Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

ELOGIO ALLA FOLLIA - IL MITO DI GEORGE BEST, IL QUINTO BEATLE

  • Scritto da Marco Sito

IMG 20200703 115333 810Quartiere periferico di Belfast, Irlanda del Nord, c'è un piccolo bambino nato da una famiglia protestante, dal fisico minuto ed estremamente esile che si appassiona al mondo del calcio grazie ad una squadra colorata interamente di arancione, il Wolverhampton che ha la capacità di trasmettere sogni a questo magro ed esile bambino, di essere il più grande calciatore di tutti i tempi; tale bambino è George Best.

La vita di George Best fin dalla sua infanzia fino ad arrivare al suo declino e giungere alla morte, è stata una continua altalena di emozioni, eccessi, paure e gioie, limiti oltrepassati e per nulla rispettati, una vita così sfrenata da rendere impossibile trovare il giusto equilibrio. Gli anni migliori di Best, sono da collegare agli anni vissuti al Manchester United, la sua classe emerse al punto da renderlo in quel periodo a cavallo degli anni 60 e 70, alla sola e tenera età di 18 anni, uno dei migliori calciatori al mondo; innata la sua arte del dribbling, la sua libertà e fantasia in campo che lo rendevano dominante in ogni zona del campo malgrado un fisico non statuario, abile nel fare gol e riconosciuto, ancora oggi, come uno dei primi dieci migliori calciatori della storia. La sua storia calcistica dunque si collega alla rinascita del Manchester United reduce dai tragici eventi di Monaco di Baviera che portarono alla scomparsa della maggior parte dei calciatori allora presenti in squadra durante un viaggio rivelatosi fatale in aereo; con lui, il nuovo Manchester United targato Matt Busby, desideroso di portare lo United a vincere in Europa dato che in prima persona visse la strage di anni prima riuscendo a sopravvivere, vinse oltre a vari campionati in patria, la tanto ambita Coppa dei Campioni nel 1968, anno in cui George Best vinse il pallone d'oro. Il declino di questo immenso personaggio tuttavia avvenne in modo inesorabile, una lenta e rapida discesa verso l'oblio, una strada segnata da tanto alcool, eccessi dovuti a macchine e donne, una vita continua alla ricerca di ogni limite per oltrepassarlo, una vita alla George Best che ancora oggi, anche dopo la sua morte, è ricordato come uno dei più grandi di tutti i tempi, nonostante appunto, la sua vita da George Best, il Quinto Beatle.

''Se avessi dovuto scegliere tra fare a botte con 4 uomini, infilare un gol da 30 metri al Liverpool o andare a letto con Miss Mondo, sarebbe stata dura. Per fortuna ho avuto tutto''. Semplicemente, George Best.

#georgebest #manchester #united #legend #history #hero #coppadeicampioni #pallonedoro #reddevils #quintobeatle