Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Il "cielo rosso": l'evento del 2018

  • Scritto da Redazione

marteIl cielo rosso.
Il 2018 si preannuncia un anno molto interessante dal punto di vista astronomico. Secondo gli esperti infatti nei prossimi 12 mesi assisteremo a moltissimi eventi spettacolari.

Quello più atteso sarà a luglio, quando la Luna e Marte ci regaleranno un cielo rosso fuoco. Per gli studiosi si tratta dell'evento dell'anno che si verificherà il 27 luglio 2018, quando le due "palle di fuoco" coloreranno il cielo sopra di noi.

In questo giorno d'estate il celebre Pianeta Rosso sarà in opposizione al sole e raggiungerà il suo punto di massima visibilità. Accanto ad esso sorgerà la Luna, che diventerà rossa a causa dell'eclissi totale. Il satellite e il pianeta saranno ben visibili per circa un'ora, durante la quale tutti potranno godersi lo spettacolo. "Sarà una chicca assoluta da fotografare – ha spiegato l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope -. Il 2018 si apre con ben due superlune, ovvero due lune piene che appariranno ancora più grandi perché prossime alla minima distanza dalla Terra".

La prima Superluna è stata nella notte fra il 1 e il 2 gennaio, la seconda, definita bluemoon, si verificherà il 31 gennaio. In questo giorno ci sarà una eclissi di Luna totale che sarà visibile dall'Australia, dal Nord America, dall'Estremo Oriente e dall'Oceano Pacifico

In Italia gli spettacoli celesti non mancheranno: da metà giugno sino ad inizio luglio, tutti i pianeti, da Mercurio a Venere, passando per Marte, Giove e Saturno, saranno visibili perfettamente dopo il tramonto.

"Condizioni di osservabilità molto favorevoli ci saranno anche per le Geminidi di dicembre, che chiuderanno un'annata Doc per le meteore" ha spiegato Masi, che ha annunciato anche il passaggio della cometa di Natale il 16 dicembre. "Passerà a 11,6 milioni di chilometri dalla Terra – ha svelato l'astrofisico -, con una luminosità che potrebbe renderla visibile a occhio nudo". A questo punto non ci resta che alzare gli occhi al cielo e goderci le meraviglie dello Spazio.

Supereva.it