Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

SALERNO: Dalla collaborazione tra l’associazionismo e il Centro Servizi per il Volontariato Sodalis, 105 iniziative solidali per quasi 10000 beneficiari

  • Scritto da Maria Siano

105 man

Sono 105 le Micro Azioni Natalizie-M.A.N. realizzate dalle associazioni di volontario e di promozione sociale in provincia di Salerno insieme al CSV Salerno.

"Le MAN sono state un'esperienza di straordinaria solidarietà a favore del territorio e della comunità. Il risultato della sinergia tra organizzazioni, CSV e quasi 800 volontari. Siamo consapevoli di essere una goccia nel mare di solidarietà prodotto dal volontariato salernitano e dai cittadini sensibili che in questo momento così delicato, si sono attivati per aiutare chi era in difficoltà. Siamo orgogliosi di essere stati i promotori e parte attiva della società che si rimbocca le maniche rendendo questo mondo più umano" - commenta il Presidente di Sodalis CSV Salerno Agostino Braca.

Le attività si sono realizzate dal 7 dicembre 2020 al 10 gennaio 2021 con 732 volontari in azione, 9.714 persone assistite e 25.591 cittadini avvicinati. Questi i numeri dell'ondata di solidarietà che ha investito la provincia di Salerno con il coinvolgimento di intere comunità.

L'impegno dei volontari si è concentrato in gran parte nella consegna di pacchi alimentari e di pasti pronti per famiglie e persone in difficoltà soprattutto legate all'emergenza. Donati giocattoli e materiale di cancelleria per bambini e disabili, consegnati anche presidi sanitari.

Le attività solidali sono state anche un momento per promuovere e favorire la partecipazione al volontariato con la consegna di gadget associativi destinati ai cittadini. Non sono mancate le attività dirette al coinvolgimento di bambini e ragazzi attraverso il web, corsi on-line dedicati alla realizzazione di dolci, decorazioni natalizi, letture di favole, momenti per condividere insieme, anche se a distanza, lo spirito natalizio.

Le MAN si sono svolte in 51 Comuni: Salerno, Agropoli, Albanella, Amalfi, Angri, Atena Lucana, Baronissi, Battipaglia, Bellizzi, Bracigliano, Camerota, Capaccio Paestum, Castel San Giorgio, Castellabate, Castiglione del Genovesi, Cava de' Tirreni, Celle di Bulgheria, Ceraso, Cetara, Corbara, Eboli, Fisciano, Giffoni Valle Piana, Maiori, Mercato San Severino, Minori, Moio della Civitella, Montano Antilia, Montecorvino Rovella, Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Padula, Pagani, Pellezzano, Polla, Pontecagnano Faiano, Postiglione, Ravello, Rofrano, Salento, San Cipriano Picentino, San Giovanni a Piro, Sapri, Sarno, Scafati, Siano, Sicignano degli Alburni, Tramonti, Vallo della Lucania, Vibonati, Vietri sul Mare.

Add a comment

Quarta edizione dell’ iniziativa “Ripiantiamo il Natale” domenica 17 gennaio

  • Scritto da Rino Ferrara

ripiantiamo il natale cava de tirreni

Quarta edizione dell'iniziativa "Ripiantiamo il Natale", promossa da: Progetto Diecimetri, Rete Volontari Cava, Primaurora Volontari Vesuvio, Club Alpino Italiano, Terramia Diecimare, Casamia onlus Dopodinoi, Genitori Insieme, Scout CNGEI, Legambiente Terra Metelliana, in collaborazione con l'Assessorato all'Ambiente.

Appuntamento domenica prossima 17 gennaio, alle ore 10.30, presso il parcheggio di viale Gramsci, dove potranno essere consegnati (anche in caso di pioggia) gli alberi che non sono stati recisi, e che saranno ripiantati negli spazi verdi cittadini.

"È una iniziativa bellissima – afferma l'Assessore all'Ambiente Nunzio Senatore – di grande sensibilità ambientale, per la quale ringrazio le tante associazioni che vi partecipano e anche i cittadini che vorranno donare il proprio albero di natale. Mi auguro che siano tanti coloro che hanno comprato un albero con le radici e non reciso, magari per utilizzarlo anche per i prossimi anni, ma in ogni caso, se vogliono, possono donarlo e vederlo crescere con i propri figli o nipotini, in uno spazio verde comunale".

Add a comment

CAVA DE' TIRRENI - PIETRASANTA, recuperata la storica passeggiata

  • Scritto da Rino Ferrara

pietrasanta

Sarà recuperata la storica passeggiata alla Pietrasanta. La strada percorsa da Papa Urbano II il 4 settembre del 1092, oggi via Bonazzi, che porta alla millenaria chiesetta che custodisce il masso dove il Papa si sedette prima di arrivare all'abbazia benedettina.

Diventerà un'area riservata, interdetta alle auto (tranne che per i residenti) e luogo dove sarà possibile organizzare iniziative legate allo jogging, walking, ma anche allo street food o semplicemente per una bella passeggiata con splendida vista sull'intera vallata cavese con scorcio sul mare.


L'Assessore alla manutenzione, lavori pubblici ed ambiente, Nunzio Senatore afferma: "la Metellia, come fa periodicamente, ha provveduto allo spazzamento, nei prossimi giorni provvederemo alla bonifica, ma soprattutto stiamo lavorando per ridare la dignità che merita a questa storica passeggiata panoramica, con il rifacimento del muretto di cinta, riasfaltandola e mettendola in sicurezza, anche sotto l'aspetto della fruizione, trasformandola in una zona a traffico limitato".

Add a comment

Vaccinati gli operatori di Fondazione Anffas Onlus Salerno “Giovanni Caressa”

  • Scritto da Ilaria Cuomo

Salvatore Parisi

La campagna vaccinale anti-Covid per le persone con disabilità e degli operatori del settore, è ufficialmente partita a Salerno.

Lunedì, infatti, presso il Centro Vaccini dell'Ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi D'Aragona, è avvenuta la prima somministrazione del tanto agognato vaccino a tutti gli operatori della Fondazione Anffas Salerno "Giovanni Caressa" di Salerno e, nei prossimi giorni, anche alle persone con disabilità intellettiva.

L'appuntamento è stato piacevolmente inaspettato poiché, solo la settimana scorsa, si dava notizia dell'accoglimento da parte della Regione Campania inerente l'attuazione, nel mese di febbraio, del piano vaccinale per le persone con disabilità e dei loro accompagnatori "considerando l'alto rischio dell'insorgenza di contagio per la particolare fragilità delle persone con disabilità" come dichiarato da Anffas Campania e Fish Campania.

Infatti, le persone con disabilità intellettiva, unitamente ad altri soggetti più fragili, sono quelle maggiormente esposte a rischi di varia natura derivanti dalla pandemia causata da Covid-19 e, quindi, hanno diritto di ricevere particolari ed ulteriori attenzioni rispetto ai cittadini senza disabilità.

Tale diritto di prelazione, però, non si basa solo sulla considerazione dell'aspetto della loro sopravvivenza, ma va a tracciare un quadro molto più complesso che investe la più ampia sfera di vita delle stesse e di chi se ne prende cura e carico.

«Sono molto soddisfatto del celere lavoro effettuato dall'Ospedale San Giovanni Di Dio e Ruggi D'Aragona di Salerno per quanto concerne la somministrazione del vaccino anti-Covid. Un ringraziamento particolare va all'alta professionalità di tutta l'equipe sanitaria di medici ed infermieri che ci ha permesso di essere in linea con quanto concordato nei giorni scorsi con la Regione Campania e, quindi, iniziare ufficialmente la campagna vaccinale anche per tutti gli operatori sanitari delle strutture semiresidenziali afferenti all'Asl di Salerno. L'organizzazione messa in campo dal nosocomio cittadino, infatti, è stata perfetta e ben pianificata e ci ha permesso di iniziare un percorso fondamentale volto alla battaglia contro il Covid-19 e che, nei prossimi giorni, vedrà coinvolte anche le persone con disabilità. Anffas Campania, nel considerarsi estremamente soddisfatta per la straordinaria partenza della campagna vaccinale, si ritiene a disposizione nell'affiancamento delle istituzioni per favorire il percorso volto al debellamento del virus». Dichiara Salvatore Parisi, Presidente Fondazione Anffas Onlus Salerno "Giovanni Caressa".

Add a comment

Nasce Typicum per la valorizzazione del patrimonio gastronomico regionale

  • Scritto da Ilaria Cuomo

Typicum

Lo shopping online è ormai un'attività entrata prepotentemente nel nostro quotidiano. Con gli anni, infatti, si è riscontrata una crescita considerevole del commercio elettronico in cui le persone, passando la maggior parte del proprio tempo in casa, hanno familiarizzato sempre di più con le piattaforme digitali.

Ed è proprio da questa fotografia che nasce Typicum (https://www.typicum.com/), l'e-commerce di prodotti tipici italiani tutti scelti meticolosamente tra le eccellenze certificate dei territori d'Italia.

La startup nasce a Salerno, ma con un'anima che va da Sud a Nord, grazie all'entusiasmo e all'intraprendenza di tre giovani ragazzi, Fabrizio Mancuso, Alessandro Napoli e Francesca Varese, grandi estimatori della ricca gastronomia del bel Paese che hanno deciso di mettersi in gioco attraverso un ruolo attivo volto nella valorizzazione delle eccellenze territoriali.

«Ad oggi esistono molti e-commerce di prodotti locali, ma solo in pochi riescono a dare una vera esperienza regionale selezionata e di qualità. Per tale motivo, il nostro scopo è quello di dare la possibilità ai produttori di farsi conoscere ed ai clienti, invece, di offrire la gustosa opportunità di provare il meglio del nostro territorio grazie ad una meticolosa selezione al fine di assicurare la miglior qualità possibile».

Il viaggio virtuale nell'Italia dei sapori può iniziare da Typicum, quindi, dove è possibile ordinare prodotti della gastronomia italiana, suddivisa per regioni, saltando tutti i passaggi della consueta distribuzione.

Il portale vanta consolidati rapporti commerciali con stimati produttori italiani fornendo, sulla propria piattaforma, un catalogo di prodotti gastronomici ricercati e un blog/magazine ricco di approfondimenti riproponendo, così, un "mercato di piazza" in versione virtuale capace di raccontare tutta la bellezza della cucina d'Italia.

La selezione dei produttori è condotta con passione e con rigore seguendo tre rigidi parametri: sostenibilità, affidabilità e qualità. L'obiettivo è quello di offrire il meglio della buona tavola attraverso un semplice click e di dare la possibilità ai piccoli produttori locali di arrivare nelle case di tutti, poiché, vista l'emergenza epidemiologica causata da Covid-19, molti di loro non dispongono di una piattaforma e-commerce e, in questo modo grazie a Typicum, possono proseguire la propria attività.

I prodotti scelti vengono riposti all'interno di una food box (scatola alimentare) per fornire una reale esperienza culinaria regionale in cui la qualità dei prodotti viene garantita da un packaging creato ad hoc per il trasporto alimentare che assicura la freschezza e l'integrità dei prodotti.

La forza e l'innovazione di Typicum, poi, si riscontra anche nel servizio di spedizione gratuita e garantita su tutto il territorio italiano ed europeo con i migliori corrieri e con la tracciabilità del pacco in tempo reale.

Add a comment