Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Racket ed estorsioni a Ponticelli: l'operazione della Polizia

  • Scritto da Redazione

carcere 0Il racket.
Tre pregiudicati sono stati arrestati dagli agenti del Commissariato di Ponticelli per concorso nel reato di tentata estorsione, aggravata dal metodo mafioso.

Avevano approfittato dei recenti arresti operata dalla polizia per cercare di ripristinare la rete di estorsioni attiva fino a poche ore prima nel quartiere Ponticelli di Napoli. E così quarantotto ore dopo l'operazione di polizia eseguita nei confronti di diversi esponenti del clan De Micco, un gruppo criminale emergente era già a lavoro per taglieggiare i commercianti della zona che si stavano appena svegliando dall'incubo del racket. Non è stato semplice per i poliziotti scoprirlo, anche in considerazione dell'assenza di denunce da parte dei commercianti presi di mira, riluttanti a raccontare il proprio dramma agli agenti per paura di rappresaglie.

Circa una decina gli esercenti presi di mira. Grazie ad una intensa attività lavorativa, supportata da accertamenti tecno-investigativi, gli agenti sono riusciti prima a delineare il profilo delinquenziale e poi ad identificare le nuove "leve" criminali. Il primo a cadere in manette, infatti, è stato L. C., pluripregiudicato di 34 anni colpito da provvedimento di fermo del pubblico ministero. Nel pomeriggio di lunedì è stato arrestato S. C., di 36 anni, con precedenti penali: è stato intercettato a bordo di uno scooter. Stessa sorte, ieri mattina, per V. T., pregiudicato di soli 20 anni, rintracciato dai poliziotti alle prime luci dell'alba mentre dormiva a casa della suocera. Tutti gli arrestati sono stati condotti in carcere.