Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Morgan & Megahertz, Dj Uncino & Friends, Totò Poetry Culture e Dj Marco Corvino i protagonisti delle prossime serata della rassegna “La musica che gira intorno”

  • Scritto da Giulio Di Donna

cambio rotta

Un week end ricco di musica per la rassegna itinerante "La musica che gira intorno" che fa parte delle tre linee del progetto turistico-culturale "Vedi Napoli e poi... torni" finanziato dalla Regione Campania con Fondi POC 2014/2020 - Piano Strategico per la Cultura e i Beni Culturali 2022 e promosso dall'Assessorato al Turismo e alle Attività Produttive del Comune di Napoli.

A cura di Ravello Creative Lab Srl, che ha affidato la direzione artistica a Peppe Barra e a Dj Uncino, "La musica che gira intorno" propone il settimo e l'ottavo appuntamento con doppi concerti ricchi di artisti e dal sound diversificato.

Sempre ad ingresso libero il giorno venerdi 2 settembre (ore 21 presso il Parco Lieri di Napoli) è dedicato alla musica elettronica-cantautorale e rock del milanese Morgan, affiancato da Megahertz; e dai beat hip hop di Dj Uncino che per l'occasione raduna i Friends per una parterre che costituisce il meglio della scena rap e urban napoletana.

Originario di Acerra Uncino è il Dj ufficiale di Luchè ed è tra le figure di spicco del mondo del djing nazionale. Presenterà dal vivo il suo ultimo album "Cambio Rotta" che consolida la sua crescita come producer e lo proietta verso un futuro fatto di sonorità urban club. Durante il suo set ci saranno dei featuring d'eccezione grazie alla presenza di Shon & 2NG, Geddì, Merrick & Petross, Aston Rico, El D Beatz, Oluwong, MeRu McQueen, Keep it Real, Gianmarco Santarpino, Wena, Roberta Nasti, Shatto, Renè La diva, Andrea Tartaglia, AlboDub, O'Iank, Andrea D'Alessio, Marcello Coleman, Armouann, O'Tzunami, Speaker Cenzou, Peppe Soks & SVM.
Prima del concerto il writer Luca "Zeus40" Caputo realizzerà un murale ispirato dalla frase "Where words fail, music speaks" dello scrittore Hans Christian Andersen. L'artista, curatore anche delle grafiche dell'album di Dj Uncino, fa parte dell'associazione Bereshit, con la quale realizza molti interventi di restyling urbano ed organizza corsi e workshop di writing all'interno di scuole ed enti pubblici, anche all'estero, per la diffusione della aerosol culture.

A seguire Morgan, che torna in concerto a Napoli dopo tre anni dall'ultima esibizione, affiancato dal musicista e producer Megahertz presenta un concerto intitolato "Bioelettrico". Il live porterà l'ascoltatore in una dimensione dove uomo e strumento sono collegati in sincrono, cervello, cuore e arti sono un tutt'uno con le macchine che danno vita ai diversi suoni. Un live durante il quale i due musicisti si cimentano nello sviluppare il tema attraverso i diversi strumenti sistemati con uno schema ben preciso sul palco, in un turbinio di emozioni, con una scaletta di brani ogni volta volutamente diversa, costruita e disegnata come un'opera d'arte sul nascere a secondo delle vibrazioni del momento e dell'evolversi delle situazioni. Un percorso che naturalmente abbraccia i brani più conosciuti di Morgan e dei Bluvertigo, gli omaggi ai mostri sacri della musica internazionale che hanno accompagnati i due durante la loro crescita artistica, tra i tanti David Bowie, Depeche Mode, Duran Duran, Kraftwerk ed il cantautorato italiano di grande livello, solo per citare alcuni nomi, Bindi, Tenco, Modugno, De Andrè.

Il week end musicale continuerà sabato 3 settembre con un altro doppio set di musica elettronica condita dalle poesie di Totò. Infatti sarà il duo composto da Gianni Valentino e Lello Tramma, che ha come moniker Totò Poety Culture, ad inaugurare la serata che si svolgerà presso l'Area pedonale dei Campi Flegrei (dalle ore 21, ingresso libero). Totò Poetry Culture è una avventura che celebra, dal 70° anniversario di Malafemmena, la produzione poetica di Antonio de Curtis. In occasione della cruciale ricorrenza è nato l'omonimo duo che include il poeta/performer/autore Gianni Valentino e il musicista/producer/cantautore Lello Tramma (già fondatore e leader della band Palkoscenico). Le poesie di Totò sono ora rielaborate in una formula contemporanea, alternando suoni di oud, saz, pianoforte, chitarre, Moog, tuba, theremin, Jen, batteria, basso, tromba, ciaramella, violoncello con manipolazioni elettroniche e app digitali e esaltando le reciproche passioni per Massive Attack, Kraftwerk, Depeche Mode, Rӧyksopp, Thievery Corporation, Vangelis, I.S.A.N., Pink Floyd e Beatles.

In chiusura di serata il Dj Marco Corvino aka Dj Corvino Traxx con il suo ricco sound di elettronica e dance. Corvino è uno dei dj storici della scena partenopea conosciuta in tutto il mondo. Ha cominciato a lavorare come dj a livello professionale sin da giovane e ha collaborato e diviso la consolle con nomi altisonanti come Angels Of Love, Marco Carola, Dj Simi, Master Keys, Lino "D" Meglio, Frank Iengo, Daddy's Groove e lavorato anche nel mondo del cinema partecipando alla realizzazione di molte colonne sonore tra le quali "La leggenda del principe di San Severo", un cartone animato di Rai Trade, colonne sonore e ha pubblicato svariati album ed Eps che hanno suscitato interessa su scala internazionale.

Add a comment

DANZA: venerdì 3 nell'Atrio del Duomo di Salerno "Sacre", il Rito della primavera secondo Borderline

  • Scritto da Silvia De Cesare

Sacre 4Dopo l'anteprima nazionale nell'Area Archeologica di Velia lo scorso luglio, con Genius Loci, il progetto speciale a cura del CDTM Circuito Campano Danza patrocinato dal MiC che proponeva un contesto in cui la coralità dell'esperienza artistica non solo emerge e si plasma interpretando il luogo "che abita" ma amplia le opportunità di accesso sia al pubblico che ai giovani artisti, la stessa creazione fa tappa a Salerno.

Venerdì 3 settembre alle 21.30 nell'Atrio del Duomo, la seconda volta di "Sacre" di Borderline Danza. L'appuntamento rientra nel cartellone della XXIV edizione dell'Irno Festival.
La Compagnia rilegge il celebre testo sonoro e coreografico del Rito della primavera, ne consulta l'essenza, conservandone la radicalità primordiale e investiga la traccia trasgressiva che quest'opera continua a trasmettere nella contemporaneità. In un tempo sospeso tra il post-rito e l'inevitabile ciclicità dell'evento, otto elementi si confrontano con le differenze di specie e sperimentano varie dinamiche di aggregazione e risoluzione: il rito si ripete danzando per la sopravvivenza.

"Lavorare sulla partitura di Stravinskij è un'esperienza contemporaneamente sfidante e sfibrante per tutte le parti in causa: tante ore di prova si susseguono tra scritture coreutiche e posizionamenti drammaturgici, smussamenti coreografici e traiettorie narrative, nel desiderio di lasciare il segno, con umiltà ed entusiasmo, con un'opera che, storicamente, ha rappresentato uno dei fiori all'occhiello di moltissime compagnie di rinomata fama", anticipa il direttore della Borderline, nonché ideatore di concept, regia e coreografia Claudio Malangone.

A Salerno come Velia, sarà uno spettacolo concerto: la partitura di Stravinskij sarà eseguita dal vivo dai maestri pianisti Simonetta Tancredi e Lucio Grimaldi. Danzano: Luigi Aruta, Adriana Cristiano, Antonio Formisano, Giada Ruoppo, Pietro Autiero, Alessandro Esposito, Alessia Muscariello, R. G. Maite Rodgers.

Borderline Danza è una delle compagnie più in vista nel panorama campano. La ricerca coreografica parte dallo studio della mente umana e del suo processo neurobiologico. Le creazioni indagano gli equilibri instabili su cui si basa l'esistenza umana: luce e ombra, movimento e quiete, suono e silenzio, presenza e assenza. L'interessante campo di ricerca rispecchia la formazione del fondatore della Compagnia, Claudio Malangone. Danzatore, coreografo e psichiatra, Malangone fonda Borderline Danza nel 1998 dopo essersi formato con Susanne Linke, Carolyn Carlson, Birgit Cullberg, Nina Watt, Matilde Monnier, Doris Rudko, Alice Condodina, Simona Bucci, Andè Peck, Roberta Garrison, Adriana Borriello.

Lo spettacolo sarà preceduto da Sakamoto Suite, Concept, coreografia e danza di Tiziana Petrone, Hilde Grella, (voce P. Capozzo) in cui voce e corpo diventano i protagonisti di un breve viaggio, uno spaccato del quotidiano vivere.

Add a comment

Martedi Katia Ricciarelli + Espedito De Marino quartet per la rassegna itinerante turistica-culturale "La musica che gira intorno"

  • Scritto da Giulio Di Donna

concerto-katia-ricciarelli 03-1Con il concerto di Katia Ricciarelli continua la rassegna itinerante "La musica che gira intorno" che fa parte delle tre linee del progetto turistico-culturale "Vedi Napoli e poi... torni" finanziato dalla Regione Campania con Fondi POC 2014/2020 - Piano Strategico per la Cultura e i Beni Culturali 2022 e promosso dall'Assessorato al Turismo e alle Attività Produttive del Comune di Napoli.

A cura di Ravello Creative Lab Srl, che ha affidato la direzione artistica a Peppe Barra e a Dj Uncino, "La musica che gira intorno" propone un nuovo appuntamento live ad ingresso libero (30 agosto - ore 21 presso il Parco Attaianese di Napoli) dedicato alla musica classica napoletana, folk e lirica. Infatti sarà la possente voce di Katia Ricciarelli, e il virtuosismo chitarristico del Maestro Espedito De Marino, protagonista di in una serata che si preannuncia ricca di emozioni e di pahots in memoria dei grandi autori della tradizione napoletana. I due eseguiranno le più belle canzoni della storia della musica partenopea e di omaggi a grandi artisti contemporanei.

Lo spettacolo è composto in due parti: la prima con il poliedrico e virtuoso chitarrista di Scafati Espedito De Marino in versione quartet, celebre per essere stato fino all 2003 il chitarrista del grande chansonnier napoletano Roberto Murolo ed oggi collaboratore di Katia Ricciarelli. Mentre la seconda parte dello spettacolo vedrà in scena il soprano di Rovigo che terrà il concerto dal titolo "In...Canto Napoletano", una combinazione che interseca la grande canzone d'autore a virtuosismi per chitarra mediterrannea. A corollario arpeggi romantici in memoria di Pino Daniele, Renato Carosone, Lucio Dalla, e sulle poesie di Libero Bovio, Salvatore Di Giacomo, E.A. Mario, Totò, Paolo Morelli e tantissimi altri.

I prossimi appuntamenti:

  • venerdì 02 settembre Morgan & Megahertz in Bioelectric tour + Dj Uncino & Friends in Cambio Rotta live con:

Speaker Cenzou - LucarielloMarcello Coleman - Keep It Real - Dope OneO'iank2NgShon - Andrea D'AlessioO'zuluShattoRoberta NastiGeddiWenaAndrea TartagliaRene La DivaAston Rico - ArmouannO'tsunamiVincenzo BlesPeppe Soks - SvmMerrick & Petross - ore 21 Parco Lieti

    />sabato 03 settembre <strong>Marco Corvino</strong> + <strong>Toto' Poetry Culture</strong> - ore 21 <strong>Campi Flegrei Area Pedonale</strong></li> <li>sabato 10 settembre <strong>Marco Zurzolo</strong> in <strong>"i napoletani non sono romantici"</strong> - ore 21 <strong>Villa Comunale</strong></li> <li>domenica 11 settembre <strong>Mario Maglione</strong> - ore 21 <strong>Parco Emilia Laudati</strong></li> </ul>" Add a comment

Dodicesima edizione di Jazz Inn Capri con Nino Buonocore e David Kikoski

  • Scritto da Capri Press

jazz inn capri

Dodicesimo anniversario per Jazz Inn Capri. L'isola azzurra all'insegna del soul e dello swing celebra questo particolare tipo di musica. A fare da suggestivo scenario sarà la Certosa di San Giacomo, sotto le antiche volte del trecentesco complesso nel cuore del centro antico di Capri, si terrà una due giorni di musica raffinata eseguita dai maestri che si dedicano a questo stile per gli appassionati del jazz.

Quest'anno special guest sarà NINO BUONOCORE, la voce di "Scrivimi" che aprirà il festival mercoledì 31 agosto alle ore 21. Artista napoletano che ha scritto pagine importanti della musica leggera italiana dagli anni Ottanta in poi, Buonocore rivisiterà il suo repertorio in chiave jazz con una band d'eccezione ed un sound davvero unico che condensa tutto il suo bagaglio di esperienze maturate con grandi musicisti, che porta il suo "all the best" riletto in chiave jazzistica grazie all'apporto di ottimi artisti e speciali ospiti, per un nuovo e interessante progetto.

Il quartetto base formato da Nino Buonocore alla chitarra e alla voce, Antonio Fresa al pianoforte, Antonio De Luise al contrabbasso e Amedeo Ariano alla batteria, vedrà come special guest ai fiati Max Ionata al sax. La performance che andrà in scena a Capri vede i suoi natali a Roma, all'Auditorium Parco della Musica il 27 febbraio 2020 per il primo "disco live" in quaranta anni di carriera. Brani di repertorio come "Scrivimi", "Rosanna" (Sanremo 1987) e "Abitudini" verranno riarrangiati e impreziositi dalle improvvisazioni solistiche e dalle divagazioni più libere del jazz.

Ad un big del piano jazz statunitense DAVID KIKOSKI è dedicata, poi, la seconda serata di Jazz Inn Capri edizione 2022. Kikoski da molti anni uno dei più completi ed efficaci pianisti presenti sulla scena jazz mondiale, che vanta un consistente curriculum come leader di propri trii, comprendenti di volta in volta i batteristi Al Foster, Billy Hart e Ben Perowsky, e i bassisti Eddie Gomez, Essiet-Essiet, Ed Howard e James Genus si esibirà a Capri con un trio impreziosito dal grande bassista italiano di nascita ma americano di adozione, PAOLO BENEDETTINI allievo del leggendario bassista di Miles Davis, e dal batterista ELIO COPPOLA, anche direttore artistico di "Jazz Inn Capri", che nonostante la giovane età si è fatto strada nel panorama italiano, "prestando" i suoi ritmi ad artisti internazionali come Benny Golson, Joey De Francesco, George Cables, Jerry Weldon, Shawnn Monteiro, Ray Mantilla, Ronnie Cuber, Enrico Rava. Il trio presenterà un repertorio con inediti e dei classici americani riarrangiati sapientemente dal fuoriclasse del piano per un concerto dal forte impatto sonoro.

Le serate avranno inizio alle ore 21 e saranno tutte ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Il Festival "Jazz Inn Capri", giunto alla sua dodicesima edizione, è promosso e organizzato dalla Città di Capri con le associazioni "Jazz Inn Capri" e "Naima" e in collaborazione con la Direzione Regionale Musei Campania.

Add a comment

Martedì 30 agosto i Litfiba al Meeting del Cervati 2022, a Sanza l'evento rock'n'roll clou dell'estate in Campania

  • Scritto da Gilda Camaggio

Litfiba SANZA Meeting Cervati 2022

"Lo spettacolo deve ancora cominciare" ma la fibrillazione è già altissima per il concerto dei LITFIBA martedì prossimo 30 agosto a Sanza, evento clou del Meeting del Cervati 2022: La cima più alta della Campania farà da suggestiva scenografia all'unica tappa estiva in regione de L'ULTIMO GIRONE, il tour per festeggiare i 40 (+2) anni di storia e l'addio della rock band più longeva e apprezzata del panorama musicale italiano. Piero Pelù e Ghigo Renzulli porteranno la loro musica presso la Villa Comunale di Piazza San Francesco ai piedi del Monte Cervati per una serata di straordinaria energia a suon di rock'n'roll.

Un evento che già si preannuncia memorabile, "L'ultimo Girone" di un'estate che ha segnato il ritorno dei grandi live e del rinascimento del turismo in Campania. "È il frutto di una visione di sviluppo e crescita del territorio che abbiamo coltivato con attenzione e cura negli ultimi anni: rendere il Meeting del Cervati il luogo di grandi eventi" commenta il sindaco di Sanza, Vittorio Esposito. "Un evento imperdibile per gli amanti della grande musica, soprattutto per i tanti fans di un gruppo storico che ha scritto pagine memorabili del rock. In uno scenario straordinario, ai piedi della vetta della Campania, il monte Cervati, aspettiamo tutti coloro che vorranno godere della bellezza assoluto del nostro territorio e di una serata memorabile che rimarrà nella storia della musica" conclude il sindaco Esposito.

Per oltre due ore i Litfiba porteranno un vero e proprio viaggio nei 42 anni di storia del gruppo. PELÙ E RENZULLI (accompagnati da Luca "Luc Mitraglia" Martelli alla batteria, Fabrizio "Simoncia" Simoncioni alle tastiere e Dado "Black Dado" Neri al basso) hanno scelto di rendere visibili gli oltre quattro decenni di storia della band nella scenografia disegnata da Piero Pelù con quattro grandi "XXXX" che rappresentano in numeri romani i 40 anni dei Litfiba ma anche la grande forza del loro rock.

Era il 6 dicembre del 1980, quando i LITFIBA si esibivano per la prima volta in un locale di Firenze (la Rokkoteca Brighton di Settignano) dando il via davanti a 150 persone (che ancora ricordano i tuffi di Piero dal palco) a una incredibile storia musicale costellata di successi come "El Diablo", "Spirito", "Fata morgana", "Regina di cuori" , "Il mio corpo che cambia" oltre a tante altre (in tutto sono oltre 160 quelle pubblicate in questi anni) che hanno raccontato l'Italia e il mondo, guerre e pacifismo, impegno sociale e tutela dell'ambiente, sostegno alle vittime della Mafia e battaglie per i diritti umani oltre che storie d'amore e rapporti umani profondi.

Precursori come pochi del rock cantato in italiano, I LITFIBA possono fregiarsi di successi discografici con 10 milioni di copie vendute e migliaia di concerti in Italia, Europa e nel resto del mondo. Pochi artisti possono vantare di aver affrontato, con così grande successo e perseveranza, una gavetta e un percorso lungo e tortuoso come quello della musica e dei suoi cambiamenti durante questi anni, a maggior ragione se parliamo di rock, come i Litfiba, la band presente ancora oggi non solo nel cuore di centinaia di migliaia di fan ma anche nella hall of fame della musica italiana.

INFO UTILI Il tour, organizzato da Friends & Partners, sta toccando i più importanti festival e rassegne estive da nord a sud della penisola che saranno le ultime occasioni per il pubblico dei LITFIBA di salutare la band che ha fatto la storia del rock in Italia. I biglietti per il concerto a Sanza - realizzato dal Comune di Sanza con la collaborazione di Anni 60 Produzioni – sono ancora disponibili sui circuiti Ticketone.it e Go2 e nelle prevendite abituali e saranno acquistabili anche il giorno stesso dello show al Botteghino allestito in piazza XXIV maggio a Sanza, a circa 200 metri dal varco di accesso all'area dello spettacolo. Il concerto avrà inizio alle ore 21.30.

Add a comment