Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Dopo Roma, le proteste dei tassisti arrivano a Napoli

  • Scritto da Redazione

taxiLa protesta.
Tocca a Napoli. Dopo le proteste di Milano e Roma, anche nel capoluogo partenopeo i tassisti trasformano l'agitazione in "assemblea spontanea e permanente", il tutto in attesa degli esiti della riunione che si svolgerà domani a Roma nella sede del Ministero dei Trasporti.


La categoria protesta contro un emendamento al decreto Milleproroghe che – secondo i tassisti – spianerebbe la strada ad Uber.

Intanto lo stop di oggi, iniziato intorno alle 8 di stamane, è evidente soprattutto nei pressi dei principali snodi cittadini. All'aeroporto di Capodichino vengono diffusi in queste ore annunci per segnalare i disservizi. Gli stalli all'esterno del Terminal Arrivi sono vuoti.

Situazione simile alla Stazione Centrale di Napoli. Le auto bianche sono nei posteggi, ma i tassisti non effettuano corse. Garantite soltanto quelle per invalidi, anziani non autosufficienti e medici che debbano raggiungere ospedali e luoghi di cura.