Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

WE ARE NAPOLI - Presentata nel capoluogo partenopeo una nuova visual identity per la città

  • Scritto da Consulta Nazionale Agricoltura

foto convegno amira giugno 2021

Progettare attraverso il city brand una nuova visual identity per la città, rispettando la sua storia e cultura, cercando di stimolare le cittadine e i cittadini la percezione di una Napoli che era stata definita da Elsa Morante "la più civile delle città italiane" per l'immensa umanità del popolo napoletano e la grande inclusione e diversità, tratti distintivi e vera ricchezza di questa luogo.

Questo il primo intervento della Presidente del tavolo WE ARE NAPOLI alla "social convesation" che si è svolta al Castel dell'Ovo per la presentazione del progetto e del Tavolo ad esso dedicato.

"L'obiettivo principale è modificare la percezione di una città attraverso una comunicazione dirompente ed alternativa, per favorire il suo processo di ri-posizionamento , e sostenere il brand cittadino e di una gestione innovativa che vede un tavolo di lavoro come quello delle "free minds" come amano definirsi , impegnato , organizzato e strutturato per far diventare realtà i progetti per la nostra città. Dobbiamo ridare l'identità visiva della città e fare riferimento alle nuove generazione senza dimenticare quelle precedenti. Essere capaci di comunicare a diversi tipi di target e saper coinvolgere tutte tutti allo stesso modo ma con progetti specifici che sollecitano le emozioni e la partecipazione . Bisognerà credere nella possibilità che attraverso il brand cittadino la città possa offrire nuove opportunità di scelta e di sperimentazione sia a chi la visita ed eventualmente per chi resterà a per scrivere le pagine importanti di un nuovo inizio - si rivolge alle nuove generazioni il Consigliere Comunale, Laura Bismuto - essere protagonisti, guardare avanti non indietro, senza per questo sradicare le nostre radici questa la responsabilità delle ragazze e dei ragazzi. Il progetto del brand ricerca la bellezza nell'intelligenza civica e si colloca all'interno del processo di innovazione culturale".

Presenti alla conferenza stampa, oltre al Sindaco e all'Assessore al Made in Naples, diversi esponenti della società civile tra cui la Presidente dell'Associazione Officina delle Idee, Rappresentante delle Donne che fanno Impresa di Confesercenti, Napoli, Avellino, Benevento, Maipiùviolenzainfinita, Rosa Praticò.