Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Bike School Napoli, nasce la prima scuola di ciclismo in città

  • Scritto da Alessandro Bottone

Bike School Napoli 1Nasce a Napoli la prima scuola di ciclismo riconosciuta dalla Federazione Ciclistica Italiana. La Bike School Napoli è gestita dall'associazione sportiva dilettantistica Emmevi con Mario Fontana come direttore tecnico che opera sul territorio metropolitano da dieci anni con esperienza in diverse discipline sportive, tra cui le attività di triathlon.

Ospitata nel Centro Sportivo di Cercola, la Bike School Napoli si rivolge a giovani dai cinque ai sedici anni, sia femmine che maschi, che potranno svolgere gli allenamenti su due campi: quello sterrato dedicato alle attività di mountain-bike e la pista di atletica per le attività di strada. Una duplice opportunità all'interno dello stesso impianto sportivo, occasione unica in tutto il territorio della Regione Campania che fa della neonata scuola un realtà attrezzata e con gli spazi adeguati per allenamenti e riscaldamenti.

Bambini e adolescenti sono i protagonisti di un programma didattico-sportivo polivalente avendo la possibilità di essere coinvolti anche nella disciplina della corsa. Il programma prevede una formazione a partire dalle nozioni basilari. Si accoglie anche chi non è mai salito in sella: la scuola garantisce l'attività di avviamento indispensabile per chi non sa ancora pedalare e tenere l'equilibrio sulle due ruote. Gli allievi, divisi in specifici gruppi a seconda delle abilità e dell'età, lavoreranno, nel corso dei prossimi mesi, su specifici obiettivi così da diventare i protagonisti della prossima stagione agonistica di ciclismo.

Dal cuore di Napoli ai Comuni vesuviani, la neonata scuola accoglie giovani dall'intero territorio metropolitano proponendosi come un importante punto di riferimento per bambini e adolescenti che non hanno mai approcciato allo sport o che hanno voglia di sperimentare nuove discipline. Inoltre, Bike School Napoli è particolarmente sensibile alle esigenze di giovani con bisogni educativi speciali o con lievi forme di disabilità coinvolti in lezioni tenute da personale qualificato.

Un lavoro di inclusione su cui Mario Fontana lavora da anni considerando lo sport come strumento di prevenzione sociale e di antidoto contro qualsiasi forma di devianza e violenza. Bike School Napoli declina e mette in pratica i valori dell'associazione sportiva dilettantistica Emmevi coinvolgendo anche bambini e ragazzi che provengono da contesti delicati o che sono protagonisti, loro malgrado, di spiacevoli situazioni economiche, sociali e di altro genere. In questo senso la realtà sportiva ha attivato delle iniziative di sensibilizzazione e di promozione per individuare giovani da rendere protagonisti delle prossime sfide sportive: sono da esempio gli accordi di partenariato promossi con diversi istituti scolastici dell'area metropolitana di Napoli e con realtà associative che operano sul territorio così da potenziare reciprocamente le attività a favore di persone svantaggiate.

«Sono felice e orgoglioso di aver promosso questa iniziativa e al contempo sono consapevole degli oneri che mi competono come direttore sportivo ma anche e soprattutto, come educatore» afferma Mario Fontana, fondatore e direttore tecnico di Bike School Napoli, che aggiunge: «Sono sempre stato consapevole della valenza dello sport come strumento di educazione e crescita individuale, l'ho sperimentato negli anni di attività. Vedere tanta adesione mi dà molta fiducia: i numeri da soli non mi bastano, voglio tanta qualità, voglio fare la differenza. Con tutti i collaboratori sportivi tendiamo a dare vita a un'esperienza che possa essere riferimento regionale e perché no, nazionale».

«L'associazione sportiva dilettantistica Emmevi è riuscita a riportare il ciclismo in una zona dove era storico», dichiara Umberto Perna, responsabile attività del settore giovanile del Comitato Campania, che insiste: «Da parte nostra non mancherà il giusto sostegno a questo valevole progetto».

Add a comment

ALLO ZOO DI NAPOLI E’ ARRIVATA UNA COPPIA DI GIAGUARI

  • Scritto da Annalisa Tirrito

giaguari 1990

Lo Zoo di Napoli è fiero di ospitare di nuovo all'interno del parco i meravigliosi giaguari, i predatori più grandi del Sudamerica. Si tratta di due esemplari, un maschio di 1 anno e mezzo e una femmina di due anni. La femmina, elegante e sinuosa, è un esemplare melanico, ovvero nero.

Torna quindi allo zoo la pantera nera, dopo la triste dipartita di Moro, il leopardo melanico sequestrato che è stato ospite dello zoo per 3 anni deceduto il mese scorso a causa dell'età avanzata (19 anni). Il vuoto lasciato è stato subito colmato, l'area della pantera nera ospita già oggi i due energici esemplari di giaguaro (Panthera onca). L'exhibit in realtà era stato progettato in origine proprio per ospitare in un futuro questa particolare specie, lo testimonia la presenza di una vasca d'acqua, mai utilizzata dai leopardi se non per l'abbeverata e molto apprezzata invece dai giaguari, animali notoriamente amanti dell'acqua.

Si tratta di un importante ritorno al giardino zoologico di Napoli visto che i giaguari sono stati parte della collezione in tempi storici, l'ultima cucciolata risale all'inizio degli anni '90 come testimoniano le foto storiche e i racconti del personale ancora presente in struttura. Della cucciolata il pubblico ricorda spesso con affetto Silvia, la pantera nera senza zampa, che grazie alle cure attente del personale dell'epoca è riuscita a vivere tutta la sua vita nonostante la mancanza dell'arto.

Con questo nuovo ingresso la collezione del parco si arricchisce di una specie che è stata largamente ospitata dagli zoo italiani negli ultimi decenni, tuttavia allo stato attuale lo zoo di Napoli è l'unico ad ospitarne una coppia riproduttiva.

Add a comment

Sea Charity Gala: evento di beneficenza al Club Partenopeo

  • Scritto da Mimmo Caiazza

o42hVN7QUn evento per sostenere la Fondazione Santobono Pausilipon, questo il nobile intento del Sea Charity Gala, che si terrà giovedì 23 settembre dalle ore 19:30, presso il Club Partenopeo di Napoli.

Iniziativa organizzata da Passepartout e ADC Legal e che vedrà la partecipazione di numerosi volti noti del panorama musicale e artistico della Campania: le comiche Floriana e Luisa di Made in Sud, l'attrice Patrizia Pellegrino, gli attori Patrizio Rispo e Maurizio Aiello uniti da uno scopo comune: sostenere i piccoli pazienti dell'AORN Santobono Pausilipon.

Madrina del Gala sarà la nota attrice e conduttrice Veronica Maya.

Add a comment Leggi tutto: Sea Charity Gala: evento di beneficenza al Club Partenopeo

V edizione del Convegno Europeo sull’Analisi delle Reti Sociali EUSN2021 a Napoli

  • Scritto da Mimmo Caiazza

ffZQFrAgDal 6 al 10 settembre 2021 si terrà per la prima volta in Italia e Napoli (virtualmente) la V edizione del Convegno Europeo sull'Analisi delle Reti Sociali EUSN2021 organizzato dal Prof. Giancarlo Ragozini del Dipartimento di Scienze Politiche (DISP) dell'Università di Napoli Federico II in collaborazione con i prof. Maria Prosperina Vitale e Giuseppe Giordano del Dipartimento di Studi Politici e Sociali (DISPS) dell'Università degli Studi di Salerno.

Add a comment Leggi tutto: V edizione del Convegno Europeo sull’Analisi delle Reti Sociali EUSN2021 a Napoli