Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Marzo della legalità: all'I.C. "Aldo Moro" di Ponticelli, iniziative per i ragazzi

  • Scritto da Rosalia Gigliano

Marzo  per la  Legalità20191Marzo: il mese della legalità. E' questo lo slogan scelto dall'I.C. "Aldo Moro" di Ponticelli per il mese attuale: un mese durante il quale ci saranno incontri, dibattiti, presentazioni di volumi e testi, dove i protagonisti saranno i ragazzi dell'istituto (dai più piccoli ai più grandi) insieme ai loro genitori ed insegnanti.

 

Due le principali date: mercoledì 20 marzo alle ore 16 e venerdì 22 marzo alle ore 10. Due momenti di riflessione e dibattito su due temi fondamentali, specie per il quartiere ad Est di Napoli e, in generale, per tutti coloro che vivono ed abitano le periferie delle grandi città.

Giovani e legalità sarà la tematica di mercoledì 20: "cosa potrà fare uno scoglio contro un mare di illegalità", parafrasando una frase di Don Luigi Merola, uno dei principali protagonisti di questa giornata. Il fondatore dell'associazione "A voce d'è criature" sarà presente all'istituto per raccontare la sua esperienza di vita ed il suo punto di vista sulla legalità. Insieme a lui, Carlo Musella, attore della ficton "Gomorra, la serie" (anche lui nato e cresciuto proprio a Ponticelli) che racconterà ai ragazzi come il quartiere dove si vive non è solo illegalità come ce lo descrivono. Il tutto accompagnato dalla presenza delle Forze dell'Ordine, in particolare della Polizia di Stato rappresentata dal commissariato di Ponticelli.

Don Peppe Diana sarà, invece, il protagonista dell'incontro di venerdì 22, organizzato dall'istituto insieme all'associazione LIBERA. In occasione della presentazione del libro "Don Peppe Diana: un martire in terra di camorra", i ragazzi incontreranno Raffaele Sardo, autore del volume. Il tutto, in occasione del 25° anniversario dalla morte del sacerdote di Casal di Principe.

Legalità in terra di periferia: quando la scuola davvero contribuisce a fare dei nostri ragazzi i veri uomini migliori del domani.