Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

borbonico

Chiamate indesiderate: i modi e le app per difendersi

  • Scritto da Redazione

cellulareCome difendersi.
A pranzo, a cena e anche a lavoro. La nostra giornata è scandita da chiamate sul telefono. Sia quello di casa che lo smartphone. Nella maggior parte dei casi non sono belle notizie ma i soliti call center che provano a venderci di tutto. Vediamo allora, con questa guida completa, come difenderci dalle chiamate indesiderate.

 

Esistono diversi modi per difendersi sulla linea fissa dalle chiamate indesiderate dei call center, ma anche e soprattutto per evitare le spiacevoli truffe telefoniche. Per arrestare le continue chiamate promozionali potremo decidere di iscriverci al Registro Pubblico delle Opposizioni. Ma non è l'unico modo per difenderci dalle chiamate insistenti del telemarketing. Infatti, oramai anche gli smartphone sono diventati un obiettivo delle chiamate promozionali, ed è necessario installare le giuste applicazioni per riuscire a bloccare le telefonate indesiderate.

Come iscriversi al Registro delle Opposizioni
Si tratta di un servizio messo a disposizione dei cittadini che permette di escludere il proprio numero da quelli a disposizione dei vari call center. Per iscriverci la prima cosa da fare è andare online al sito www.registrodelleopposizioni.it. Qui selezioniamo la dicitura Area Abbonato che troviamo in verde in alto a sinistra del nostro monitor.

Una volta entrati nell'Area Abbonato noteremo una serie di icone, cinque per la precisione. Dobbiamo cliccare su quella con la dicitura "Web", che è anche la prima della lista. In questo modo apriremo un menu a scomparsa, e selezioniamo la voce Iscrizione. Qui sotto leggeremo la dicitura: "Gentile Abbonato, per iscrivere tramite web la tua numerazione nel Registro Pubblico delle Opposizioni, dovrai compilare e inviare il modulo elettronico presente al seguente Link". Cliccando sul link verremo trasportati su una nuova pagina dove dovremo compilare il modulo necessario. Per completare l'operazione ci serviranno il nostro numero di telefono, la partita IVA in caso di telefono aziendale, i nostri dati di nascita e residenza e un indirizzo di posta elettronica. Una volta compilato il modulo clicchiamo sulla voce Invia, in basso a sinistra. Al termine dell'iscrizione visualizzeremo una pagina di riepilogo, ricordiamoci di stamparla poiché potrebbe tornarci utile in futuro. Se, infatti, dopo la nostra iscrizione continuassimo a ricevere le chiamate dei call center potremo rivolgerci al Garante per la protezione dei dati personali e denunciare il fatto. Per farlo scarichiamo, sempre dal sito del Registro delle Opposizioni, il file con la dicitura "Segnalazione di ricezione telefonate pubblicitarie indesiderate – Per utenze telefoniche riservate". Compiliamolo e inviamolo tramite raccomandata all'indirizzo presente nel modulo in alto a destra. Ricordiamoci che l'attivazione dell'iscrizione al Registro delle Opposizioni richiede circa 15 giorni di tempo.

Limiti del Registro delle Opposizioni
L'iscrizione al Registro delle Opposizioni ci eviterà di dover rispondere a diverse chiamate promozionali e indesiderate. Però potrebbe non risolvere la soluzione in maniera definitiva. Legalmente, infatti, anche se noi siamo iscritti al Registro delle Opposizione le aziende che abbiamo abilitato alla ricezione di comunicazioni promozionali potranno comunque chiamarci. Questa è una cosa che accade spesso quando ci si iscrive a un sito Internet, si partecipa un concorso online o ci si abbona a servizi di vario genere. Stiamo sempre attenti perciò quando rilasciamo il nostro numero in Rete e quando clicchiamo "acconsento" al momento dell'iscrizione a siti, forum o social network di vario tipo.

Come bloccare le chiamate indesiderate su smartphone
Come abbiamo detto le chiamate promozionali, quelle indesiderate e i tentativi di truffa ormai non sono più un fenomeno esclusivo dei telefoni fissi, ma sono ricorrenti anche sugli smartphone. Per farlo, specie sui dispositivi Android possiamo decidere se usare le impostazioni presenti di default sui nostri dispositivi oppure se affidarci ad applicazioni di terze parti. Nella maggior parte dei casi le app garantiscono una maggiore protezione dalle pressanti chiamate commerciali.

Tecnologia.libero.it