poi la volta di Vincent d'Indy (1851-1931), colto e raffinato compositore francese, con Sarabanda e Minuetto op. 72, una pagina del 1918 di neoclassica eleganza; la notturna Sarabanda e l'animato fiabesco Minuetto saranno proposti per l'occasione nella versione per decimino (Quintetto d'archi + quintetto di fiati), organico che nel suo equilibrio sintetizza un po' tutti i colori dell'orchestra. Il programma continua con l'estrosa Danza ungherese n. 6 di Brahms, la deliziosa Pizzicato Polka e l'effervescente Leichtes Blut Polka schnell di Johann Strauss jr., per chiudersi in bellezza con l'irresistibile crescendo della Sinfonia dal Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini.

Gli altri appuntamenti di giugno a San Marcellino:

Venerdì 11 la Sonata Dantis, un raffinato 'concerto-racconto' tra musica e versi proposto dall'Ensemble Lirico Italiano in occasione dell'anno dantesco.

Giovedì 17 un altro appuntamento barocco con la Nuova Orchestra Scarlatti e con Federico Guglielmo in veste di violino solista e direttore in musiche di Tartini e Vivaldi.

Domenica 20 il concerto dell'orchestra amatoriale Scarlatti per Tutti.

Mercoledì 23 appuntamento con il trio formato dal soprano Naomi Rivieccio, il clarinettista Gaetano Russo e la pianista Laura Cozzolino, in un raffinato programma cameristico, tra Brahms, Schubert e altro ancora.

Add a comment