Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Quando gli uomini vanno in...andropausa

  • Scritto da Redazione

andropausaLa menopausa maschile.
Molti pensano che i cambiamenti ormonali collegati all'età riguardino solamente le donne. Non potrebbero essere più distanti dalla verità! Molti esperti hanno confermato che, dopo i cinquant'anni, i livelli di testosterone negli uomini si riducono drasticamente.

 

Questi marcati cambiamenti ormonali causano alcuni sintomi che possono essere considerati come l'equivalente maschile della menopausa, di cui soffrono le donne alla fine del ciclo riproduttivo. Di fatto, secondo l'opinione di alcuni esperti, un uomo su cinque necessita di una forma di trattamento a base di testosterone per migliorare il proprio stato di salute.

Alcuni medici negano l'esistenza dell'andropausa, sostenendo che i sintomi che si manifestano sono dovuti a un processo d'invecchiamento poco sano. È importante sapere che anche gli uomini risentono dei cambiamenti collegati all'avanzare dell'età e che questi possono essere tanto sgradevoli quanto quelli manifestati dalle donne. Fra i sintomi ci sono:

difficoltà di concentrazione;
perdita di forza fisica,
spossatezza;
impotenza;
irritabilità.

Secondo gli endocrinologi e altri esperti medici, è importante non confondere questi sintomi con quelli di un'altra patologia preesistente. Pertanto, se si presentano in uomini oltre i quarant'anni, è fondamentale consultare un medico. E se l'opinione degli esperti si divide tra chi che non considera l'andropausa una cosa grave e chi sostiene che un uomo su cinque necessiti di un trattamento a base di testosterone, un fatto è difficile da negare: la produzione di testosterone cala nel tempo, causando cambiamenti a livello corporeo.

Cosa bisogna fare?

Se siete donne e siete preoccupate per i cambiamenti del vostro uomo, la cosa più importante da fare è sostenerlo emotivamente. Potrebbe essere una fase difficile per la sua mascolinità e sarebbe il caso di consigliargli una visita dal dottore il prima possibile. Gli uomini possono fare molto per aumentare in modo naturale i livelli di testosterone e ridurre i sintomi dell'andropausa.

Perdere peso, dal momento che i livelli di testosterone sono maggiori in chi segue una dieta sana.
Ridurre il consumo di zuccheri.
Dormire di più, poiché il testosterone viene prodotto mentre dormiamo.
Prestare attenzione a certi farmaci. È importante chiedere al medico quali siano gli effetti di alcune medicine sulla produzione di ormoni.
Fare esercizio fisico, concentrandosi specialmente sui muscoli. Il motivo è che una maggiore massa muscolare aumenta anche la produzione di testosterone.

La cosa importante non è determinare se l'andropausa esista o meno, ma condurre uno stile di vita sano che permetta sia agli uomini che alle donne d'invecchiare in modo sano e dignitoso.

Cosa ne pensate: l'andropausa esiste, oppure no?

Fabiosa.com