Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Ancora nessun accordo per salvare l'azienda trasporti di Napoli

  • Scritto da Redazione

anmNulla di fatto.
Si allontana ancora di più il salvataggio dell'Anm. L'incontro nella tarda serata di ieri – tra Comune di Napoli, vertici e sindacati dei lavoratori – si è concluso con un nuovo nulla di fatto.

 

L'assessore al Lavoro del Comune, Enrico Panini, ha fatto il punto della situazione: "Siamo dispiaciuti che non sia stata raggiunta un'intesa – ha detto – Il tema che è necessario affrontare, e su cui nonostante i nostri sforzi non abbiamo trovato una soluzione condivisa, è la necessità di mettere in equilibrio l'azienda come condizione indispensabile per poterla patrimonializzare e quindi salvare".

Si tratta di una linea che lo stesso sindaco Luigi de Magistris aveva ampiamente anticipato e che da Palazzo San Giacomo non è mai stata considerata oggetto di trattativa. Del resto la messa in equilibrio è una condizione dettata dalla legge affinché sia possibile patrimonializzare la municipalizzata. "Purtroppo – ha aggiunto Panini – una serie di soluzioni che ci sono state proposte non ci avrebbero fatto raggiungere questo obiettivo".

"Se l'azienda non è in equilibrio – ha sottolineato ancora l'assessore della giunta de Magistris – scatta un impedimento di legge e non di volontà. È la legge che ci impedisce di fare una patrimonializzazione di Anm se essa non è in equilibrio".

A proposito della delibera sull'adeguamento degli statuti delle società a controllo pubblico del Comune, Panini ha aggiunto: "Noi siamo il Comune più pubblico d'Italia, non faremo mai la privatizzazione e chi lo pensa è fuori di testa. Abbiamo una storia che parla".