Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

2 ottobre: migliaia di fedeli a Pompei

  • Scritto da Redazione

santuario pompei copyTutto pronto.
Grande attesa a Pompei.

Domenica 2 ottobre, nel Santuario di Pompei, recita della Supplica alla Beata Vergine del Rosario.

La Supplica è una preghiera composta nel 1883 dal Beato Bartolo Longo, fondatore della città di Pompei, del Santuario e delle Opere di Carità ad esso annesse.

Bartolo Longo, avvocato, originario di Latiano (BR), giunse a Pompei nel 1872, come amministratore delle proprietà della Contessa Marianna Farnararo, vedova del Conte Albenzio De Fusco. Qui, dopo un periodo dedito allo spiritismo, si convertì. Girando per le campagne del luogo, sentì salirgli dal cuore un dubbio: come avrebbe fatto a salvarsi dopo le esperienze poco edificanti del passato? Era mezzogiorno e al suono delle campane si accompagnò una voce "Se propaghi il Rosario sarai salvo". Capì, dunque, la sua vocazione e decise che non avrebbe lasciato Pompei senza aver diffuso il culto alla Vergine.

Il 13 novembre del 1875 giunse a Pompei la prodigiosa immagine della Vergine del Rosario. Da Napoli e, poi, via via da tutto il mondo, cominciarono a giungere offerte per la costruzione del nascente Santuario. Nel frattempo Bartolo Longo cominciò a diffondere preghiere e pie devozioni, componendo, poi, nel 1883, anche la Supplica. Inizialmente la preghiera fu intitolata "Atto d'amore alla Vergine" poi cambiato in "Supplica alla potente Regina del SS.mo Rosario di Pompei".

La Supplica viene recitata solennemente due volte l'anno, l'8 maggio e la prima domenica di ottobre.