Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

LE GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO A SALERNO E AVELLINO

  • Scritto da SABAP-SA

CA1A64F5-CFA0-4DE3-95DB-966DBE3E188D

Presentato, a Salerno, il calendario delle iniziative delle Giornate Europee del Patrimonio 2020 sul territorio di Salerno e Avellino. Nella sede della Soprintendenza ABAP diretta da Francesca Casule, a palazzo "Ruggi", nell'incontro coordinato da Michele Faiella sono intervenuti i funzionari Rosa Carafa, Rosa Maria Vitola, Silvia Pacifico e Salvatore Amato per l'Archivio di Stato di Salerno.

Le Giornate Europee del Patrimonio 2020 sono dedicate al tema dell'educazione. Gli istituti museali statali osserveranno gli orari di apertura ordinari, con i consueti costi (e le agevolazioni e gratuità previste per legge) per le aperture diurne di sabato 26 e di domenica 27 settembre.L'apertura straordinaria serale di sabato 26 settembre sarà di 3 ore, con biglietto di ingresso, al costo simbolico di 1 euro (eccetto le gratuità previste per legge).

 

Add a comment

OSA Around - L’Operazione Street Art ritorna nel centro urbano di Vietri - Antonino Perrotta e Riccardo Buonafede per “I muri della legalità” - Dal 28 Settembre al 4 Ottobre 2020

  • Scritto da Raffaella Roberto

A10A22B6-020C-4DD1-84C7-0210DAB203DBDopo il successo del primo intervento firmato OSA – Operazione Street Art, ritorna a Vietri di Potenza OSA Around, il festival di arte urbana che porta le avanguardie artistiche del settore in giro per il sud Italia, valorizzando il territorio attraverso imponenti opere d'urban art dal forte impatto visivo e in continuità con le tradizioni culturali e con le caratteristiche morfologiche del paesaggio.

Due gli artisti protagonisti della seconda tappa di OSA Around nel piccolo borgo lucano, Antonino Perrotta e Riccardo Buonafede che, dal 28 settembre al 4 ottobre, si esibiranno nella realizzazione di due nuovi spettacolari murales ideati per il progetto "I muri della legalità".
Due opere d'arte urbana di grandissime dimensioni che proseguono il percorso iniziato lo scorso luglio da OSA Around, due importanti lavori che intendono aprire una riflessione sul tema della legalità, mettendo in atto una vera e propria denuncia sociale nel pieno centro cittadino di Vietri.

Entrambi i murales, infatti, fanno parte di una serie di interventi urbani voluti dall'amministrazione comunale vietrese e previsti tra luglio 2020 e maggio 2021 per il progetto "I muri della legalità": un percorso che, inaugurato il 19 luglio per la ricorrenza dei 28 anni dalla strage di via D'Amelio, nel quale persero la vita il magistrato Paolo Borsellino e i cinque agenti della sua scorta, attraversa date importanti della storia affrontando il tema della legalità, con la volontà di sensibilizzare sui principi di liceità e trasparenza, coinvolgendo i cittadini nella vita culturale e sociale della comunità.

I due giovani e talentuosi artisti di questa seconda tappa di OSA Around sono anche fondatori e ideatori di due tra i più noti festival d'arte urbana della scena nazionale: da una parte, Riccardo Buonafede, artista comacchiese, founder e project manager di Manufactory Project, le cui opere sono caratterizzate dall'enfasi dei caratteri anatomici dell'essere umano. Concentrandosi sul gioco di luci e ombre che definiscono le forme, ricerca la morbidezza e la profondità della scultura neoclassica, alla quale spesso sovrappone uno sfondo eccentrico e dettagli vivacemente colorati, che allontanano le sue opere dall'arte tradizionale, avvicinandole a una posterizzazione di stile pop.
Dall'altra, Antonino Perrotta in arte Attorrep, artista adamantino, founder e art director del festival OSA – Operazione Street Art; tipico dei suoi monumentali interventi urbani è il grande realismo delle figure, sovrapposto a sagome monocromatiche, i cui toni s'incrociano e compenetrano tra di loro.

Con il Patrocinio del Comune di Vietri di Potenza, promosso dall'Associazione Culturale Haz Art sotto la direzione artistica dello stesso Antonino Perrotta, OSA Around si propone di continuare il lavoro iniziato con OSA – Operazione Street Art, il festival originario nato nel 2017 a Diamante, la Città dei Murales (CS), uno tra i borghi più dipinti d'Italia che con le oltre 330 opere murali presenti nel suo centro storico può essere definito un vero e proprio museo a cielo aperto.

Gli obiettivi e le tematiche affrontate, la partecipazione sentita delle realtà locali, unitamente alla dimensione metropolitana del progetto e al respiro internazionale degli artisti coinvolti, fanno di OSA un festival senza precedenti e in linea con il fenomeno che si sta sviluppando nei grossi centri urbani: l'estensione più grande delle opere che arrivano a coprire l'intera facciata dei palazzi, l'uso delle moderne tecniche di realizzazione (spray, elevatori meccanici, pitture al quarzo) caratterizzate da stili più contemporanei, distinguono certamente i nuovi interventi dai precedenti.

Portando avanti il concetto di muralismo, inteso come percorso di rigenerazione dell'arte pubblica contemporanea e di rivalutazione del territorio, OSA intende aprire un dialogo tra arte e architettura, tra spazio e ambiente, allo scopo di riscoprirne i luoghi, esaltandone la bellezza attraverso l'integrazione della street art nel complesso artistico di città e borghi del sud Italia.

Add a comment

Domenica 27 settembre il gruppo escursioni del WWF Sicilia Nord Occidentale organizza un'escursione naturalistica presso il Bosco del Marchese Artale in territorio di Trabia.

  • Scritto da WWF Sicilia Nord Occidentale

wwfAttraverso bellissimi sentieri forestali e naturali, all'interno della Riserva Naturale Orientata di Pizzo Cane, Pizzo Trigna e Grotta Mazzamuto, si arriverà alla casina di caccia del Marchese Artale che possedeva ampie porzioni di questo territorio e la cingeva attraverso una cinta muraria ancora visibile.
L'escursione parte da quota 400 slm e arriva a Monte San'Onofrio a quota 800, per un totale compreso il ritorno di 12 km circa. Da li spazieremo la vista sia verso l'interno della Sicilia, sia verso la costa settentrionale.

Per partecipare occorre prenotare dal sito www.wwfsicilianordoccidentale.it o da facebook dalla pagina ufficiale wwf sicilia nord occidentale dove sono indicati tutti i dettagli su norme di partecipazione e programma escursionistico.

L'escursione è di media esecuzione, ma c'è un tratto di vallone e salita con roccette, quindi occorrono scarponcini obbligatori e abbigliamento adeguato alla stagione. Naturalmente nel rispetto delle normative sanitarie in atto, con mascherine obbligatorie e distanziamento sanitario durante il cammino. Il contributo per partecipare all'escursione, compresa assicurazione, è di 5 euro. Il rientro a Palermo è previsto per le 17:30 circa.

Add a comment

Il 26 e il 27 Settembre Il Museo Archeologico di Pontecagnano aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2020 presentando il tema “Imparare per la vita”

  • Scritto da Museo Pontecagnano

locandina GEP2020 Museo di PontecagnanoIl 26 e il 27 Settembre Il Museo Archeologico di Pontecagnano aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2020 (#GEP2020) con un ricco programma di attività. Il tema scelto quest'anno a livello internazionale è "Imparare per la vita", un richiamo all'importanza dell'esperienza culturale e della trasmissione delle conoscenze alle nuove generazioni per la creazione di un patrimonio culturale riconosciuto e condiviso. Come di consuetudine la serata del sabato prevede l'ingresso simbolico ad 1 Euro.

Sabato 26 settembre, ore 11.00 – 13.00

Le GEP 2020 inizieranno sabato mattina con la presentazione del restauro della tomba dipinta 9890, nota come "tomba della donna con ombrellino", eseguito grazie alle donazioni del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell'Università degli Studi di Salerno e del Club Rotary Salerno est, effettuate tramite la piattaforma ArtBonus, e al cofinanziamento del MiBACT.

La tomba a camera di tipo familiare, databile alla seconda metà del III sec. a.C., è statarinvenuta a Pontecagnano nel 2017 e ricostruita nei sotterranei del museo. L'eccezionalità della sepoltura, è rappresentata dalle pitture che decorano le pareti interne. Sulla parete posta di fronte all'ingresso sono raffigurati due personaggi di rango, uno maschile e l'altro femminile, che si tendono la mano in un gesto di saluto. Dietro la donna un'altra figura femminile di dimensioni minori, probabilmente un'ancella, incede reggendo un ombrellino parasole.

Interverranno, oltre alle figure istituzionali, l'arch. Antonio Forcellino, curatore del restauro, e i dott. Rodolfo Carmagnola e Gloria Adinolfi, responsabili delle indagini spettrometriche eseguite sulle pitture della tomba.

Sabato 26 settembre, ore 19.30 – 22.30

La serata di sabato sarà dedicata alla presentazione della II Edizione di "Musée éclaté-Museo senza limiti". Il progetto, finanziato dalla Regione Campania al Comune di Pontecagnano Faiano, mira a rafforzare il legame tra la città, luogo di rinvenimento di eccezionali testimonianze archeologiche, e il Museo che le conserva, le valorizza e le promuove. Nel corso della serata saranno ripercorse le tappe della I edizione, illustrando i percorsi archeologici realizzati in città e le opere d'arte contemporanea già installate, e sarà presentato il programma di quest'anno che, nonostante la battuta d'arresto determinata dall'emergenza sanitaria legata al COVID-19, è già stato avviato con le prime attività. Oltre a laboratori didattici rivolti a bambini e ragazzi, nuove installazioni di arte contemporanea ispirate ai ritrovamenti archeologici andranno ad arricchire altri luoghi della città.

Ingresso al costo simbolico di 1 euro.

Domenica 27 settembre, ore 9.30 – 13.30 / 16.00 – 19.00

La giornata di domenica sarà dedicata al terzo appuntamento con i "Laboratori di "Musée éclaté -Museo senza limiti" dal titolo "I guerrieri di via Dante: armi e non solo".

L'attività, che sarà svolta nel rispetto delle prescrizioni antiCOVID e in postazioni singole, prevede un laboratorio di creazione attraverso il quale bambini e ragazzi potranno riprodurre con tecniche e materiali differenti il tumulo dei guerrieri rinvenuto in via Dante a Pontecagnano Faiano e i principali oggetti di corredo delle sepolture.

Add a comment

Riparte alla grande la rassegna Terra d'Anacapri: patrimonio, teatro & letteratura, finanziata dalla Città metropolitana di Napoli.

  • Scritto da Assessorato Turismo e Cultura di Anacapri

21056DB8-0751-45EA-A96E-73BA6B679005Il progetto, inaugurato a dicembre 2019 avrebbe dovuto aprire la stagione culturale anacaprese e invece, in un'ottica di destagionalizzazione turistica, accompagnerà il pubblico da settembre a dicembre.

La rassegna prevede tre percorsi tematici: Passeggiando ad Anacapri, Conversando ad Anacapri e Anacapri fa teatro.
Domenica 19 ad inaugurare " Passeggiando ad Anacapri ", c'è stata una visita 'archeologica' organizzata dall'Associazione Apragopolis , che ha visitatori i visitatori alla scoperta di Villa Damecuta, una delle importanti testimonianze della presenza romana sul territorio anacaprese. Il comune di Anacapri è particolarmente attento al suo patrimonio archeologico : infatti nel 2019 è stato firmato una convenzione con Soprintendenza, CNR e la stessa associazione culturale Apragopolis per la redazione della carta archeologica del comune e organizzazione di convegni ed eventi dedicati. Inoltre, ci si sta preparando a inaugurare la sezione archeologica del Museo Cassa Rossa con un nuovo allestimento delle statue romane della Grotta Azzurra, appena tornato dal prestito al MANN per la mostra di grande successo Thalassa , e di nuovi reperti.

Per la serie Conversando ad Anacapri , domenica 20 alle ore 17:30, l'associazione Kaire Arte, da anni impegnata sul territorio nella promozione e valorizzazione del patrimonio storico artistico, ha organizzato un evento nella splendida cornice del Parco Filosofico , dedicato proprio alla filosofia, ma letta in chiave umoristica, Oi dialogoi con l'attore Alfredo Girardi.

Semper Kaire Arte presenterà il secondo appuntamento di Passeggiando ad Anacapri , sabato 26 settembre alle ore 17 dall'ingresso di Villa San Michele, con un interessante percorso dedicato all'ospitalità anacaprese attraverso gli alberghi storici, con la guida sapiente del prof. Renato Esposito. Lo stesso giorno sarà inaugurata anche la rassegnaAnacaprifateatro da due straordinari artisti: Enzo Vetrano e Stefano Randisi, che porteranno ad Anacapri lo spettacolo di grande successo "Totò e Vicè" , di Franco Scaldati presso l'Auditorium Paradiso alle ore 21.

Enzo Vetrano e Stefano Randisi che hanno all'attivo una collaborazione che dura da quasi quarant'anni. si sono incontrati con Totò e Vicé, teneri e surreali clochard nati dalla fantasia di Franco Scaldati , poeta, attore e drammaturgo palermitano, e nelle loro parole, gesti, pensieri, giochi si sono subito specchiati. Totò e Vicé sono legati da un'amicizia reciproca assoluta e vivono di frammenti di sogni che li fanno stare in bilico tra il mondo terreno e il cielo, in un tempo imprendibile tra passato e futuro, con la necessità di essere in due, per essere .
La rassegna continuerà venerdì 2 ottobre nella stessa location con Roberto Azzurro già noto e apprezzato dal pubblico anacaprese, che interpreterà La ballata del carcere di Reading di Oscar Wilde , celebre componimento poetico concepito dopo la sua scarcerazione il 19 maggio 1897, riproposto da Azzurro con l 'accompagnamento del pianoforte di Matteo Cocca , favoloso contrappunto emotivo e dolente, che rende questo poema meraviglioso e disperato un canto universale di dolore e lirismo, tra le note di Chopin, Schubert, Bach, Beethoven e - perché no - anche lo stesso Cocca, fino a renderlo un vero e proprio Concertato tremendamente melodioso e percussivo, come è giusto che sia questo momento della vita di un uomo favoloso, imprigionato e salvato dai suoi versi magnifici e dolorosi e splendenti.

Ottobre proseguirà all'insegna della valorizzazione del patrimonio anacaprese con l'evento "La Terra di Anacapri vista da Piero Cannizzaro" che prevederà una passeggiata nel centro storico (Piazza la torre, piazza San Nicola Piazza Boffe, Piazza Diaz, Piazza cerio) e la proiezione del documentario Anacapri, realizzato dal Regista Piero Cannizzaro che introduce e racconterà il suo lavoro, all'Auditorium.

Per Anacaprifateatro il 17 ottobre il giovane attore salernitano, Marco De Simone, presenterà il suo spettacolo Noi, pupazzi – Storia di una vita sconvolta dal razzismo un racconto commovente del burattinaio Saul che fa sognare gli abitanti del suo paese con le favole che inventa, quando arrivano le leggi razziali a sconvolgere tutto.

Novembre sarà dedicato alle donne, perché proprio a novembre cade la giornata contro la violenza di genere. Il mese si apre con lo spettacolo programmato per il 6, Tre volte per amore di Maurizio De Giovanni, con la regia di Brunella Caputo e prosegue il 14 con la passeggiata "I sentieri dell'anima": visita guidata alle chiese di Anacapri con particolare attenzione alla figura di Madre Serafina di Dio, a cura del dott. Mariano Della Corte . Poi per la serie Conversando ad Anacapri il 22 novembre (giorno di Santa Cecilia protettrice del canto e delle arti) la cantante e scrittrice Cira Scoppa, accompagnata dal maestro Gianpiero Cerrotta, condurrà una lezione concerto sulle scrittrici e musiciste del parnaso anacaprese e non solo.

Il 25 novembre giornata contro la violenza di genere ci sarà un evento di sensibilizzazione con il coinvolgimento di donne impegnate in un diverso titolo nel tessuto sociale isolano che incontreranno gli alunni delle scuole locali.

Il progetto si chiuderà il primo weekend di dicembre con tre eventi: Venerdì 4 dicembre l'Associazione Kaire arte realizzerà una passeggiata dedicata alla Terra d'Anacapri con la sua storia e le sue tradizioni, sabato 5 per Conversando ad Anacapri: il dott. Mariano Della Corte ci parlerà di Vincenzo Cuomo al quale sarà dedicata una mostra che ripercorrerà le vicende umane e professionali di uno straordinario scienziato al quale Anacapri e tutta l'isola deve molto. Infine, domenica 6 dicembre ci sarà l'e vento c onclusivo del progetto: Benvenuti nella Terra d'Anacapri con degustazione prodotti enogastronomici, e recital operistico per le strade di Anacapri.

La rassegna, da settembre a dicembre garantirà un'offerta culturale di qualità destinata a sì ai cittadini, ma pensata anche con l'obiettivo di attrarre nuovi flussi turistici in un esperimento di allungamento di stagione di cui si parla da anni ma che adesso, come Sottolinea l'assessore Schiano, che ha progettato la rassegna, rappresenta una risposta dovuta alla crisi covid e un primo passo per la fondazione di una nuova visione di turismo.

Add a comment