Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

borbonico

Durata della batteria

  • Scritto da Raffaele Scognamiglio

Suggerimenti per una durata più lunga della batteria del computer portatile

 

batteria2

Siamo in una riunione, o in viaggio, o in una classe, e ci si accorge, con orrore, che la batteria del computer portatile è quasi morta. Forse abbiamo dimenticato l'alimentatore, forse non c'è una presa di corrente disponibile. Per qualche ragione, la carica della batteria sta diminuendo, e non abbiamo ancora terminato il nostro lavoro. Non perdiamo la speranza, ci sono alcune cose che possiamo fare per acquistare un pò di tempo su quella batteria "quasi morta" in modo da poter rispettare una scadenza o rispondere a una e-mail importante prima che sia troppo tardi.

 

Strategie a breve termine

Se siamo in una situazione di emergenza ci sono alcune cose che possiamo fare per prolungare la durata della batteria nell'immediato. Nessuna di queste azioni aumenterà effettivamente la quantità di carica rimasta nella batteria, ma ridurrà la quantità di potenza usata dal computer, che ci permetterà di spremere quei pochi minuti preziosi prima che la batteria sia totalmente scarica. Il gioco in questi casi è il risparmio energetico, ed è necessario ridurre il consumo il più possibile.

1. Modalità risparmio energetico

Attivare la modalità risparmio batteria del computer portatile o il Modo Eco. Progettato per questo tipo di circostanze , la maggior parte delle modalità di consumo energetico ridotto o Eco avvieranno una serie di modifiche automatiche per allungare la vita utile della batteria. Questo profilo preimpostato regolerà le impostazioni del nostro computer portatile e metterà alcuni componenti in stati a bassa potenza per aiutare a razionare il consumo della batteria. Una volta avviato lo strumento automatico di "risparmio energia", ci sono ancora un po' di cose da fare per guadagnare migliore efficienza. Innanzitutto spegnere le periferiche non necessarie, in secondo luogo regolare delle impostazioni per ridurre il consumo energetico, poi spegnere applicazioni e processi indesiderati, e infine regolare le attività in modo da usare meno energia.

2. Disattivare le periferiche e i porti inutilizzati

Ogni componente nel nostro computer portatile ha bisogno di energia per funzionare, ma questo non significa che è necessario alimentare tutti i componenti per tutto il tempo. Iniziamo a scollegare eventuali periferiche non necessarie (come un mouse USB o un disco esterno) e spegnendo i più grandi consumatori di potenza, come il Wi-Fi e il Bluetooth, processori grafici, e unità ottiche inutilizzate. ATTENZIONE: Prima di disattivare qualsiasi componente o dispositivo, fermarsi e assicurarsi che il dispositivo non è in uso, e che non è essenziale per il funzionamento del portatile. Ad esempio, NON si deve disattivare il disco rigido che ospita il sistema operativo, o il processore su cui viene eseguito l'intero processo. Disattivare solo quei dispositivi dei quali si è sicuro che non invalidano il corretto funzionamento del sistema. Per disattivare le periferiche inutilizzate su un sistema Windows, aprire il Pannello di controllo del sistema e trovare il Device Manager (Gestione Periferiche). In Gestione periferiche, i singoli componenti sono raggruppati per categoria. Ad esempio, "schede di rete" che spesso include l'adattatore LAN, che fornisce la connettività Ethernet e Wi-Fi, per le reti wireless. I quattro candidati principali per il risparmio energetico sono la scheda grafica (che si trova sotto Schede video), l'unità ottica (che si trova in Unità DVD / CD-ROM), l'Ethernet e adattatori Wi- Fi (sotto Schede di rete). Trova il dispositivo che si desidera arrestare all'interno della relativa categoria. Fare clic destro sul nome del dispositivo e selezionare "Disabilita" dal menu a discesa. Mentre siete in Gestione periferiche, è possibile anche disattivare tutte le porte non utilizzate. Proprio come una prolunga lasciata inserita in una presa, questi "tappi" inutilizzati hanno sempre bisogno di energia. L'impatto effettivo sulla durata della batteria sarà minimo, ma se avete bisogno di guadagnare un altro minuto o due di vita, questo aiuterà. Date un rapido sguardo alle porte, e spegnere tutto ciò che non è in uso, come ad esempio le porte USB con niente collegato a loro.

3. Regolare le impostazioni

E' possibile regolare le impostazioni del display e della tastiera per ridurre ulteriormente il consumo energetico. Un consumo di potenza spesso trascurato è la retroilluminazione della tastiera. A meno che non si è al buio, e ci sia la necessità della retroilluminazione per vedere tutti i tasti, spegnere del tutto la retroilluminazione. In genere è possibile assegnare un tasto di scelta rapida per questa funzione. Il prossimo "scarico" di energia è lo schermo. E' necessario mantenerlo attivo e funzionante per utilizzare il computer portatile, ma non è necessariamente averlo in esecuzione a luminosità 100 per cento o a piena risoluzione. Molti computer portatili avranno tasti di scelta rapida per aumentare e diminuire la luminosità dello schermo, altrimenti può essere regolato nel pannello di controllo. Ridurre il display al 50 per cento quando il computer è alimentato a batteria può aggiungere una notevole quantità di tempo. Inoltre, se si sta semplicemente digitando un documento, non si ha bisogno di tutti i dettagli offerti da una risoluzione a 1080 pixel, o superiore, del display. Impostare una risoluzione inferiore riduce la quantità di energia utilizzata nella elaborazione grafica senza compromettere la vostra capacità di lavorare. Infine, spegnere o abbassare l'audio. Se avete bisogno dell'audio, impostare il suono al minimo indispensabile.

4. Spegnere applicazioni e processi

Non è solo l'hardware che "ruba" energia alla batteria. Molteplici applicazioni e processi in esecuzione sul sistema "masticano" la vita della batteria più rapidamente. Come con l'hardware, si può ovviare a questo problemino disattivando tutto ciò che non viene utilizzato. In Windows, iniziare a dare un'occhiata nella barra delle applicazioni, la collezione di icone in basso a destra del desktop, accanto all'orologio. Sul lato sinistro della barra delle applicazioni, selezionare l'icona per visualizzare le icone nascoste. Prendere nota di quali applicazioni sono in esecuzione in background. Aprire il Task Manager premendo Ctrl + Maiusc + Esc, o utilizzare Ctrl + Alt + Canc e selezionare Task Manager dal menu. Una volta nel Task Manager, verificare le applicazioni aperte, si potrebbe scoprire che un programma o due sono state lasciate in esecuzione semplicemente perché si è dimenticato di chiudere una finestra. Poi si passa alla scheda Processi. Questa mostra quali processi attualmente sono in esecuzione sul computer. Mentre alcuni di questi sono necessari, alcuni, come quelli associati con lettori musicali e video o servizi di cloud storage (come Dropbox o Google Drive) possono essere disabilitati senza causare alcun problema.

5. Semplificare

È anche possibile allungare la durata della batteria semplificando le proprie attività. Il multitasking è bello quando si ha il pieno potere, ma più programmi contemporaneamente in esecuzione aumentano il carico di lavoro del processore conusmando più energia. Regolare l'uso del computer in modo da usare una sola applicazione alla volta ed evitando i programmi ad alta "intensità di risorse". Se avete bisogno di scrivere un documento, chiudere tutti i programmi aggiuntivi. Si otterrà una maggiore durata della batteria. Si potrebbe anche trarre beneficio dal passaggio a strumenti più semplici per gli stessi compiti, come la scelta di un semplice file di testo invece di un documento di Word. Con un minor numero di caratteristiche e nessuna delle azioni automatiche di Word (come il controllo ortografico e Autosave), si può scrivere un documento anche senza bisogno di "così tanto potere". Alcune attività si dovrebbero evitare del tutto, come gli strumenti di foto e video editing, che pongono un carico significativo sul processore e sulla scheda grafica, e consumano tantissima energia.

 

Strategie a lungo termine

Queste modifiche aiuteranno a trasformare il sistema in una macchina ad alta efficienza energetica, aggiungendo tempo utile alla durata di una singola carica, ed estendendo la durata complessiva della batteria.

6. Cura e manutenzione delle batterie

Si inizia con la cura della batteria stessa. Se il sistema dispone di una batteria rimovibile, fare attenzione a non danneggiare i contatti che si collegano al computer portatile, se i contatti sono sporchi o danneggiati, si può ridurre o interrompere il flusso di corrente. È possibile pulire i contatti con un batuffolo di cotone e alcool, ma i contatti danneggiati potrebbe aver bisogno di essere riparati da un professionista. Le batterie dei notebook moderni richiedono che di tanto in tanto si lasci che la batteria si scarichi completamente attraverso il normale utilizzo. Infine, mantenere le "cose fresche". Il calore riduce la durata a lungo termine della batteria, prendere provvedimenti per fornire il flusso d'aria e il raffreddamento ottimale. I problemi maggiori vengono da un'ostruzione fisica delle porte di ventilazione. L'accumulo di polvere è un problema, che si può prevenire pulendo le feritoie del portatile e della ventola. Una bomboletta di aria compressa può essere usata per "spazzare" un po di polvere. Il problema più frequente, oggi giorno, può essere causato dall'utilizzare il computer portatile su un cuscino o una coperta, ciò può ostacolare la ventola e trattenere il calore venuto fuori del sistema. Ciò può essere evitato solo con il buon senso utilizzando il computer portatile su superfici piane e dure come un tavolo o una scrivania, oppure utilizzare un "lapdesk" che può essere di aiuto nel caso si utilizza un computer a letto.

7. Tune-Up

Il passo successivo è quello di tenere il computer portatile messo a punto per un uso più efficiente della potenza. Pochi semplici attività di manutenzione e gli aggiornamenti non solo aiuteranno la batteria a durare più a lungo, ma si tradurrà anche in un sistema globalmente più veloce. Per cominciare, deframmentare regolarmente il disco rigido per rendere il recupero dei dati più efficiente. (Nota: NON tentare di deframmentare un disco a stato solido, in quanto ridurrà la vita utile dell'unità.) Un'unità "attiva" utilizza più energia di una "oziosa", e deframmentare il disco rigido riduce la quantità di tempo di azionamento attivo necessario per l'accesso ai dati. Nel corso del tempo i dati vengono registrati a casaccio sul disco rigido, sparsi in diverse parti del drive. Questi dati disordinati (frammentati), richiedono tempo ed energia supplementare per accedere a tali informazioni nel corso di uso regolare. Deframmentare il disco è l'equivalente digitale di organizzare gli armadi o i cassetti, rendendo tutto un po 'più ordinato e più facile da trovare. Windows 7 e Windows 8 hanno entrambi strumenti automatici che deframmentano l'unità regolarmente, ma si dovrebbe controllare che questo processo sia abilitato e in esecuzione correttamente. Rimuovere regolarmente programmi indesiderati. La pulizia dovrebbe includere anche la cache del browser Web e l'eliminazione di tutti i vecchi file dalla cartella "download".

8. Aggiornamento

Un'altra opzione è quella di sostituire del tutto il disco rigido, e passare a un disco a stato solido (SSD). ssd5

Le unità a stato solido utilizzano memoria flash invece di un disco rotante, quindi non ci sono parti in movimento, quindi automaticamente offre una maggiore efficienza energetica, rimuove anche i problemi legati alla frammentazione. L'aggiornamento a un SSD migliora la durata della batteria, e mette un po di "pepe" nel sistema, gli SSD offrono prestazioni e tempi di avvio più rapidi rispetto ai loro omologhi tradizionali. Infine, aggiungere più RAM al sistema. La RAM memorizza i dati per l'uso a breve termine nei moduli flash, molto simile a un SSD. Anche in questo caso, ridurre l'attività del disco rigido riduce il consumo di energia, ma come un aggiornamento SSD, l'aggiunta di RAM ha anche vantaggi prestazionali che si noteranno immediatamente.

9. Battery Backup

Infine, il modo più semplice per assicurarsi di avere sempre abbastanza potenza della batteria è di portare con sé una batteria extra; una batteria di ricambio o una batteria esterna. Per i computer portatili con una batteria rimovibile, l'opzione più semplice è una seconda batteria. Queste possono essere ordinate direttamente dal produttore, o acquistati da una società di terze parti.