Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Vittoria sotto l’albero

  • Scritto da Libera Niglio

pallanuoto copy copyNell'ultima partita di campionato di questo 2018 il Posillipo regala ai suoi tifosi una bella vittoria per 11-6 sul fanalino di coda Bogliasco Bene, Posillipo che con questi tre punti riesce a rimanere nelle zone alte della classifica.

Partita mai in discussione, difronte ad uno scarsissimo pubblico il Posillipo ben figura seppur privo ancora di Giuliano Mattiello e Gianluigi Foglio, solita grande partita di Massimo Di Martire che è un giocatore fondamentale per i rossoverdi, questi i parziali 3-0, 3-3, 4-1 e 1-2. Già nei primi otto minuti di gioco il Posillipo è avanti 3 a 0, persino un gol porta a porta di Scalzone illumina questo natale rossoverde, prodezza del difensore classe 1992.
Questi i rispettivi comunicati stampa delle due squadre:
Il Posillipo dimostra comunque di non mancare in coraggio e di saper affrontare ogni tipo di sfida con la giusta carica sin dai primi minuti, così come alla vigilia della partita aveva chiesto proprio Brancaccio: "È stato importante partire bene con un pronti-via che da un po' mancava e che invece oggi c'è stato, a parte il primo minuto del secondo tempo in cui abbiamo subito due gol. Unico neo quindi, di una buona prestazione". Per quanto riguarda il campionato finora disputato, Brancaccio fa un primo punto: "Il bilancio è buono, si poteva però fare meglio, ma va bene così soprattutto considerando le mancanze di Foglio e Mattiello. Il merito, come dico sempre, è di tutto il collettivo, di tutto lo staff che lavora ogni giorno. Oggi, però faccio un nome sugli altri che è quello di Andrea Scalzone: non è da tutti i giorni vedere un gol da porta a porta".
Una sconfitta comunque dura che per Daniele Magalotti non ha alibi: "È stata in assoluto la peggior prestazione della stagione. È vero che avevamo molte assenze e che la nostra coperta è sempre molto corta però gli errori che abbiamo commesso già nei primi minuti dimostrano come i nostri problemi non siano fisici ma esclusivamente mentali. Purtroppo ancora una volta non siamo riusciti a mettere in vasca al sabato le cose ottime che riusciamo a fare nel corso della settimana. Sembra che appena scendiamo in acqua in noi si spenga l'interruttore".
Sconfitta invece per la Canottieri Napoli contro la BPM che perde 4 a8, i napoletani sono quindi noni a 12 ma nonostante la sconfitta escono dall'acqua a testa alta. Nessuno si aspettava un risultato positivo però i giallorossi offrono una buona prestazione che consente loro di tenere testa ai più quotati avversari per oltre metà gara e di trovare risposte importanti dal punto di vista tanto tecnico-tattico che della tenuta mentale. Nessun timore reverenziale dei padroni di casa nei confronti dei fortissimi ospiti che sono comunque la terza potenza del campionato.
Si ritorna in vasca sabato 5 gennaio per la penultima del girone d'andata. Appuntamento alle ore 15.00 contro la BPMsport Management per i rossoverdi mentre alla Canottieri tocca la Florentia in casa dei gigliati alle ore 18.00.